CERCA IN IDEAMAGAZINE.NET

 

 FORMAZIONE

Annuario MuDeTo Yearbook - Vol. III | Associazione MUDETO - Museo del Design Toscano

Associazione MUDETO - Museo del Design Toscano
 DA APRILE / FROM APRIL 2018 | Annuario MuDeTo Yearbook - Vol. III 
www.mudeto.it/yearbook2016_17.htm

Rosa Barba. From Source to Poem to Rhythm to Reader Dal 20 al 27 maggio 2017, presso lo showroom Calligaris Idea Arredo - che festeggia i propri 25 anni di attività -, avrà luogo la mostra Legno: Passione Design. Le "Sedie Sapienti" di Mauro Pasquinelli.
Organizzata da Calligaris e col patrocinio congiunto di Fondazione e Ordine Architetti Firenze, l'esposizione – curata dalla presidentessa del Museo del Design del Friuli Venezia Giulia, Anna A. Lombardi, e dal direttore del Museo del Design Toscano, Umberto Rovelli –, ripercorre oltre vent'anni della carriera – dal 1972 al 1994 – del designer Mauro Pasquinelli (nato a Scandicci nel 1931) proponendo otto sedute pluripremiate e "campioni d'incassi" realizzate dalle aziende Calligaris, Olivo, Pallavisini e Tisettanta.
Terza edizione di un concept espositivo "itinerante" avviato a Manzano (UD) e proseguito a Udine, l'evento scandiccese si "tinge" di toscano anche nel sottotitolo riprendendo una formula – le "Sedie Sapienti" – utilizzata da Adolfo Natalini in una lettera indirizzata all'autore per definire le eccellenti prove di un autore in grado di coniugare efficacemente grazia estetica, ergonomia e solidità strutturale.
Sebbene poco conosciuto in regione, Pasquinelli è considerato – in particolare all'estero dove molte sue sedie sono state distribuite da Herman Miller, Thonet, Thonet Vienna, Lubke KG e WK – uno dei massimi esperti della seduta in legno, ma non solo. Se Giotto Stoppino, a confronto col «maestro delle sedie» Pasquinelli, descrive se stesso un «amico dilettante», un insuperato "campione" della seduta moderna come Giancarlo Piretti (il padre della pieghevole Plia) non esita a utilizzare il termine quanto mai puntuale di "maestro delle sedie in legno" per definire il designer scandiccese. Nelle sue sedute – al di là delle evidenti diversità d'approccio – lo storico capogruppo di Superstudio scorge invece un quid inequivocabilmente "comune" a entrambi, e cioè «la passione per il lavoro, per un lavoro ben fatto in cui la mano dell'uomo guida la macchina come prima guidava la sgorbia e la pialla».
Siamo con tutta evidenza oltre le semplici attestazioni di stima: in questi elogi c'è il riconoscimento valoriale di un percorso di ricerca, una "sfida" intellettuale dal risvolto consapevolmente umanistico, che pertanto non può affatto essere "liquidata" come esclusivamente funzionale al mercato o espressione diretta d'interessi aziendali.
Le sedute di Pasquinelli sono infatti l'esempio raro e paradossale di un connubio fra indagine progettuale autonoma, fortemente sentita e successo commerciale indiscutibile.
La mostra è dunque un omaggio quanto mai doveroso a una carriera professionale e intellettuale di primissimo piano che rivendica all'uomo il diritto/dovere della ricerca ma non dimentica gli influssi che in tale ricerca "individuale" sembra aver avuto lo stesso territorio toscano. Una sorta di "pressione" ambientale che è quasi dirimente per comprendere appieno il suo lavoro: figlio d'ebanista, ma con una decisa intenzione di cambiare, soprattutto formalmente, rispetto alla tradizione laboratoriale. Pasquinelli ha studiato nei primi anni del secondo dopoguerra alla "scuola di Porta Romana", ovvero all'Istituto d'Arte di Firenze e con una consapevolezza degna di nota, a colloquio con Anna Lombardi, è pronto ad ammettere: «non avrei mai potuto progettare sedie altro che legate alla perfetta geometria delle architetture che hanno accompagnato la mia vita». La profonda unione fra uomo e territorio che porta a maturazione i propri frutti in un altrove produttivo rende ancora più interessante questa mostra "itinerante" incentrata sull'attività di un design "nomade" perché consente di apprezzare la consistenza e la portata del raggio d'azione di una "formazione" coesa e felicemente "radicata" al luogo e alla comunità d'origine.
«Da ragazzo» afferma ancora Pasquinelli «ho imparato il mestiere nella bottega paterna, lì ho imparato a lavorare gli oggetti pensando ad una loro consistenza plurigenerazionale, "centenaria". Operare con fortuna in Friuli è stata poi, per me, un'ulteriore occasione per rifuggire mode e trend effimeri. Poter essere libero da compromessi, mi ha confermato nell'idea che il solo lavoro interessante è quello che "ci" riguarda, nel quale, cioè, "ci" sentiamo, profondamente, coinvolti. Ed è un approccio – una grazia si potrebbe dire – che sovente conduce nel lavoro a realizzare oggetti "autentici": in cui si percepisce immediatamente che sono stati pensati dall'uomo per l'uomo, perché, in fondo, li ho pensati, quasi sempre, per me stesso. Cosa che, credo, col tempo li preserverà dal rischio della banalità».


Calligaris showroom Idea Arredo
 > 20-27 MAY 2017 | vernice / opening: sabato 20 MAY 2017 - h. 17.30 
via di Casellina, 56/A | 50018 Scandicci - FI
tel. 055 756019 | 377 1490 005
m.calligaris@ideaarredo.191.it

scarica il PDF | Il Concreto Creativo: MuDeTo - Museo del Design Toscano | Palazzina Reale di Santa Maria Novella | 23 JUN. 2016 | Firenze In programma giovedì 23 giugno il secondo appuntamento con Il Concreto Creativo, il ciclo di incontri organizzati dall'Ordine e dalla Fondazione degli Architetti di Firenze insieme al MuDeTo - Museo del Design Toscano (www.mudeto.it) per mettere in luce le felici collaborazioni tra creativi e aziende del territorio regionale che hanno dato vita a prodotti di design riconosciuti come eccellenze a livello internazionale. L'evento di giovedì, che si svolgerà dalle 17.30 alla Palazzina Reale di Santa Maria Novella a Firenze, prendendo spunto dalla recente assegnazione di numerosi "Compassi d'oro" ad aziende e designer toscani, sarà l'occasione per approfondire il tema attraverso l'esperienza del MuDeTo, un nuovo concetto di struttura museale online e open source che raccoglie e documenta i casi straordinari in cui in Toscana creatività e industri hanno fatto scuola nel mondo.
Partecipano Luigi Trenti, Gianfranco Gualtierotti e Umberto Rovelli, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario del MuDeTo. Moderano le curatrici Silvia Moretti e Eva Parigi di OAF e FAF. Spazio poi alle domande del pubblico e a seguire aperitivo. “Il Concreto Creativo” si svolge con il patrocinio di Confindustria Firenze e con il supporto degli sponsor tecnici Mef – Distribuzione materiale elettrico e Corte Reale – Spazio Lounge della Palazzina Reale. Media partner Arredativo Design Magazine.


Palazzina Reale di Santa Maria Novella - Firenze
 23 JUN. 2016 
www.fondazionearchitettifirenze.it
Piazza Stazione 50 / Via Valfonda, 1/A - 50123 Firenze
Tel. +39 055215653 | Fax. +39 055287967
Email: segreteria@fondazionearchitettifirenze.it
www.ordinearchitetti.fi.it
www.mudeto.it

Lezioni di design V - FAKE VERO O FALSO?, 16 MAR. | 11 MAY | 08 JUN. | 05 OCT. | 09 NOV. 2016, Varie sedi - Firenze Lezioni di design entra nel suo quinto anno di vita.
Dopo la prima serie di incontri dedicati alla Storia del Design, dopo aver discusso insieme de L’impatto delle nuove tecnologie, ragionato del rapporto tra Design e arte e quindi de La cultura dell’abitare, i partecipanti del ciclo intitolato FAKE VERO O FALSO? affrontano quest’anno un argomento che intende porre il mondo del design a confronto con quelli della moda e dell’arte, per discutere insieme di falso, imitazione, copia e replica.
Tre le sedi fiorentine degli incontri: Palazzina Reale, Limonaia Villa Strozzi e Museo 900.
Il ciclo è promosso da ISIA di Firenze e da Self Habitat Cultura, con il sostegno della Fondazione Architetti Firenze e dell'Ordine degli Architetti di Firenze, e con il patrocinio di: Comune di Firenze, Musei Civici Fiorentini, Museo Novecento, Musei Eventi Firenze, Museo Horne e ADI Toscana.

"FAKE VERO O FALSO?"

16 Marzo | h. 17,00
Palazzina Reale, piazza Stazione, 50 - Firenze
LE DEFINIZIONI
Sergio Givone | Vanni Pasca

11 Maggio | h. 17,30
Palazzina Reale, piazza Stazione, 50 - Firenze
LE RAGIONI DEL DESIGN
Luisa Bocchietto

08 Giugno | h. 17,30
Limonaia Villa Strozzi, via Pisana, 77 - Firenze
NUOVE FRONTIERE
Biagio Cisotti | Troy Nachtigall | Salvatore Iaconesi


05 Ottobre | h. 17,30
Museo 900, piazza Santa Maria Novella, 10 - Firenze
LE RAGIONI DELL’ARTE
Cristina Acidini | Claudio Paolini

09 Novembre | h. 17,30
Museo 900, piazza Santa Maria Novella, 10 - Firenze
LE RAGIONI DELLA MODA
Giacomo Santucci

Che cos’è un falso? Un prodotto frutto di una imitazione o intenzionalmente alterato a scopo doloso, spiega uno dei tanti vocabolari. Il termine falso è in effetti oggi percepito dai più come sinonimo di contraffatto, con ciò che questo comporta in termini di danno economico per le imprese, danno per il consumatore finale, danno sociale spesso connesso allo sfruttamento, per la sua produzione, di soggetti deboli.
Tuttavia la definizione non esaurisce certo il significato del termine, sia odierno sia, soprattutto, storico. In ragione del contesto in cui il termine è applicato il confine tra ciò che è falso e ciò che è originale (vero) può essere molto difficile, e ciò che è fraudolento in un tempo e in una cultura può mostrarsi del tutto legittimo e genuino in una diversa dimensione storica e sociale.
Con questo tema, “Lezioni di design” entra nel suo quinto anno di vita. Dopo la prima serie di incontri dedicati alla “Storia del Design”, dopo aver discusso insieme de “L’impatto delle nuove tecnologie”, ragionato del rapporto tra “Design e arte” e quindi de “La cultura dell’abitare”, affrontiamo quest’anno un argomento che intende porre il mondo del design a confronto con quelli della moda e dell’arte, per discutere insieme di falso, imitazione, copia e replica.
Nei vari contesti che abbiamo richiamato ciò che indichiamo come ‘falso’ assume infatti significati e valori diversi. Nel design, ad esempio, il tema sembra declinarsi soprattutto nei termini della tutela dei brevetti e nel contrasto alle ‘imitazioni’, e tuttavia è certo lecito interrogarci se la produzione di serie e il mercato globale (dove operano paesi per i quali il concetto di ‘imitazione’ è parte integrante della propria cultura) possano ancora a lungo accettare la battaglia.
Nel settore della moda – che è quello dove con più immediatezza tendiamo a identificare la falsificazione con la contraffazione e quindi con la presenza di un intento fraudolento – si dà tuttavia il caso che il più delle volte l’acquirente sia ben consapevole che ciò che vuole far suo è una imitazione: nel gioco dell’inganno la vittima è importante quanto l’autore del falso, e ambedue si muovono in un mondo fatto di aspirazioni e bisogni (veri o indotti).
Nella produzione artistica, poi, basterà guardare indietro nel tempo per comprendere come il concetto di privativa di un’idea, di una composizione o di una particolare tecnica (in altri termini dell’esistenza di un originale, autografo, unico e irripetibile) sia stato a lungo del tutto estraneo alla logica degli artisti. A ben guardare la storia dell’arte è in realtà in buona parte costituita da repliche, copie e imitazioni, e gli stessi e più recenti ‘falsi’ costituiscono una preziosa testimonianza dei valori del tempo
in cui sono stati prodotti, del tipo di percezione dei loro autori e dei loro destinatari.
E oggi, come declinare tutti questi temi guardando ai progetti open source e open content favoriti da internet, che per loro natura devono rivedere radicalmente il concetto del diritto d’autore e della tutela dell’idea o del brevetto?
Per parlare di tutto questo e per interrogarci sul futuro prossimo abbiamo chiamato a discutere e a confrontarsi filosofi, storici, storici dell’arte, designer, manager, esperti di marketing e di progettazione in rete, una volta di più sostenuti dal Comune di Firenze, dall’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche e dall’Ordine degli Architetti di Firenze.
Claudio Paolini

Lezioni di design V - "FAKE VERO O FALSO?"
16 MAR. | 11 MAY | 08 JUN. | 05 OCT. | 09 NOV. 2016 
Varie sedi - Firenze

Bettina Di Virgilio, Photoshop CC, Guida completa per il fotoritocco digitale | 10 OCT. 2014 | 16.30Una singolare promozione del volume di Bettina Di Virgilio Photoshop CC, Guida completa per il fotoritocco digitale edito dalla Hoepli è il seminario on line gratuito che l'autrice del volume terrà il 10 ottobre 2014 su Photoshop all'indirizzo eseminars-emea.adobeconnect.com/photoshopcc_hoepli a partire dalle 16.30
Al termine del seminario l'autrice darà un codice sconto molto speciale per acquistare l'ebook. Il seminario può essere seguito dal browser del Pc, oppure da tablet o smartphone con la app Adobe Connect disponibili sia per iOS che Android.

NB: Per coloro che non sono riusciti a seguire l'evento e volessero vederlo, dall'11 ottobre 2014 è disponibile la registrazione del seminario al seguente indirizzo: eseminars-emea.adobeconnect.com/p9tfmtbmbh7/

Photoshop CC, Guida completa per il fotoritocco digitale
Seminario on line gratuito

 10 OCT. 2014 | 16.30 
eseminars-emea.adobeconnect.com/photoshopcc_hoepli
 registazione del seminario disponibile a partire da: 11 OCT. 2014 
eseminars-emea.adobeconnect.com/p9tfmtbmbh7/

Source. Self-Made Design 2014, mostra internazionale di design autoprodotto | 11-18 SEP. 2014 | 19.30 (inaugurazione) | Designer, artigiano e maker: nuovi scenari produttivi,  Convegno | 11 SEP. 2014 | 18.30 (convegno) | Limonaia di Villa Strozzi, FirenzePresso la Limonaia di Villa Strozzi a Firenze, alle 19.30, apre i battenti la seconda edizione di Source. Self-Made Design 2014, mostra internazionale di design autoprodotto. Più di 50 i designers italiani e internazionali selezionati, Francia, Canada, Stati Uniti, Iran, Grecia, Svezia, Finlandia, Cile e Belgio le nazioni coinvolte.
Un'intera settimana di eventi. Un programma culturale ricco di ospiti e di attività, workshop, seminari e conferenze per parlare di design con addetti ai lavori e non solo.

Il calendario degli eventi correlati alla mostra s'inaugura giovedì stesso anticipando l'inaugurazione della mostra con il convegno dal titolo: Designer, artigiano e maker: nuovi scenari produttivi alle ore 18.00.
Enrico Bassi, Valia Barriello, Lorenzo Damiani, Eva Parigi, Alessio Sarri e Paolo Ulian si confronteranno e porteranno le loro esperienze sulle possibili contaminazioni e nuovi scenari produttivi frutto dell'incontro di professionalità differenti. Modera Chiara Alessi.

Posti prenotabili sul sito www.sourcefirenze.it.

Source. Self-Made Design 2014 - II edizione
 11-18 SEP. 2014 | 19.30 (inaugurazione) 
Designer, artigiano e maker: nuovi scenari produttivi
 11 SEP. 2014 | 18.00 (convegno) 
11 settembre 2014 | 18.00
Limonaia di Villa Strozzi, Firenze
www.sourcefirenze.it

Assoservizi srl organizza, in collaborazione con Università degli Studi di Siena, ITIS “G. Galilei”, CNA Formazione, PMI Service, Associazione dei Commercianti della Provincia di Arezzo, Arezzo Formazione Abaco, CAEM Magrini spa, in virtù della convenzione con la REGIONE TOSCANA ai sensi della L.R. 32/02 il Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS INDES - TECNICHE DI DISEGNO E PROGETTAZIONE INDUSTRIALE) di 800 ore (di cui 560 ore aula, 240 di stage) approvato con D.D. 5907 del 12/12/2013. Iscrizione: entro 21 marzo 2014.
Con frequenza gratuita e obbligatoria il corso si svolgerà dal 7 aprile 2014 al 20 febbraio 2015.
Il corso è finanziato con le risorse assegnate alla Regione Toscana, Reg. n. 1081/2006, cofinanziato dal FSE e FdR di cui all'Asse IV.

Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore
IFTS INDES - TECNICHE DI DISEGNO E PROGETTAZIONE INDUSTRIALE

  Iscrizione: entro 21 MAR 2014 | Periodo di svolgimento: 7 APR 2014 - 20 FEB 2015 
ASSOSERVIZI, Via Roma 18, Arezzo
tel: 0575/401707
info@assoservizisrl.it

Associazione MuDeTo - Museo del Design Toscano | > 15 NOV. 2013 | Apertura IscrizioniE' dedicata al tecnigrafo Compasso d'Oro ADI A.90/STUDIO creato da Paolo Parigi nel 1975 per la Heron Parigi di Borgo San Lorenzo - Firenze la prima scheda dimostrativa del costituendo Museo del Design Toscano online.
La proposta – sostenuta, organizzata e coordinata dai soci fondatori Luigi Trenti, Gianfranco Gualtierotti, Umberto Rovelli – intende creare un centro di documentazione, accessibile tramite web, in grado di raccontare le storie più interessanti dei prodotti di industrial design afferenti ad uno dei territori più creativi, laboriosi e pionieristici del made in Italy.
«L’intento» nota Luigi Trenti, presidente dell'Associazione MuDeTo - Museo de Design Toscano «è di pubblicare un database capillare dei prodotti eccellenti nei vari settori e come un progetto "open source", mantenerlo in permanente aggiornamento ed evoluzione grazie al contributo di tutti gli associati ed esperti dei vari settori che saranno coinvolti nel Comitato Culturale».
L'Associazione Culturale è espressamente dedicata alla realizzazione del progetto MuDeTo che sarà completato solo nel caso che il Comitato Organizzatore riesca a coprire le spese iniziali di produzione e gestione attraverso le quote di adesione. Le iscrizioni all'Associazione sono aperte dal 15 novembre 2013. Ad ogni iscritto viene offerta la possibilità di un esporre un proprio breve curriculum e una foto nella pagina dedicata ai soci.

Museo del Design Toscano | Associazione MUDETO
 DAL / FROM 15 NOV. 2013 
mudeto@mudeto.it
www.mudeto.it
 Pagina Soci 
www.mudeto.it/members.htm
 Iscrizioni 
www.mudeto.it/enrollment.htm

Master POLI.designL’Associazione italiana degli storici del design (AIS/Design) organizza il 28 e 29 novembre 2013 il suo secondo convegno nazionale ponendo al centro della riflessione il ruolo della storia nella formazione del designer, con uno sguardo anche alla storia delle scuole di design. Un tema di grande attualità, alla luce della progressiva perdita di rilevanza delle scienze sociali nell'orizzonte culturale, formativo e della ricerca.
Nella prima giornata le commissioni tematiche, coordinate da Pier Paolo Peruccio e Dario Russo, discuteranno sul tema a partire da una mappatura dell’insegnamento di storia del design in Italia e all'estero. L’incontro, aperto al pubblico, si terrà presso il Politecnico di Milano (via Durando 10, Edificio del Design, presso la Presidenza della Scuola di Design).
Nella giornata del 29 si svolgerà il convegno dal titolo La storia del design: una disciplina in formazione (Triennale di Milano, Saletta Lab), durante il quale storici e studiosi, fra cui Giovanni Anceschi, Claudio Giunta, Pierluigi Nicolin, affronteranno da diversi punti di vista il ruolo della cultura storica e delle scienze umane nell'attuale contesto globalizzato, intrecciandolo al tema della didattica per il design.
Nel pomeriggio è prevista la relazione delle commissioni di lavoro sulla formazione e un dibattito. La partecipazione è libera.

PROGRAMMA LAVORI - 29/11/13

 9.30  Saluti
Silvana Annicchiarico, direttore tdm

 9.45  Introduzione
Vanni Pasca, presidente ais/design

 10.00  Quando sento la parola cultura
Claudio Giunta, università di Trento

 10.30  Il progetto senza storia. Le scienze umane nella didattica delle scuole di design
Raimonda Riccini, università iuav di Venezia

 11.00  Storia critica del design?
Giovanni Anceschi, università iuav di Venezia

 11.30  Arte, architettura, design: le scuole di studi storici tra armonie e conflitti
Dario Scodeller, università di San Marino

 12.00  Triennale di Milano: il museo del design 2013 tra storia e critica
Pierluigi Nicolin, politecnico di Milano

 12.30  Note sull’insegnamento della storia del design in Italia, 1950-1990
Fiorella Bulegato, università di San Marino
Rosa Chiesa, università iuav di Venezia

 15.00  Insegnamento di storia del design in Italia e all’estero: mappature, analisi e prospettive
Relazione dei lavori delle Commissioni

Pier Paolo Peruccio, politecnico di Torino
Dario Russo, università di Palermo

 15.45  Tavola rotonda sul lavoro delle Commissioni

 17.00  Conclusioni

La storia del design: una disciplina in formazione
II convegno AIS/Design

 28-29 NOV. 2013 
Politecnico di Milano (28 novembre)
via Durando 10, Edificio del Design
presso la Presidenza della Scuola di Design
Triennale di Milano – Saletta Lab (29 novembre)
www.aisdesign.org
Giovedì 18 aprile 2013 alle 18.30 presso la Fondazione Mudima saranno presentati il libro da>verso. transizioni arte-poesia e la collana di plaquette da>verso_coincidenze.
Si tratta delle prime pubblicazioni delle edizioni da verso della Scuola di Grafica d'Arte dell'Accademia di Brera, nate nell'ambito dei laboratori di ricerca da verso etransizioni, a cura del poeta Italo Testa e dei docenti Paolo Di Vita, Chiara Giorgetti, Anna Mariani, Margherita Labbe.
Per l'occasione alcuni autori leggeranno le loro poesie. Saranno presenti gli artisti ei curatori.

Fondazione Mudima - Presentazione edizioni da>verso
 18 APR. 2013 | 18.30 
daverso.wordpress.com
Master POLI.designNumerose le proposte di master e nuovi corsi da parte di Polidesign, il POLI.design Consorzio universitario per la formazione continua e la promozione del design del Politecnico di Milano.
Di seguito segnamo le prossime occasioni formative previste per il 2003.

 March 2013 
INDUSTRIAL DESIGN FOR ARCHITECTURE - III edition
Master: Prodotto, Interni
TRANSPORTATION & AUTOMOBILE DESIGN - V edizione
Master: Prodotto, Interni
YACHT DESIGN - XII Edizione
Master: Prodotto, Interni

 April 2013 
DESIGN FOR ALL - I Edizione
Corso: Servizi
BRAND DEI SISTEMI TERRITORIALI - VI Edizione
Corso: Comunicazione, Beni Culturali
 May 2013 
DESIGN DEL GIOCATTOLO - II Edizione
Corso: Prodotto, Comunicazione, Servizi

 July 2013 
INFOGRAPHICS - II edizione
Corso: Comunicazione

 September 2013 
WINE DESIGN - I Edizione
Corso: Beni Culturali, Comunicazione, Prodotto, Servizi
DESIGN DELLA CALZATURA - II edizione
Corso: Moda, Prodotto
TYPE DESIGN - VIII Edizione
Corso: Comunicazione

 October 2013 
SERVICE DESIGN -I Edizione
Master: Servizi
ACCESSORY DESIGN - I edizione
Master: Moda, Prodotto
BRAND COMMUNICATION - XIII edizione
Master: Comunicazione
STRATEGIC DESIGN - XV edition
Master: Prodotto, Comunicazione, Servizi
LIGHTING DESIGN & LED TECHNOLOGY - X Edizione
Master: Prodotto, Interni

 November 2013 
INDUSTRIAL DESIGN ENGINEERING AND INNOVATION - VII Edizione
Master: Prodotto
III EDIZIONE LICENSING
Corso 96 ore: Moda, Comunicazione
ART DIRECTION & COPYWRITING - VI edizione
Master: Comunicazione

POLI.design
Campus Bovisa - Via Durando 38/a - 20158 MILANO
Info: segreteria@polidesign.net | formazione@polidesign.net | iscrizioni@polidesign.net
phone 02 2399.7206 | fax 02 2399 5970
www.polidesign.net

Lezioni di Design Il ciclo di incontri Lezioni di Design, che quest’anno è centrato sul tema «Arte e tecnica: una nuova unità», prosegue con un nuovo appuntamento il 5 marzo 2013 sul tema: «Progettare e produrre in un mondo in trasformazione», con Loredana Di Lucchio – Università La Sapienza di Roma – e il designer Giulio Iacchetti.
L’attenzione del ciclo – coordinato da Vanni Pasca e organizzata da A/I/S/Design - Associazione Italiana Storici del Design con ISIA - Firenze insieme a Selfhabitat, in collaborazione con Le Murate Caffè letterario, Otto luogo dell'arte Firenze e con il patrocinio di ADI Toscana e AIAP - è rivolta a esplorare come le nuove tecnologie, di cui molto si legge sui giornali ma poco si sa nella realtà, trovino ormai concrete applicazioni nella realtà produttiva e richiedano nuove capacità da parte dei designer di dar forma e senso a un mondo che va trasformandosi.
Com'è ormai consuetudine, la «lezione» avrà inizio alle ore 18.30 presso il caffè letterario «Le Murate» in piazza delle Murate a Firenze.
Se nel primo incontro – avutosi un mese addietro con la Pirelli – si è affrontato il tema delle nuove tecnologie nella grande industria – e cioè delle macchine a controllo numerico, della robotica e dei nuovi materiali dalle prestazioni mirate a risolvere problemi concreti –, questo secondo incontro avrà due protagonisti:
Loredana Di Lucchio, dell’Università La Sapienza di Roma, traccerà un quadro dell'applicazione al design di nuove tecnologie, soffermandosi in particolare sull’uso che va diffondendosi della rapid prototipation e cioè delle cosiddette stampanti 3D che consentono a bassi costi di realizzare, in proprio, piccole serie di prodotti, aprendo quindi ai designer la possibilità di trasformarsi in produttori di se stessi; o di realizzare prototipi perfetti da presentare a chi deve produrli, azienda o artigiano che sia.
Giulio Iacchetti, designer, vincitore del premio Compasso d’Oro ADI nel 2001 con un progetto di posate da cocktail in materbi (materiale biodegradabile ottenuto da un composito di mais) ci parlerà delle sue esperienze di lavoro con artigiani «evoluti» che lavorano con tecnologie avanzate, come le macchine a controllo numerico, e del ruolo della rete per la diffusione dei progetti e dei prodotti.



Loredana Di LucchioLoredana Di Lucchio. (Roma, 1967) Dottore di ricerca in Tecnologia dell’Architettura e Disegno Industriale, titolo conseguito sulle tematiche del Design Strategico ed in particolare sul rapporto tra Design e Piccola e Media Impresa nelle dinamiche del sistema produttivo italiano.
Svolge in maniera continuativa attività di ricerca presso la Sezione Arti, Design e Nuove Tecnologie del Dipartimento ITACA. dell’Università “La Sapienza” di Roma. Contestualmente svolge attività didattica preso il Corso di Laurea Triennale e il Corso di Laurea Specialistica in Disegno Industriale sempre dell’Università “La Sapienza” di Roma, per le discipline della Tecnologia Sperimentale e della Progettazione.




Giulio IacchettiGiulio Iacchetti. (Castelleone - Cremona, 1966) Si occupa di industrial design dal 1992. All'attività di progettista alterna l’insegnamento presso numerose università e scuole di design, in Italia e all'estero. Caratteri distintivi del suo fare sono la ricerca e la definizione di nuove tipologie oggettuali, come Moscardino, posata multiuso biodegradabile per cui, nel 2001, si aggiudica, con Matteo Ragni, il Compasso d’Oro ADI ed entrata a far parte della collezione permanente del design al MoMA di New York. Con l’ideazione e il coordinamento del progetto collettivo Eureka Coop, realizzato per Coop Italia, ha portato il design nella grande distribuzione organizzata e caratterizzato la nuova generazione del design italiano. Nel 2009 questo progetto gli è valso il Premio dei Premi per l’innovazione conferitogli dal Presidente della Repubblica Italiana. All'attività di progettista si aggiunge la direzione artistica per importanti marchi come iB rubinetterie, ceramica Globo e il Coccio design edition. Per Corraini Edizioni ha curato il libro Italianità, una raccolta di interventi relativi agli oggetti, ai simboli, agli odori, ai sapori e ai suoni che contribuiscono a formare la coscienza del popolo italiano. Nel maggio 2009 la Triennale di Milano ha ospitato una sua mostra personale intitolata Giulio Iacchetti. Oggetti disobbedienti.


LEZIONI DI DESIGN | febbraio-giugno 2013

 martedì  5 febbraio 2013 | 18.30
Design, arte e tecnica: l’esperienza Pirelli
Antonio Calabrò - direttore di Fondazione Pirelli
Maurizio Boiocchi - direttore R&D Pirelli



Maurizio BoiocchiAntonio CalabròSi comincia con la Pirelli che esplora e applica nuove tecnologie in molti campi, dalla mobilità alle energie rinnovabili all’abbigliamento sportivo, con attenzione all’arte (si veda la recente “bolla” in Hangar Bicocca a Milano di Tomás Saraceno, artista invitato a Boston per un nuovo progetto al MIT - Massachusetts Institute of Technology).

 martedì  5 marzo 2013 | 18.30
Progettare e produrre in un mondo in trasformazione
Loredana Di Lucchio - Università La Sapienza -Roma
Giulio Iacchetti - designer



Giulio IacchettiLoredana Di LucchioLoredana Di Lucchio, dell’Università La Sapienza di Roma, traccerà un quadro dell’applicazione al design di nuove tecnologie. Giulio Iacchetti ci parlerà poi di Interno italiano, progettazione e produzione di oggetti d’arredo con laboratori artigiani e vendita tramite la rete.

 martedì  16 aprile 2013 | 18.30
Le tecnologie del rapid manufacturing e il loro impatto sul design
Alberto Meda - designer
Denis Santachiara - designer



Denis SantachiaraAlberto MedaDue famosi progettisti, Alberto Meda e Denis Santachiara, ci parleranno di nuove tecnologie e di rapid prototyping. È tema su cui di recente si sono moltiplicati gli articoli su riviste e giornali, proprio per i suoi rapidi sviluppi. Ai due autori l'onere di approfondire quale sia oggi il ruolo e l'influenza delle nuove tecnologie nei confronti della verifica «a basso costo» del progetto, della progettazione tout court e delle nuove modalità produttive favorite e poste in essere, in particolare, dalla stampa 3D.

 martedì  7 maggio 2013 | 18.30
Tecnica ed estetica: le radici del design
Vanni Pasca - presidente A/I/S/Design - Associazione Italiana Storici del Design



Vanni PascaQuesto quarto incontro contribuirà ad evidenziare come, anche nella apparente fortissima discontinuità del momento storico, sia possibile rilevare e porre in luce temi e relazioni cardine che, in opportuna continuità col passato, costituiscono le matrici su cui si fonda una disciplina da sempre votata all'innovazione.
Ed è all'interno di tale quadro che si apre un ampio terreno di confronto sui nuovi scenari. Per es., ci si chiede su quale versante della discussione sulla scienza, sulla tecnica, sulle tecnoscienze, il design e i designer intendano collocarsi. A favore dell’uso ragionato delle scoperte tecnico-scientifiche o contro di esse? A favore di un’idea «riflessiva» di innovazione, e cioè critica, che si interroga sulle sue finalità, o per lo status quo?

 martedì  11 giugno 2013 | 18.30
Da The future in the Making ad Adhocracy
Joseph Grima - direttore Domus



Joseph GrimaNel quinto e ultimo incontro il direttore di Domus Joseph Grima parlerà delle sue ricerche sui maker un anno dopo la sua mostra The future in the Making a Milano e dopo l’altra sua mostra Adhocracy a Istanbul, «mostra su coloro che fanno cose…» in questa terza fase della rivoluzione industriale

In data da destinarsi − e comunque a fine ciclo − è prevista la convocazione di una tavola rotonda.
Lo svolgimento degli incontri suggerirà temi e relatori.

«Lezioni di Design» è un evento organizzato da ISIA Firenze e coordinato da Vanni Pasca in collaborazione con A/I/S/Design - Associazione italiana storici del design, Selfhabitat, Le Murate Caffè letterario, Otto luogo dell'arte Firenze e con il patrocinio di ADI Toscana e AIAP. Le sintesi introduttive degli incontri sono a cura di Vanni Pasca

Lezioni di Design
Arte e tecnica: una nuova unità

dal 5 febbraio al 18 giugno 2013 | ore 18.30
Le Murate Caffè letterario
piazza delle Murate - Firenze

ISIA Firenze
via Alfani, 58 - Firenze
phone 055 218836
fax 055 218740
info@isiadesign.fi.it
http://www.isiadesign.fi.it
vannipasca@tiscali.it


Storie di terre e di progetti. Gianni Veneziano, Museo Richard-Ginori - Manifattura di Doccia, via Pratese 31 - Sesto Fiorentino | Firenze, 1 dicembre 2012 | ore 16.00Con la partecipazione di Gianni Veneziano, presso il Museo Richard-Ginori - Manifattura di Doccia a Sesto Fiorentino in via Pratese 31, prosegue venerdì  1 dicembre 2012 | ore 16.00  il lungo ciclo di incontri dedicato al rapporto tra ceramica e progetto Storie di terre e di progetti. Nove designer per la ceramica – a cura di Stefano Follesa, Oliva Rucellai, Angela Muroni, Alessio Sarri e Giulia Gigli.
L'incontro con Gianni Veneziano sarà introdotto da Oliva Rucellai – direttrice del Museo Richard Ginori – e avrà come moderatori Angela Muroni – docente di Design – e Alessio Sarri – ceramista/designer.
Il ciclo di conferenze si concluderà il  14 dicembre 2012  con un evento in memoria di Ambrogio Pozzi, prematuramente scomparso il 20 luglio 2012.



Gianni VenezianoGianni Veneziano. (Molfetta - Bari, 1953) Architetto e designer, nel 1979 consegue la laurea in architettura a Firenze, con una tesi di laurea sperimentale sul «Disegno di Architettura e Architettura disegnata» con Adolfo Natalini, temi centrali per opere che espone in gallerie e musei. Dal 1979-81 fondamentale per la sua crescita è stata l’esperienza americana,nell’ambito del dibattito architettonico in relazione alla nascita del «movimento Post- moderno», che ha plasmato la sua prima esperienza architettonica. Nel 1984 fonda a Milano con Prospero Rasulo «Oxido» la Galleria del Progetto Arte, Architettura che in seguito diventerà il marchio di fabbrica «Oxido Zoo». Molte le collaborazioni con aziende tra cui: Gervasoni, Lumi, Sisal, Barovier e Toso, Ortolan, Fatto ad Arte, Fine Factory e altre. Ha tenuto lezioni in molte scuole di design e accademie.Il suo lavoro è presente in diverse gallerie e musei. Dall'incontro con Luciana Di Virgilio, nel 2008 nasce VenezianoTeam, ovvero lo studio V+T composto da un team creativo di professionisti e «pensatori concettuali» con competenze specifiche e complementari capaci di interagire in molteplici situazioni progettuali, restructuring, interior design, industrial design, graphic design, exhibition and management design. Il lavoro dello studio esplora i diversi ambiti della progettazione per fornire soluzioni «di forte impatto emozionale» con particolare attenzione alle strategie di comunicazione integrata, in un processo unico di creatività, passione, tecnologia e pensiero strategico. La filosofia dello studio vede il concetto di funzionalità libero di definire forme e strutture, in modo semplice ed intuitivo mantenendo uno spirito fortemente artistico aperto alla sperimentazione e alla contaminazione a 360 gradi, importante è il connubio tra esperienza e innovazione. Il lavoro dello studio è presente sulle più importanti riviste di settore e in occasione di fiere nazionali e internazionali. Inoltre rilevante è l’attività di curatori di mostre sul tema del design tra cui «il segno dei designer» per la Triennale di Milano, una collezione donata da Gianni Veneziano, diventata un fondo della collezione permanente del Triennale Design Museum.



Storie di terre e di progetti. Gianni Veneziano
Museo Richard-Ginori - Manifattura di Doccia
via Pratese 31 - Sesto Fiorentino | Firenze
 1 dicembre 2012 | ore 16.00 
Info:
phone 055 4200767
terreprogetti@gmail.com

Storie di terre e di progetti. Emmanuel Babled, Auditorium Design Campus - Corso di Laurea Disegno Industriale via S. Pertini 93 - Calenzano | Firenze, 23 novembre 2012 | ore 15.00Venerdì  23 novembre 2012 | ore 15.00  presso l'Auditorium del Design Campus in via S. Pertini 93 a Calenzano, con la prestigiosa presenza di Emmanuel Babled si avvierà la ripresa autunnale del lungo ciclo dedicato al rapporto tra ceramica e progetto dal titolo Storie di terre e di progetti – a cura di Stefano Follesa, Oliva Rucellai, Angela Muroni, Alessio Sarri e Giulia Gigli.
L'incontro con Emmanuel Babled sarà introdotto da Vincenzo Legnante e moderato da Elisabetta Cianfanelli e Stefano Follesa.
Il ciclo – che proseguirà con l'incontro con Gianni Veneziano il  1° dicembre 2012  in sostituzione del previsto incontro con Antonia Campi – si concluderà il  14 dicembre 2012  con un evento in memoria di Ambrogio Pozzi, prematuramente scomparso il 20 luglio 2012.



Emmanuel BabledEmmanuel Babled. (Ambilly - Francia, 1967) Ha studiato all’Istituto Europeo di Design dove si è laureato in Industrial Design nel 1989. Nel 1992 ha fondato l’Emmanuel Babled Studio, cominciando un’attività indipendente. Dal 1995 ha sviluppato molti progetti con materiali diversi, dal vetro ai tessuti, dalle luci al marmo, creando sia pezzi unici che edizioni limitate, alcune prodotte autonomamente, altre con marchi prestigiosi come Baccarat (F), Covo (I), Idée Co. Ltd (J), Laurent Perrier (F), Rosenthal (D), Venini (I), Magis (I), Felice Rossi (I), Vistosi (I), Kundalini (I), Viceversa (HK), Giannini (I), DuPont deNemours (F), Crea diffusion (F), Oluce (I), Gedy (I), Superego (I), Outlook Zelco (I) and I+I (I).
L’approccio al design di Emmanuel Babled si fonda sull’idea che un buon progetto nasce dal contatto diretto e dalla presenza fisica nel territorio in cui viene prodotto. Osservare i materiali e le tecniche nel loro ambiente autentico e sviluppare una sensibilità per luoghi e condizioni sociali è diventata parte integrante del suo metodo di lavoro. Non a caso, l’atteggiamento verso il design di Babled è stato influenzato da 15 anni di esperienza con i soffiatori di vetro di Murano. Si tratta però di un lavoro che non si limita a celebrare la tradizione, ma che punta piuttosto a un mix unico di poetica contemporanea e carattere transculturale.
Dal suo primo contatto con Venini nel 1992, Babled ha prodotto molte collezioni in vetro soffiato a mano che sono state ampiamente esposte in gallerie e musei internazionali.
Dopo molti anni vissuti a Milano, nel 2010 lo Studio Babled si è traferito ad Amsterdam dove studio continua ad offrire i suoi servizi in product design, interior design, graphic design e art direction.



Storie di terre e di progetti. Emmanuel Babled
Auditorium Design Campus - Corso di Laurea Disegno Industriale via S. Pertini 93 - Calenzano | Firenze
 23 novembre 2012 | ore 15.00 
Info:
Museo Richard-Ginori - Manifattura di Doccia
Sesto Fiorentino
phone 055 4200767
museo@richardginori1735.com

Philippe Daverio presenta «Architettura di Ceramica - La genesi di un'idea», AND - Rivista di architetture, città e architetti + DNA associazione culturale, 5 luglio 2012 | ore 18.30-22.00 | via XX settembre, 98-100 | I-50129 Firenze Giovedì 5 luglio 2012 a partire dalle ore 18.30, in via XX Settembre 98-100 a Firenze, la rivista "AND" + l'Associazione Culturale DNA promuovono l'evento multimediale Architettura di Ceramica - La genesi di un'idea, serata alla quale è previsto l'intervento di Philippe Daverio volto ad illustrare il rapporto fra l'idea ed il progetto.
Nel corso della serata sarà presentato in anteprima il video «Architettura di Ceramica - La genesi di un'idea», nato da una collaborazione fra DNA, Confindustria Ceramica, Cersaie, Ceramics of Italy, Università di Firenze Facoltà di Architettura e che intende testimoniare, attraverso un racconto per immagini e parole, il lavoro svolto da 14 giovani futuri architetti alle prese con un progetto urbano di riqualificazione attraverso un prodotto estremamente versatile quale la ceramica.

Durante la serata sono inoltre previsti interventi di:

Paolo Di Nardo - DNA associazione culturale
Saverio Mecca - Preside Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Firenze
Franco Manfredini - Presidente Confindustria Ceramica
Aldo Colonetti - Direttore Scientifico IED Italia

Architettura di Ceramica - La genesi di un'idea
AND - Rivista di architetture, città e architetti
DNA associazione culturale
 5 luglio 2012 | ore 18.30-22.00 
via XX settembre, 98-100 | I-50129 Firenze
phone 055 582401 | fax 055 582401
www.and-architettura.it

Design 4x100: quattro incontri sul design contemporaneo italiano, Spazio YAP | MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo: Giulio Iacchetti con Elia Mangia, Odoardo Fioravanti con Sovrappensiero e Tommaso Caldera, Silvana Angeletti e Daniele Ruzza con Gabriele Rosa, Lorenzo Palmeri con Francesca Lanzavecchia e Marco Marzini Undici designer per quattro incontri al MAXXI, due generazioni a confronto raccontano la loro idea di design: è DESIGN 4X100 il ciclo di appuntamenti a cura di Domitilla Dardi, organizzati dal MAXXI Architettura diretto da Margherita Guccione, in occasione dell’installazione estiva YAP MAXXI 2012 e coprodotti da MAXXI e ADI Lazio.
Dal 19 giugno al 10 luglio 2012, designer affermati come Giulio Iacchetti, Odoardo Fioravanti, Lorenzo Palmeri, Silvana Angeletti e Daniele Ruzza saranno protagonisti di 4 incontri della durata di 100 minuti ciascuno. Ognuno di loro ha scelto e invitato un giovane designer emergente a uno scambio di riflessioni su cosa e come si fa design oggi, in particolare in Italia.
Elia Mangia, Sovrappensiero e Tommaso Caldera, Gabriele Rosa, Francesca Lanzavecchia e Marco Marzini saranno chiamati a dare una breve descrizione del loro lavoro agli esordi e «intervistati» direttamente dal protagonista dell’incontro, attraverso a uno scambio incrociato di domande che creerà un vero dialogo tra generazioni di progettisti.
4x100 si riferisce al numero e alla durata degli incontri, ma è anche il nome della più spettacolare delle gare a staffetta dell’atletica leggera. L'idea del ciclo di conferenze è infatti quella di avere testimonianza diretta del lavoro di alcuni tra i più interessanti designer del momento, ma anche di ristabilire la distinzione tra la generazione dei designer già affermati e quella degli esordienti, così che gli uni passino il testimone di «giovani» progettisti agli altri.



domitilla dardiDomitilla Dardi. (Roma, 1970) Laureata in storia dell’arte e dottore di ricerca in storia e critica dell’architettura, da diversi anni ha concentrato i suoi interessi di studio e ricerca sulla storia del design.
Dal 2003 al 2007 ha insegnato Storia del disegno industriale e Storia dell’arte contemporanea presso la Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno (UNICAM).
Dal 2007 collabora col MAXXI-Architettura e dal 2010 ne è curatore per il design.
Dal 2007 è docente di Storia del Design nei corsi triennali e nel settore Master dell’Istituto Europeo del Design di Roma.
Dal dicembre 2009 è delegata alla cultura dell’ADI Lazio.
Conduce corsi di formazione, si occupa di ricerca e consulenza per diverse aziende del settore e svolge attività come copywriter.
Dal 2010 è nella redazione di Flash Art Design e membro di A/I/S/Design - Associazione Italiana Storici del Design.
Suoi articoli sono apparsi su riviste di architettura e design internazionali ed è autrice di numerosi libri, tra i quali: Achille Castiglioni (Testo e Immagine, Torino, 2001), Il Design di Alberto Meda. Una concreta leggerezza (Electa, Milano, 2005), Il Campus Vitra, una collezione di Architetture (con F. Argentero, Meltemi Editore, 2007), Lampade e Negozi 2 (Federico Motta editore, 2007), Il design in 100 oggetti (Federico Motta, 2008), Interior Yacht Design. Abitare tra cielo e acqua (con M. Paperini, Electa, Milano, 2009), Universo Rietveld (con M. Casciato, 2011), Il design del bagno nella cultura di impresa (con C. Martino, 24 ore cultura, 2011), Eero Saarinen (24 ore cultura, 2011).
Vive e lavora a Roma.




 DESIGN 4X100 – PROGRAMMA 

 martedì 19 giugno 2012 | ore 20.00 
introduce Domitilla Dardi
Giulio Iacchetti incontra Elia Mangia



Giulio IacchettiGiulio Iacchetti. (Castelleone - Cremona 1966) Progettista e insegnante universitario. Nel 2001, con Matteo Ragni, vince il Compasso d’Oro per la posata multiuso biodegradabile Moscardino che nello stesso anno entra anche a far parte dell’esposizione permanente del design al MoMA di New York. Attualmente è impegnato nella direzione artistica per importanti realtà produttive e continua a dedicarsi alla ricerca e alla promozione di designer indipendenti.





Elia MangiaElia Mangia. Studia presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra e presso l'Istituto Europeo di Design di Milano. Nel 2007 apre il proprio studio a Milano, occupandosi di interior e industrial design per clienti come Bosa, Cir SpA, Dilmos, Foundry, Gaggia, Nespresso, Saeco, Schiffini, Skitsch e altri. Dal 2008 è docente di progettazione presso l'Istituto Europeo di Design di Milano.




 martedì 26 giugno 2012 | ore 20.00 
introduce Domitilla Dardi
Odoardo Fioravanti incontra Sovrappensiero e Tommaso Caldera



Odoardo FioravantiOdoardo Fioravanti. (Roma 1974) Docente presso il Politecnico di Milano, lo IUAV di Treviso, l’Università di San Marino, l’Istituto Marangoni, la Scuola Politecnica di Design, la Domus Academy, HEAD Genève. Nel 2010 espone la mostra personale Industrious Design presso il Design Museum della Triennale di Milano. Nel 2011 vince il Compasso d’Oro ADI con la sedia in legno curvato Frida di Pedrali. Nel 2003 ha fondato l’Odoardo Fioravanti Design Studio e sviluppa progetti per diverse aziende italiane e internazionali.





SovrappensieroSovrappensiero. Nasce a Milano nel 2007 dal sodalizio di Lorenzo De Rosa (1985) ed Ernesto Iadevaia (1982). Presentano il loro innovativo progetto design for blind people al Salone Satellite del 2008 e da allora seguono un percorso di sperimentazione. I riscontri ottenuti presso manifestazioni e appuntamenti per designer emergenti, aprono la strada a collaborazioni con diverse aziende come Manerba con il progetto di ricerca Office+Retrofit che partecipa quest’anno all’ADI Design Index per il Compasso d’Oro.





Tommaso CalderaTommaso Caldera. (Pavia 1986) Si laurea nel 2012 in Disegno Industriale al Politecnico di Milano. Lavora per 3 anni, dal 2008 al 2011, nello studio di Odoardo Fioravanti per poi approdare nel 2012 a New York, nello studio di Jonathan Olivares. Nel 2011 comincia la collaborazione con aziende italiane del design come Dorelan e Valsecchi1918 che lo porta a presentare i suoi primi prodotti da designer indipendente al Salone del Mobile 2012.




 martedì 3 luglio 2012 | ore 20.00 
introduce Domitilla Dardi
Silvana Angeletti e Daniele Ruzza con Gabriele Rosa



Silvana Angeletti e Daniele RuzzaSilvana Angeletti e Daniele Ruzza. (Rieti 1969 e Roma 1967) Specializzati in disegno di oggettistica da tavola avviano un’importante collaborazione con la Fratelli Guzzini ricevendo un Design Plus nel 2009 e un Good Design nel 2010. Lavorano anche per il bathroom design con le più importanti aziende di settore. All’attività di progettisti si aggiunge la direzione creativa per GSI e Azzurra sanitari in ceramica. Dal 2010 sono docenti presso lo IED di Roma e dal 2012 tengono un laboratorio di disegno Industriale presso l'Università di Camerino, Scuola di Architettura e Design.





Gabriele RosaGabriele Rosa. (Roma 1982) Durante studi in Design Industriale compie le prime esperienze in comunicazione e visual marketing per aziende d’arredamento d’alta gamma e con rinomati studi di architettura. Nel 2008 disegna il suo primo prodotto per Zanotta ed avvia la sua attività sul furniture design. Ottiene riconoscimenti e visibilità internazionale grazie a progetti innovativi e dal forte impatto espressivo. Il divano Party, prodotto da Zanotta nel 2012 conferma la sua posizione di rilievo tra i giovani designer.




 martedì 10 luglio 2012 | ore 20.00 
introduce Domitilla Dardi
Lorenzo Palmeri incontra Francesca Lanzavecchia e Marco Marzini



Lorenzo PalmeriLorenzo Palmeri. (Milano 1968) E' attivo nei campi del design, dell’architettura di interni, dell’insegnamento, della composizione e produzione musicale. Ha studiato con Bruno Munari e Isao Hosoe con il quale ha collaborato per anni. Insegna dal 1997 presso scuole di design nazionali e internazionali. Ha curato numerose mostre come art director e scritto colonne sonore per teatro e installazioni, collaborando con musicisti come Saturnino e Franco Battiato.





Francesca LanzavecchiaFrancesca Lanzavecchia. (Pavia 1983) ha lavorato nel dipartimento di Advanced Design di Decathlon (Lille- France), si è specializzata alla Design Academy di Eindhoven sotto la direzione di Gijs Bakker. Nel 2009 con il designer di Singapore Hunn Wai ha vinto il premio Time to design new talent award conferito dal Ministero Danese della Cultura con il progetto SpazialeSerie. Oggi lavora in collaborazione con Hunn Wai nello studio Lanzavecchia + Wai.





Marco Marzini. Nel 2008 collabora con Lorenzo Palmeri nello sviluppo di Ast (strumento musicale digitale in Corian) e con Mumble Mumble, laboratorio resine creative, con cui progetta la lampada Kafka esposta al Salone del Mobile 2009 presso lo showroom Gobbetto. Nel 2011 presenta con Giovanna Castiglioni il progetto itinerante A casa Castiglioni. E' cultore della materia al Politecnico di Milano nei laboratori di teoria e pratica del progetto e dottorando presso Udr. RED_Ricerche per l'ergonomia e il design.




MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Spazio YAP

19 giugno 2012 | Giulio Iacchetti incontra Elia Mangia
26 giugno 2012 | Odoardo Fioravanti incontra Sovrappensiero e Tommaso Caldera
03 luglio 2012 | Silvana Angeletti e Daniele Ruzza con Gabriele Rosa
10 luglio 2012 | Lorenzo Palmeri incontra Francesca Lanzavecchia e Marco Marzini
piazza del MAXXI, ore 20.00
phone 06 399.67.350
info@fondazionemaxxi.it

http://www.fondazionemaxxi.it

Meet Strategic Design è il titolo di una serie di conferenze sulle differenti interpretazioni del Design Strategico, ideate da Francesco Zurlo, direttore del Master in Strategic Design e professore associato al Politecnico di Milano, e realizzate in collaborazione con la DesignLibrary.
Le conferenze sono tenute da ex-studenti e da professionisti del design strategico e stimolati da «discussant» selezionati dal mondo accademico e professionale dell’innovazione.

RELATORI e CONFERENZE:
«Strategic design as branding»:  22 Maggio ore 21.15 
intervengono (conferenza tenuta in inglese):
Giacomo Colombo (Client manager in CB’a design solutions)
Paolo Ciuccarelli (Dipartimento INDACO, Politecnico di Milano)

«Strategic Design as experience design»:  29 Maggio ore 21.15 
intervengono (conferenza tenuta in italiano):
Cristina Favini (Design area director at Logotel)
Stefano Maffei (Dipartimento INDACO, Politecnico di Milano)

«Strategic Design as trend research»:  5 Giugno ore 21.15 
intervengono (conferenza tenuta in inglese):
Elena Ghiretti (Senior Strategic Planner at RobilantAssociati)
Giulio Ceppi (Dipartimento INDACO, Politecnico di Milano e Managing director di Totaltool)

«Strategic Design as entrepreneurship»:  12 Giugno ore 21.15 
intervengono (conferenza tenuta in inglese):
Ludovico Annoni (Founding Partner di TWG Consulting)
Paolo Zanenga (Founding Partner di TWG Consulting)

«Strategic Design as social sustainability»:  19 Giugno ore 21.15 
intervengono (conferenza tenuta in inglese):
Fiona Bennie (Head of Sustainability at Dragon Rouge)
Anna Meroni (Co-direttore del Master in Strategic design e Dipartimento INDACO, Politecnico di Milano)

DesignLibrary
Via Savona 11 - 20144 Milano
phone 02 89421225
www.designlibrary.it
anna.consolati@polidesign.net
www.polidesign.net
Lezioni di design: Aurelio Magistà, Patrizio Bianchi, Alberto Alessi | Aula Magna ISIA di Faenza - corso Mazzini 93 - FaenzaAnche quest'anno l'ISIA di Faenza si trasforma in Università Aperta e apre le porte della sua Aula Magna al pubblico per proporre un ciclo di tre conferenze intitolato Lezioni di design. Si parte giovedì 3 maggio, alle ore 18, con Aurelio Magistà, direttore del supplemento mensile di La Repubblica Casa&Design e docente di storia del giornalismo, che analizzerà Il design dei giornali. Si prosegue giovedì 10 maggio, sempre a partire dalle 18, quando salirà in cattedra Patrizio Bianchi, assessore regionale a scuola, università e lavoro, nonché docente di economia all'università di Ferrara, ateneo di cui è stato rettore fino al 2010. L'economista disserterà su un tema di stringente attualità Il punto della crisi. Il terzo appuntamento è per venerdì 18 maggio, alle 18, con un autentico pezzo di storia del gusto e dell'imprenditoria patria: Alberto Alessi narrerà al pubblico La storia dell'Alessi e il fenomeno delle fabbriche del design italiano. I tre incontri, gratuiti e aperti a tutti, si propongo di svelare il mondo del disegno industriale ai non addetti ai lavori. Conoscere il design, spesso indicato come pietra miliare del Made in Italy, è infatti uno strumento per meglio comprendere il mondo che ci circonda. Perché il design è, letteralmente, ovunque: dal quotidiano che state leggendo al cellulare con cui chiamate, passando per le bottiglie di acqua minerale al volante della vostra auto. E conoscerlo significa scoprire la figura del designer che, silenziosamente, lavora per migliorare la nostra vita.

I RELATORI
Aurelio Magistà, piemontese, da oltre vent'anni è giornalista di La Repubblica di cui cura le pagine dedicate al design. Dirige il supplemento mensile Repubblica Casa&Design. Docente alla Sapienza di Roma di Storia del giornalismo, innovazione e analisi dei modelli giornalistici ha pubblicato "Dolce vita gossip" e "L'Italia in prima pagina", entrambi pubblicati da Bruno Mondadori Editore.

Patrizio Bianchi, ferrarese, classe 1952, è assessore della Regione Emilia-Romagna con delega alla Scuola, Formazione professionale, Università e Ricerca, Lavoro. Economista, laureatosi con Romano Prodi, è professore di Economia Applicata all'Università di Ferrara, di cui è stato rettore dal 2004 al 2010. La sua attività di ricercatore è incentrata sulle politiche per lo sviluppo industriale. Ha al suo attivo più di 200 pubblicazioni.

Alberto Alessi è nato nel 1946 ad Arona (No). Primogenito di Carlo è il primo della terza generazione di Alessi, azienda fondata nel 1921. Dopo la laurea in legge alla Cattolica di Milano entra nell'azienda di famiglia occupandosi della parte commerciale, dei nuovi prodotti e della comunicazione. Attualmente è presidente di Alessi spa.

Aula Magna ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche
corso Mazzini 93 - Faenza
www.isiafaenza.it | tel. 0546/22293

Ben quattro gli eventi +DESIGN previsti in occasione della 76° edizione della Mostra Internazionale dell’Artigianato in corso alla Fortezza da Basso di Firenze dal 21 al 29 aprile 2012.
Ideato e promosso dall’Area Design della Facoltà di Architettura di Firenze – direzione scientifica di Francesca Tosi e Giuseppe Lotti, direzione artistica di Stefano Follesa e Alessandra Rinaldi –, +DESIGN, si articola infatti in un convegno (Teatrino Lorenese, 23-24 aprile), una mostra (Padiglione Cavaniglia, 21-29 aprile), un workshop progettuale con studenti delle scuole di Design fiorentine (Padiglione delle Nazioni, 21-28 aprile) e una sezione dedicata alle autoproduzioni di giovani designer (Padiglione delle Nazioni, 21-29 aprile).



 MOSTRA +DESIGN
+DESIGN - Mostra TematicaLa mostra, coordinata da Francesca Tosi, è ospitata presso il Padiglione Cavaniglia dal 21 al 29 aprile ed è divisa in tre sezioni:
1) Artigianato e Luoghi del saper fare, a cura di Stefano Follesa; 2) Artigianato e Altrove, a cura di Giuseppe Lotti; 3) Artigianato Impresa e Innovazione, a cura di Alessandra Rinaldi.

allegati:
  • scarica documento .pdf +DESIGN Mostra Tematica (.pdf)

  •  WORKSHOP +DESIGN
    +DESIGN - WorkshopNel Padiglione delle Nazioni, dal 21 al 28 aprile, il «workshop» Il tessile per l’arredo fra tradizione ed innovazione (organizzato da Università degli Studi di Firenze, Area Design, Firenze Fiera e con il contributo di CSM |centro sperimentale del mobile e dell’arredamento e NEXT Technology) è a cura di: Giuseppe Lotti con Gianpiero Alfarano e Laura Giraldi (collaboratori: Donata Mariasole Betti, Gianni Garaguso). Sono previsti gli interventi di: Irene Burroni, Alessandro Ubertazzi, Elisabetta Benelli, Elisabetta Cianfanelli, Solitario Nesti.

    allegati:
  • scarica documento .pdf +DESIGN Workshop (.pdf)

  •  AUTOPRODUZIONI +DESIGN
    +DESIGN - AutoproduzioniAutoproduzioni di giovani designer è l'evento espositivo – a cura di Stefano Follesa e Alessandra Rinaldi (collaboratori: Alessia Brischetto, Valentina Frosini) – che nel Padiglione delle Nazioni, dal 21 al 29 aprile mette in mostra gli oggetti di: Martina Airola Tavan, Emilio Baria, Francesca Braga Rosa, Irene Bruni, Lorenzo Busembai, Valentina Cangiamila, Linda Carlocchia, Riccardo Carnesciali, Elisa Carpenzano, Francesca Casu, Gwladys Chemin, Daniela Ciampoli, Riccardo Conte, Luca Corretti, Cristina D’Apollonio, Luana Di Liberto, Sheila Fascietto Sivillo, Stefania Frezzini, Valentina Frosini, Rolando Gambini, Matilde Gelli, Stefano Giovannini, Golnar Gorgin, Valentina Guerrieri, Lacrime d’Arte, Diana Lombardi, Marco Marseglia, Luisa Oliva, Sebastiano Pelli, Sara Piccioli, Elisa Polidori, Stefano Prinzivalli, Alessia Puntillo, Caterina Rosa, Andrea Salerno, Meri Seto, Keita Seto, Naoyo Seto, Emilia Siano, Giovanni Tallini, Vanessa Torlai, Moreno Vannini, Ivano Vianello, Stefano Visconti, Barbara Zicaro.

    allegati:
  • scarica documento .pdf +DESIGN Autoproduzioni (.pdf)

  •  CONVEGNO +DESIGN
    +DESIGN - ConvegnoCon il coordinamento scientifico di Francesca Tosi in collaborazione con Giuseppe Lotti (Università degli Studi di Firenze) e la direzione artistica di Stefano Follesa e Alessandra Rinaldi, il convegno (organizzato presso il Teatrino Lorenese dal 23 al 24 aprile) intende porre a confronto i pareri dei diversi ambienti progettuali, formativi e industriali circa il ruolo competitivo che potrebbe avere, sul sistema produttivo italiano, la valorizzazione del «sapere artigiano» e del «saper fare» come patrimonio dell’impresa e come elemento strategico dei processi di innovazione.

    Sono previste due giornate di studio; la prima a carattere generale nella quale verranno affrontati i temi guida dell’edizione, la seconda a carattere specifico, dedicata ad approfondimenti sulle possibili e concrete linee di sviluppo del rapporto artigianato/design/innovazione.

    allegati:
  • scarica documento .pdf +DESIGN Convegno (.pdf)

  •  CONVEGNO +DESIGN: PROGRAMMA
    GIORNATA DI APERTURA
    Lunedì 23 aprile 2012
    9.30-13.00 | 14.00-17.00
    Le conoscenze specifiche dei materiali e delle tecniche, la capacità creativa, l’eccellenza delle lavorazioni, la conoscenza sedimentata della tradizione e la capacità di innovazione, si inseriscono oggi nelle logiche di innovazione proprie delle imprese maggiormente strutturate a livello di marketing, comunicazione, servizi offerti, capacità di aggredire i mercati.
    Inoltre, sempre più frequenti sono i casi di aziende di piccola dimensione che, lavorando in proprio o collaborando con successo con imprese maggiormente strutturate, sono in grado di realizzare prodotti di eccellenza e/o lavorazione di altissima qualità, dalle quali dipende la competitiviltà e il successo dell’intero sistema produttivo territoriale.

     10.00  Registrazione

     10.15  Apertura del Convegno:
    Leonardo Sorelli,
    Amministratore delegato Firenze Fiera
    Francesca Tosi,
    Università di Firenze, coordinatrice del Progetto + Design

     10.30 – 11.00  Saluti:
    Gianfranco Simoncini,
    Assessore alle attività produttive Regione Toscana
    Dario Nardella, Vicesindaco di Firenze

     11.00 – 13.00  Prima Sessione
    Coordina: Massimo Ruffilli, Presid. CdL Magistrale in Design
    Marco Bellandi,
    Università di Firenze, Prorettore al trasf. Tecnologico
    Saverio Mecca,
    Università di Firenze, Preside Facoltà di Architettura
    Ivan Malavasi, Presidente nazionale CNA
    Natalino Giorgio Guerrini, Presidente nazionale Confartigianato
    Medardo Chiapponi,
    Istituto Univers.di Venezia/Presidente Conferenza dei Presidi Disegno Industriale
    Stefano Micelli, Università di Venezia

     13.00 – 14.00  Buffet

     14.00 – 16.00  Seconda Sessione
    Coordina: Vincenzo Legnante, Presid. CdL in Disegno Industriale
    Benedetta Spadolini, Università di Genova
    Sebastiano Bagnara, Università di Sassari
    Micaela Le Divelec Lemmi,
    Vice Presidente e Direttore Finanziario Gucci
    Mario Buono, Università di Napoli
    Claudio Germak, Politecnico di Torino
    Marco Bettiol, Università di Padova

     16.00 – 17.00  Dibattito

     CONVEGNO +DESIGN: PROGRAMMA
    SECONDA GIORNATA
    Martedì 24 aprile 2012
    9.30-13.30 | 14.30-17.30

     9.30  Apertura della seconda giornata:
    Marco Masi, Dirigente Area Ricerca, Regione Toscana
    Stefano Pirrone, Presidente ADI Toscana

     10.00 – 11.30  Prima Sessione:
    Artigianato e luoghi del saper fare

    La sessione è dedicata ad una indagine sul rapporto tra progetto e identità locali attraverso esempi di aziende il cui successo è legato allo stretto rapporto con i luoghi, le conoscenze ed i saperi che questi sono in grado di esprimere.
    L’analisi verrà estesa a settori merceologici complementari (agroalimentare, moda) nei quali il rapporto con le risorse dei territori ha generato nuovi modelli di sviluppo pur nel rapporto con la società globale.

    Coordina: Stefano Follesa - Università di Firenze
    Alessandro Ricceri, Artex
    Giuseppe Furlanis,
    Presidente Consiglio Nazionale Alta Formazione MIUR
    Marco Magni, Architetto
    Giulia Ciuoli, Artigiana
    Carlo Bimbi, Designer - Vice Presidente ADI Toscana

     11.30 – 12.00  Coffee break

     12.00 – 13.30  Seconda Sessione:
    Artigianato Impresa Innovazione

    Il Design come approccio strategico ed il saper fare, uniti alla voglia di sperimentare nuove strade per le proprie conoscenze sui materiali e sulle tecniche di produzione, stanno portando alla nascita di giovani imprese d'eccellenza, con origini radicate nella tradizione artigiana, che si distinguono nel mondo per qualità ed innovatività, tipiche del Made in Italy. La sezione è dedicata ad approfondire tali aspetti attraverso la visione di professionisti e di aziende che rappresentano casi di successo.

    Coordina: Alessandra Rinaldi - Università di Firenze
    Gilberto Corretti, Architetto Designer
    Alessio Sarri, Artigiano
    Leone Pecchioli, Pecchioli Ceramiche
    Doriano Mattellone, W-Eye Srl
    Alessandro Belli, Architetto Designer

     13.30 – 14.30  Buffet

     14.30 – 16.00  Terza Sessione:
    Artigianato e reti di conoscenze

    Se è vero che il rapporto con il territorio appare un valore aggiunto in un’epoca di globalizzazione, è altrettanto vero che questo va inteso in un’ottica di apertura culturale all’interno di reti interconnesse di conoscenze e saperi.
    Nella sessione saranno presentati esempi di aziende di successo che, muovendo da capacità creative e produttive proprie dei territori di riferimento hanno creato sinergie con realtà vicine e lontane, centrali e periferiche e attraverso queste hanno ottenuto importanti ricadute in termini competitivi.

    Coordina: Giuseppe Lotti - Università di Firenze
    Giuseppe Bianchi,
    Centro - Polo di Competenza per gli Interni
    Mauro Lombardi, Università di Firenze
    Maria Pellerano, Designer
    Franco Ceccotti, Ceccotti Collezioni
    Edoardo Perri, Designer

     16.00 – 17.00  Dibattito e Conclusioni

    76° ART Mostra Internazionale dell’Artigianato
    Fortezza da Basso - Firenze

    +DESIGN Convegno
    Artigianato/Design/Innovazione
    Le nuove prospettive del «saper fare» come patrimonio di qualità per la competitività del Made in Italy

    Fortezza da Basso | Teatrino Lorenese
    23 aprile 2012
    9.30-13.00 | 14.00-17.00
    24 aprile 2012
    9.30-13.30 | 14.30-17.30

    +DESIGN Mostra tematica
    Artigianato e Luoghi del saper fare
    Artigianato e Altrove
    Artigianato Impresa e Innovazione
    Fortezza da Basso | Padiglione Cavaniglia
    21-29 aprile 2012

    +DESIGN Workshop
    Il tessile per l’arredo fra tradizione ed innovazione
    Fortezza da Basso | Padiglione delle Nazioni
    21-28 aprile 2012

    +DESIGN Autoproduzioni
    Autoproduzioni di giovani designer
    Fortezza da Basso | Padiglione delle Nazioni
    21-29 aprile 2012

    BASETALKS(!), 23 marzo - 27 aprile 2012 | VIA SAN NICCOLÒ 18R / 50123 FIRENZEBASETALKS(!) consiste in una serie di incontri con altre associazioni indipendenti e non profit, italiane ed internazionali. In questo primo ciclo cinque talks si svolgeranno all'interno della mostra di Lawrence Weiner, Never so much / mai così tanto in corso presso Base / progetti per l’arte di Firenze. L'opera di uno dei protagonisti dell’arte concettuale diviene un luogo fisico per stabilire un dialogo non solo tra la vita culturale cittadina e le ricerche internazionali più interessanti, ma anche con le nuove realtà del non profit ideate da artisti e attive adesso in Italia: Gum studio, Carrara-Torino; Brown project space, Milano; 26 cc, Roma; Sottobosco, Venezia e Trastevere 259, Roma. Questo ciclo di incontri è il primo di una serie che prevede il coinvolgimento di altre realtà italiane (tra cui Peep Hole, Milano e Neon, Bologna per citarne alcune) e straniere (di Berlino, Londra, Parigi, New York) di spazi non profit e indipendenti gestiti da curatori.
    Base è nata nel 1998 per creare un luogo di incontro democratico in cui mettere in connessione la città con le ricerche di livello internazionale in un momento in cui il territorio fiorentino era privo di luoghi istituzionali. Gli spazi indipendenti di più recente fondazione, ospitati in questa rassegna, sono nati per mettersi al riparo dall’invadenza del mercato e dalle coercizioni del pensiero globale. Gli incontri di BASETALKS(!) oggi, hanno l’intenzione di innescare un nuovo dibattito e nuove riflessioni, attorno al ruolo dell’arte all’interno della società in cui si esprime e in particolare sui doveri, i diritti e il ruolo dello spettatore.

     Venerdì 23 marzo, alle 17,30, 26 cc 
    26 cc e' uno spazio indipendente per l'arte contemporanea nato dall'iniziativa e dalle riflessioni di un gruppo di giovani artisti e curatori, con lo scopo di proporre la cultura contemporanea sulla base della condivisione, della discussione delle idee e percorsi, in collaborazione con organizzazioni simili in Europa. 26 cc organizza ed ospita workshop, seminari, conferenze, mostre, rassegne ed eventi, ponendosi come punto focale, allo stesso modo luogo fisico e di idee da dove far partire percorsi, collegamenti, confronti e relazioni con le piu attuali ricerche in Italia e, soprattutto, all'estero.
    www.26cc.org

     Venerdì 30 marzo 2012, alle 17,30, Gum studio 
    GUM studio nasce nel novembre del 2008 a Carrara come uno spazio indipendente, gestito da artisti per gli artisti. Dall'autunno 2011 si sposta a Torino. Tra le mostre che ha prodotto ricordiamo quella degli artisti dell'est della generazione successiva a quella di Jirí Kovanda nel 2010, la mostra degli artisti degli spazi che partecipavano ad Artissima Lido a Torino nel 2011. La mostra che attualmente stanno ospitando è un progetto di Lucie Fontene.
    gumstudiomostre.blogspot.com

     Venerdì 13 aprile, alle 17,30, Brown project space 
    Brown Project Space è stato fondato nel 2008 a Milano, da Valentina Suma, Luca Francesconi e Luigi Presicce, direttore unico del progetto dal 2010. Concependo la curatela come disciplina alla pari del disegno o della scultura, le scelte direttive si sono orientate verso temi vicini alla loro ricerca da artisti, quali la spiritualità, la metafisica, l'alchimia e l'arte popolare.
    Tra le mostre ospitate ricordiamo nel 2011 Alik Cavaliere. La scultura, presa in sé, non esiste, a cura di Lorena Giuranna; Imparare a narrare il magico. Iris Touliatou e Jonatah Manno, presso Artissima Lido, Torino, e Fabrizio Prevedello, Fa un po' freddo ma non preoccuparti.
    brownprojectspace.tumblr.com

     Venerdì 20 aprile, alle 17,30, Sottobosco 
    Sottobosco è un progetto di condivisione, nato nel 2009, finalizzato alla creazione di una piattaforma indipendente per la progettazione culturale.
    Un modo di pensare, di progettare, di stare insieme e di produrre.
    Un'organizzazione orgogliosamente non profit che produce cultura senza scendere a compromessi.
    Un incubatore di idee e buone pratiche che agisce in modo cooperativo, lavorando sul campo: tra arte e vita quotidiana, in stretto contatto con i contesti, gli artisti e i cittadini.
    Da pochi mesi Sottobosco è anche uno spazio multifunzionale a Venezia, composto dallo studio di progettazione del collettivo, da una piccola officina di produzione per artisti che hanno bisogno di utensili, materiali e consigli per la produzione di opere, da L!brer!a un progetto dedicato alle produzioni editoriali pubblicate dalle realtà non profit italiane e infine da un punto di distribuzione di riviste gratuite e materiali informativi su eventi e progetti per la città.
    Lo spazio ospiterà incontri, letture, laboratori e proposte condivise e sarà anche il luogo dove si svolgeranno le Sottobosco Poetry Lectures e gli ShowDesk Venezia.
    www.sottobosco.net

     Venerdì 27 aprile, alle 17,30, Trastevere 259 
    Trastevere 259 è un'iniziativa partita, in collaborazione con Valentina Vetturi, i primi di aprile del 2009. Come racconta il fondatore, Cesare Pietroiusti: «avevo deciso di aprire il mio studio a occasioni di discussione, di incontro e, perché no, di divertimento. Il primo appuntamento fu una due-giorni che si intitolava Fecale, dedicata a Pier Paolo Pasolini e Piero Manzoni, con proiezioni di film, presentazione di opere e performance e finanche un catering, tutto sul tema della cacca. Poi ci sono state piccole mostre o azioni di artisti "outsider" come Fausto Delle Chiaie o Giuliano Nannipieri o Anna Scalfi, seminari "a numero chiuso" come quello con Francesco Matarrese, con Nicola Valentino o progetti di giovani artisti come quello Yuki Ichihashi, Vittorio Cavallini, Irina Kholodnaya e Enrico Vezzi e molto altro ancora. Non c'è alcuna regolarità negli appuntamenti, ma la disponibilità di uno spazio che, proprio nell'inevitabile interferenza con i materiali "personali" (l'archivio i libri ecc.) secondo me dimostra, una volta di più, quanto la pretesa di confinare l'arte contemporanea agli spazi presunti neutrali della galleria o del museo sia miope, o almeno fuori tempo».

    BASE / Progetti per l’arte. E' un’idea di artisti per altri artisti. BASE è un luogo unico per la pratica dell’arte in Italia, la cui attività iniziata nel 1998, viene curata da un collettivo di artisti che vivono e operano in Toscana e che si fanno promotori di presentare a Firenze alcuni aspetti, tra i più interessanti dell’arte del duemila. BASE è un dialogo sulla contemporaneità aperto ad un confronto internazionale. Attualmente fanno parte del collettivo di BASE / Progetti per l’arte: Mario Airò, Marco Bagnoli, Massimo Bartolini, Paolo Masi, Massimo Nannucci, Maurizio Nannucci, Paolo Parisi, Remo Salvadori. Fino adesso si sono tenute a BASE mostre di Sol Lewitt, Marco Bagnoli, Alfredo Pirri, Cesare Pietroiusti, Jan Vercruysse, Niele Toroni, Michael Galasso, Luca Pancrazzi, John Nixon & Marco Fusinato, Heimo Zobernig, Ingo Springenschmid, Paolo Masi & Pier Luigi Tazzi, Antonio Muntadas, Robert Barry, Luca Vitone, Gino De Dominicis, Liliana Moro, Claude Closky, Remo Salvadori, Pietro Sanguineti, Liam Gillick, Massimo Bartolini, Mario Airò, Eva Marisaldi, Rainer Ganahl, François Morellet, Bernhard Rüdiger, Nedko Solakov e Slava Nakovska, Olaf Nicolai, Giuliano Scabia, Kinkaleri, Steve Piccolo & Gak Sato, Rirkrit Tiravanija, Matt Mullican, Michel Verjux, Elisabetta Benassi, Pedro Cabrita Reis, Pietro Riparbelli, Simone Berti, Jeppe Hein, Gerwald Rockenschaub, Jonathan Monk, Peter Kogler, Carsten Nicolai, Surasi Kusulwong, Franz West, Tino Sehgal, Nico Dockx, Grazia Toderi, Armin Linke, Davide Bertocchi, Pierre Bismuth, Olivier Mosset, Stefano Arienti, Erwin Wurm, Thomas Bayrle, Christian Frosi e Diego Perrone, Hans Schabus che hanno presentato progetti inediti pensati per lo spazio di BASE.

    BASE / Progetti per l’arte
    Venerdì 23 e 30 marzo | 13, 20 e 27 aprile / 17.30
    INFO: +39 328 6927778 | +39 329 2298348 | +39 055 2207281 | FAX: +39 055 2207281
    VIA SAN NICCOLÒ 18R / 50123 FIRENZE
    info@baseitaly.org
    www.BaseItaly.org

    Simone Micheli, Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Simone Micheli. From the future to the past, Edizioni L'Archivolto, Milano 2012, 4 aprile 2012 | ore 18.00, Triennale di Milano - Salone d’onore (1° piano) Alla Triennale di Milano - Salone d’onore (1° piano) è prevista la presentazione dell'ultimo volume dedicato all'opera di Simone Micheli. Pubblicato da Edizioni L’Archivolto, Simone Micheli. From the future to the past è il voluminoso racconto (di quasi 700 pagine) denso d’immagini e focalizzato sul corpus di lavori che negli ultimi 20 anni ha realizzato il designer|architetto fiorentino.
    Un ritratto iperrealista della tarda giovinezza e prima maturità di un autore sovente scisso fra sogno e concretezza, aspirazioni espressive e realtà funzionali che mette a fuoco anche parte di una generazione e di un periodo storico (quello compreso fra il 1990 e il 2010) che è stato contraddistinto più dalla frammentarietà che da un linguaggio comune e condiviso.
    Un periodo difficile e critico anche perché, come ha notato Luca Molinari: «mettere a fuoco quello che è stato fatto fra il 1990 e il 2010, significa ricomporre il quadro di una complessa metamorfosi e incrociare una serie di circostanze che hanno determinato il passaggio fra il XX e il XXI secolo: la scomparsa dei grandi maestri, la decadenza del post modernismo, l’avvio del digitale, l’affermazione di una nuova generazione di architetti»
    (Luca Molinari, «Ailati: Italia scritta al contrario», atcasa.corriere.it/ Biennale2010/News/2010/08/26/ intervistamolinari, di Porzia Bergamasco, 26 agosto 2010).
    Oltre che dell'autore, From the future to the past è dunque anche il ritratto di una generazione «liquida», costantemente alla ricerca e in continuo movimento, ovvero costituita perlopiù da architetti «in progress» che perseguono, come ha notato lo stesso Micheli a colloquio con Stefano Follesa, un’architettura «rigenerabile, alterabile, ibrida, contaminata e contaminante, elastica, destinata a durare lustri e non millenni, sempre vicina al concetto di virtualità»
    (S. Follesa, Pane e progetto. Il mestiere di designer, Franco Angeli, Milano 2009).
    Alla Triennale di Milano, per la presentazione del libro dedicato ai venti anni di architettura, design ed interior design di Simone Micheli, oltre all'autore, interverranno:

  • Arturo Dell’Acqua Bellavitis,
    Presidente della Fondazione Museo del Design

  • Silvio San Pietro
    Editor e publisher | Edizioni L’Archivolto


  • Triennale di Milano - Salone d’onore (1° piano)
    Presentazione volume: Simone Micheli, Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Simone Micheli. From the future to the past
    Edizioni L'Archivolto, Milano 2012

    Viale Alemagna 6 - Milano
    4 aprile 2012 | ore 18.00
    ISBN 978-88-7685-190-2
    www.archivolto.com

    Silvia Cogo, David Dolcini, Alhambretto di Viviana Dell'Acqua e Francesco Feliziani, I giovedì del design, I giovedì del design giovedì 29 marzo 2012, alle ore 20.30 si conclude il secondo trimestre de «I giovedì del Design» con il ciclo "Vitamina D" in una serata dedicala completamente all'Autoproduzione, dando il benvenuto a quattro giovani designer emergenti: Silvia Cogo, David Dolcini e Alhambretto di Viviana Dell'Acqua e Francesco Feliziani.
    Vista la contemporaneità dell'argomento è stato chiesto a Valentina Croci – giornalista che collabora con periodici di design e architettura, membro dal 2009 della commissione tematica dell'ADI-Design per l'abitare – di selezionare tre giovani designer all'interno del portale www.designeyed.com: un contenitore che sostiene l'autoproduzione, promuovendone gli attori e i differenti valori rispetto alla produzione industriale favorendone così la diffusione.
    Modera la serata Valentina Croci affiancando i quattro giovani professionisti nella presentazione dei loro percorsi progettuali e stimolando il dibattito tra ospiti e pubblico.

     giovedì 29 marzo 2012 | ore 20.30 | Vitamina D 
    Speciale Autoproduzione
    Alhambretto, David Dolcini e Silvia Cogo
    Modera: Valentina Croci

     giovedì 22 marzo 2012 | ore 21.15 
    Progettare la complessità
    incontro|intervista di Valerio Castelli con Gabriele Pezzini
     Vedi anche: La serie destabilizzata. Design come progetto culturale ed educativo  

    DesignLibrary
    Via Savona 11 - 20144 Milano
    phone 02 89421225
    www.designlibrary.it

    NUOVO, Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza, ISIANUOVO è un evento culturale – sviluppato con il sostegno e il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza – nato nel 2011 per dare spazio e visibilità ad artisti multidisciplinari e diverse realtà italiane impegnate sul contemporaneo.
    Per questa seconda edizione il curatore – Marco Samorè – intende delineare attraverso precise scelte curatoriali la complessità che caratterizza l'attuale sperimentazione creativa, selezionando alcuni tra i più interessanti protagonisti della scena culturale italiana che da tempo operano, in varia misura e riconosciuta qualità, a livello internazionale.
    In opposizione alla visione settoriale che vede i diversi ambiti culturali separati tra loro, NUOVO vuole essere un luogo dai confini porosi e recepenti, una zona dove poter praticare l'esperienza dei differenti scenari estetici e stabilire rapporti di scambio tra le diverse discipline; coinvolgere attivamente il pubblico attraverso esposizioni, laboratori, tavole rotonde, momenti performativi e altri d'incontro. NUOVO vuole essere campo sensibile in cui poter sperimentare il contemporaneo in tutte le sue forme.
    Il programma di NUOVO, costruito in collaborazione con il DO – anima propulsiva della rassegna – prevede laboratori, conferenze, esposizioni di artisti, musicisti, designer e performer caratterizzati da uno approccio concettuale teso all'attraversamento dei linguaggi estetici.


    MOSTRE
    La parte espositiva comprende i lavori degli artisti visivi Sergia Avveduti, Andrea Magnani e Davide Savorani, l'installazione sonora Apoptosi, di Giovanni Lami, Lara Marangoni e Rossano Salvaterra (Miasma), i progetti realizzati dall'AISI, Associazione italiana Studenti e Diplomati ISIA, in occasione di A mne'arcord: Creative Workshop, e i risultati del laboratorio organizzato con gli studenti del I anno del CdL Magistrale in Moda, Università di Bologna – ZoneModa Rimini, sviluppato in collaborazione con Salima Arfoudi e i designer Giorgio Brato e Avant Toi. Zenzerozelante, collettivo di food designer composto da Giulia Casadio, Chiara Zaccarelli e Gabriele Berto, ogni sera alle 19.00 proporrà una personale ricerca progettuale sul cibo sviluppata in collaborazione con Slow food di Faenza e Brisighella.

    LABORATORI
    La collaborazione tra NUOVO e l'università faentina ISIA, vede quest'anno lo sviluppo di un laboratorio sulla grafica sperimentale che si svolgerà all'interno dei suoi spazi. Il workshop sarà condotto da Alessandro Gori, graphic designer e fondatore del progetto nomade Laboratorium.MMXII, un nucleo variabile di persone che sperimentano strategie e linguaggi all'interno dei processi di comunicazione, ed è aperto a un massimo di 15 partecipanti. Altri momenti rappresentativi e formativi saranno i laboratori organizzati dal DO, attraverso la molteplicità delle sue declinazioni, tra cui: Ricette per un universo caldo, di Giovanni Delvecchio e Anita Righi; Stupefatto, di Cristina Ghinassi e Valentina Paggio, e in parte saranno ideati e sviluppati dall'AISI, quali ad esempio: Serendipity di Mattia Fregola.

    CONFERENZE / PRESENTAZIONI
    Nodi centrali della rete di NUOVO sono poi le quattro piattaforme aperte alla discussione e alla relazione con il pubblico previste per sabato e domenica. Si inizia sabato 31 alle 17.00, con una tavola rotonda dedicata alle arti visive e al design di ultima generazione, e vedrà coinvolti Guido Bartorelli (Università di Padova) e Guido Molinari (Accademia di Belle Arti di Venezia) insieme agli artisti e ai designer presenti in mostra. Domenica 1 aprile, alle 11.30, è prevista invece la presentazione di Fruit of the Forest – Art and Design Magazine, con Michela Arfiero e Giordano Pozzi (fondatori), Alessandro Gori.Laboratorium (graphic designer), intervistati da Roberto Ossani (direttore ISIA, Faenza), occasione per indagare le nuove strategie linguistiche innescate dalla comunicazione interattiva; poi, alle 17.00, la tavola rotonda sui network culturali proporrà una riflessione sulle attuali strategie di produzione, comunicazione e diffusione messe in atto dai collettivi indipendenti: ospiti del dibattito saranno i responsabili dell'associazione DO – Nucleo culturale di Faenza, dell'organizzazione no profit O' di Milano e di XING, Bologna. Tutte le conferenze si terranno nell'aula magna dell'ISIA di Faenza, presso Palazzo Mazzolani, c.so Mazzini 93.

    NUOVO sarà accompagnato da tre appuntamenti musicali che si terranno al di fuori dagli spazi di Palazzo esposizioni e vedranno coinvolti alcuni punti chiave della “geografia culturale” della città: mercoledì 28 marzo anteprima al Clandestino con Child Abuse da New York e Staer dalla Norvegia, che presentano i loro live in bilico tra sonorità noise ed impro/jazz; in apertura la presentazione video di NUOVO realizzato da Francesco Mancin. Nel pomeriggio di Sabato 31 marzo, presso La Casa del Disco, showcase di Frei. Domenica 1 aprile, al MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche, concerto per chitarra di Gilbert Impérial.
    NUOVO fa parte del progetto Faenza Contemporanea, presentato dalla città nell'ambito delle “prove tecniche” a sostegno della candidatura di Ravenna e la Romagna a Capitale Europea della Cultura nel 2019.

    Operatori culturali coinvolti
    +A!, A.I.S.I., Associazione “Amici della Ceramica e del Museo Internazionale in Faenza”, Casa del Disco, Clandestino / Angusto, Compagnia IRIS, I.S.I.A. Faenza, Laboratorium.MMXII, Miasma Associazione Culturale, M.I.C., Museo Carlo Zauli, O' – Associazione no-profit, Rione Bianco, Scuola di Musica G. Sarti, Slow food – Faenza e Brisighella, Università di Bologna/ZoneModa Rimini, Xing – Network Culturale.
    Con il patrocinio del Comune di Faenza
    Con il sostegno di Banca di Romagna
    In collaborazione con DO – Nucleo culturale, TESCO, I.S.I.A. Faenza
    Media Partner Gagarin, Fruit of the Forest Art and Design Magazine

    PROGRAMMA Gli eventi di NUOVO si svolgono, dove non espressamente specificato, presso Palazzo Esposizioni

     Mercoledi 28 Marzo >> Anteprima 
    22.00 > c/o Clandestino
    Child Abuse (USA) /live, Staer (NOR) /live, Francesco Mancin /video installazione
    Giovedì 29 Marzo
     18.00 – 20.00 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com;
    www.nuovo.tw
     Venerdi 30 Marzo 
     14.00 – 18.00 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com;
    www.nuovo.tw
    18.00 INAUGURAZIONE
    Apertura mostre_visibili per tutta la durata dell'evento
    Esposizioni di: AISI, Sergia Avveduti, Canedicoda, Andrea Magnani, Miasma, Davide Savorani, ZoneModa – Rimini
    19.00 Zenzerozelante /food design_free snack
    19.30 Ottaven (I) /live performance
    22.00 Stargate (I), Dracula Lewis (I), Sewn Leather (USA) /live
     Sabato 31 Marzo 
     09.30 – 11.30 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com;
    www.nuovo.tw
    14.00 Apertura mostre
    14.00 – 17.00
    Laboratori a cura di DO nucleo culturale e AISI – associazione italiana studenti e diplomati ISIA
    Posti limitati, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com; www.nuovo.tw
     14.00 – 17.00 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com | www.nuovo.tw
     17.00 > c/o ISIA 
    Arte / Design_tavola rotonda a cura di Daniela Lotta, con Guido Bartorelli, Guido Molinari, artisti e designer presenti in mostra
    18.30 > c/o Casa del Disco
    Frei (I) /live showcase
    19.00 Zenzerozelante /food design_free snack
    19.30 Fantamatres (I) /live performance
    22.00 Taràssaco / performance multimediale a cura di Diffusioni.org
    23.00 Claudio Rocchetti (I) /live
    00.00 Under Bass Nite - Bless+Ar|choke (I) DJ set
     Domenica 1 Aprile 
     09.30 – 11.30 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com | www.nuovo.tw
    10.00 – 13.00
    Apertura mostre
     11.30 > c/o ISIA 
    iTalk_presentazione di Fruit of the Forest – Art and Design Magazine a cura di Roberto Ossani,
    con Michela Arfiero, Alessandro Gori, Giordano Pozzi
    14.00 Apertura mostre
     14.00 – 16.00 > c/o ISIA 
    Laboratorio di grafica sperimentale condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
    Posti limitati a max 15 persone, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com | www.nuovo.tw
    14.00 – 17.00
    Laboratori a cura di DO nucleo culturale e AISI – associazione italiana studenti e diplomati ISIA
    Posti limitati, per tutte le info e richieste d'adesione: tesco.mailto@gmail.com | www.nuovo.tw
    16.00 Presentazione dei lavori realizzati durante il laboratorio condotto da Alessandro Gori.Laboratorium
     17.00 > c/o ISIA 
    Network culturali_tavola rotonda a cura di Marco Samorè, con Giovanni Delvecchio /DO Faenza, Sara Serighelli e Fabio Carboni /O' Milano, Silvia Fanti e Daniele Gasparinetti /Xing Bologna
    17.00 > c/o MIC
    Gilbert Imperiàl (F) /live
    19.00 Zenzerozelante / food design_free snack
    19.30 Jooklo Duo (I) /live performance

    Luoghi >> Palazzo Esposizioni, corso Mazzini 92
    ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, corso Mazzini 93
    Casa del Disco, corso Mazzini 38
    Clandestino viale Baccarini 21
    MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche, viale Baccarini 19
    Info >> www.nuovo.tw | www.ildo.tvinfo@ildo.tv
    tesco-faenza.blogspot.com/tesco.mailto@gmail.com – tel. 329 9857432

    Con l'intrigante titolo complessivo di «Lezioni di Design. L'apparenza è nondimeno ingannevole» parte il 21 febbraio, alle ore 18.30, il primo ciclo di sette incontri che si terranno a Firenze presso il caffè letterario «Le Murate» in piazza delle Murate.
    Organizzati dall'ISIA Firenze insieme ad A/I/S/Design - Associazione Italiana Storici del Design e Selfhabitat - in collaborazione con Le Murate Caffè letterario Firenze e con il patrocinio di ADI Toscana e AIAP - questa prima serie di «Martedì del Design» sarà caratterizzata da un ampio ciclo di conferenze finalizzate a rendere tali incontri una consuetudine per Firenze e per tutti coloro che si occupano a vario titolo di design sul territorio toscano.
    Anche a tale scopo sia il giorno - martedì - sia l'ora - 18.30 - sia la presenza in veste di moderatore di Vanni Pasca - che, oltre a coordinare l'iniziativa, il 21 febbraio farà anche gli «onori di casa» con una conferenza dedicata al Bahuaus -, resteranno inalterati fino al 19 giugno - data dell'ultimo appuntamento in cui è prevista la partecipazione di Fulvio Carmagnola.
    Come detto, tutti gli incontri si terranno al caffè letterario «Le Murate», saranno aperti al pubblico e vedranno tra i relatori - oltre ai citati Vanni Pasca e Fulvio Carmagnola - prestigiosi designer, critici, imprenditori e distributori quali: Alberto Bassi, Giampiero Bosoni, Giovanna Castiglioni, Gilberto Corretti, Gianni Pettena, Alessandro Mendini, Domitilla Dardi, Paolo Ulian, Eugenio Perazza, Pierluigi Bemporad e Odoardo Fioravanti.
    Alla fine di ogni lezione è previsto un aperitivo.


    LEZIONI DI DESIGN | febbraio-giugno 2012

     martedì 21 febbraio 2012 | 18.30 
    Anni '20. Starting Point: il Bahuaus fuori dagli schemi
    Vanni Pasca
    Vanni PascaIl ciclo si apre con una prima conferenza dedicata al Bauhaus, la scuola di design nata a Weimar nel 1919 e chiusa dai nazisti a Berlino nel 1933. È l'episodio più noto del design del XX secolo, spesso semplicisticamente riassunto in formule quali «la forma segue la funzione»: Vanni Pasca ne propone una rilettura che contribuisca a ristabilire la complessità e attualità di quell’esperienza.

     martedì 20 marzo 2012 | 18.30 
    Design e modernizzazione in Italia
    Alberto Bassi
    Alberto BassiIl ciclo continua analizzando il design nell’Italia del boom economico. La seconda conferenza, prende in esame il radicale modificarsi dopo la guerra del quadro socio-economico e degli stili di vita in Italia, e insieme il ruolo del design che dà forma alla Italia della modernizzazione, trasformando il panorama degli oggetti della nostra quotidianità. Sono gli anni in cui una serie di industrie si orientano al design, nascono nuove riviste e insieme il premio Compasso d’Oro e l’ADI - Associazione per il Design Industriale. Un amarcord che è ancora oggi attivo nella nostra contemporaneità investita di nuovo da radicali processi di trasformazione.

     martedì 3 aprile 2012 | 18.30 
    La generazione dei maestri
    Giampiero Bosoni, Giovanna Castiglioni

    Giovanna Castiglioni Giampiero BosoniLa terza conferenza prende in esame figure quali i fratelli Castiglioni, Vico Magistretti, Marco Zanuso e altri, che hanno portato all’affermazione mondiale del design italiano e del «made in Italy», i cui oggetti sono presenti nei musei di tutto il mondo, a cominciare dal MoMA di New York. Sono i designer che hanno saputo affrontare le trasformazioni con la loro capacità di innovare, dando forma alle nuove tecnologie e ai nuovi materiali. E che - come diceva Magistretti - erano felici quando, entrando nella casa di amici o sconosciuti, scoprivano che la gente adoperava oggetti disegnati da loro.

     martedì 10 aprile 2012 | 18.30 
    Dalla rivolta Radical al Postmodern
    Gilberto Corretti, Gianni Pettena, Alessandro Mendini

    Alessandro MendiniGianni PettenaGilberto CorrettiIl quarto incontro mette a fuoco una discontinuità nello sviluppo del design. Ripercorre, nella voce di protagonisti quali Alessandro Mendini, Gianni Pettena, Gilberto Corretti quella temperie culturale che si apre con la mostra alla Biennale di Venezia del 1974 dedicata alla pop art e che si sviluppa a Firenze con i gruppi radical come Superstudio e Archizoom, poi negli anni ’70 a Milano con Alchimia e Memphis, mentre la mostra Strada novissima del 1980 sempre alla Biennale di Venezia introduce alla postmodernità. Si tratta di quell’ampio movimento che, con maestri riconosciuti quali Mendini e Ettore Sottsass, vede la nascita in tutta Europa di gruppi di giovani designer che rileggono la storia delle avanguardie artistiche riproponendo la figuratività contro l’astrazione geometrica, l’impatto emotivo invece della compostezza della razionalità.

     martedì 22 maggio 2012 | 18.30 
    Il design oggi: la ricerca del senso
    Domitilla Dardi, Paolo Ulian
    Paolo Ulian Domitilla Dardi

     martedì 5 giugno 2012 | 18.30 
    Il design italiano tra industrie e designer
    Eugenio Perazza, Pierluigi Bemporad, Odoardo Fioravanti

    Eugenio Perazza Pierluigi Bemporad Odoardo Fioravanti

     martedì 19 giugno 2012 | 18.30 
    Design tra etica ed estetica
    Fulvio Carmagnola
    Fulvio Carmagnola

    Lezioni di Design è un evento organizzato da ISIA Firenze e coordinato da Vanni Pasca in collaborazione con A/I/S/Design - Associazione italiana storici del design, Selfhabitat, Le Murate Caffè letterario Firenze e con il patrocinio di ADI Toscana e AIAP. Le sintesi introduttive dei primi quattro incontri sono a cura di Vanni Pasca

    Lezioni di Design. L'apparenza è nondimeno ingannevole
    dal 21 febbraio al 19 giugno 2012 | ore 18.30
    Le Murate Caffè letterario
    piazza delle Murate - Firenze

    ISIA Firenze
    via Alfani, 58 - Firenze
    phone 055 218836
    fax 055 218740
    info@isiadesign.fi.it
    http://www.isiadesign.fi.it

    Presentazione del numero 21 della rivista AND. Paolo Zermani > Disegno e Identità | Giovedì 8 marzo 2012 | ore 12.00 Giovedì 8 marzo 2012 alle ore 12.00 presso l'Aula Anfiteatro Santa Verdiana della Facolta’ di Architettura di Firenze in piazza Ghiberti 27, avverrà la presentazione del numero 21 della rivista AND. Paolo Zermani > Disegno e Identità.

    Alla presentazione interverranno:

    Prof. Saverio Mecca
    Preside della Facolta’ di Architettura di Firenze
    Prof. Fabio Capanni
    Prof.ssa Maria Grazia Eccheli
    Prof. Fabrizio Rossi Prodi
    Prof. Paolo Zermani
    Arch. Paolo Di Nardo
    Direttore editoriale di AND, rivista di architettura, architetti e città

    Facolta’ di Architettura di Firenze
    Aula Anfiteatro Santa Verdiana

    piazza Ghiberti 27 - Firenze
     Giovedì 8 marzo 2012 | ore 12.00 

    I GIOVEDI' DEL GIOIELLO è un ciclo di conferenze sul gioiello moderno e contemporaneo a cura di Maria Cristina Bergesio. Le Arti Orafe, in partenariato con il Museo Marino Marini e con OMA (Osservatorio per i Mestieri d’Arte), ed in collaborazione con la Fondazione FiorGen e con Soroptimist International Firenze Due, organizza un ciclo di conferenze dedicate alla storia del gioiello contemporaneo.
    Le conferenze possono essere seguite da tutti, e hanno l’intento di diffondere la cultura del gioiello contemporaneo inteso come forma d’arte.
    Ogni incontro, illustrato con la proiezione di diapositive, avrà una durata di circa due ore.
    Le conferenze seguono il seguente programma, nei giorni e negli orari sotto indicati e sono ospitate presso il Museo Marino Marini.


    CALENDARIO DEGLI INCONTRI

     Giovedì 19 gennaio 2012, ore 17.00 
    La rivoluzione artistica di René Lalique, maestro dell’Art Nouveau

     Giovedì 2 febbraio 2012, ore 17.00 
    Le avanguardie del gioiello: gli anni ruggenti (1920-1930).
    Raymond Templier, Jean Fouquet, George Sandoz, Jean Désprés

     Giovedì 9 febbraio 2012, ore 17.00 
    I gioielli dei pittori e degli scultori. Famosi artisti internazionali e italiani sconfinano nell’arte orafa.
    Dalí, Picasso, Braque, Meret Oppenheim, De Chirico, Fontana, Burri, Capogrossi….

     Giovedì 16 febbraio 2012, ore 17.00 
    Il gioiello come ricerca artistica: la prima generazione (1950-60).
    Sigurd Persson; Vivianna Torun; Mario Pinton; Hermann Jünger

     Giovedì 23 febbraio 2012, ore 17.00 
    Il gioiello come ricerca artistica: la seconda generazione (1970-80).
    Gijs Bakker; Giampaolo Babetto; Gerd Rothmann; Peter Chang

    La partecipazione è gratuita, ma i posti sono limitati: le persone interessate devono registrarsi presso la segreteria della scuola, (055 22 80 131, oppure segreteria@artiorafe.it), comunicando il proprio nominativo, un numero telefonico, e le conferenze alle quali si vuole intervenire.

    I GIOVEDÌ DEI GIOIELLI. IL GIOIELLO COME FORMA D’ARTE
    Ciclo di conferenze sul gioiello moderno e contemporaneo
    a cura di Maria Cristina Bergesio

    19 gennaio – 23 febbraio 2012
    Orario 17.00
    Firenze, Museo Marino Marini
    Piazza San Pancrazio, Firenze

    Le Arti Orafe Jewellery School
    Via dei Serragli 104/124 | 50124 Firenze
    055 22 80 131 – fax 055 22 80 163
    segreteria@artiorafe.it
    www.artiorafe.it - www.preziosa.org

    Presentazione volume, L'architettura in Toscana dal 1945 ad oggi. Una guida alla selezione delle opere di rilevante interesse storico-artistico, Studio C della Sede RAI di Firenze in Largo Alcide De Gasperi 1, Venerdì 16 dicembre 2011Venerdì 16 dicembre 2011 alle ore 16.30, presso lo Studio C della Sede RAI di Firenze in Largo Alcide De Gasperi 1 si avrà luogo la presentazione della ricerca e del volume L'architettura in Toscana dal 1945 ad oggi. Una guida alla selezione delle opere di rilevante interesse storico-artistico.

    Introduzioni:

    Cristina Scaletti
    Assessore alla Cultura, commercio e turismo della Regione Toscana
    Antonia P. Recchia
    Direttore Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l'Architettura e l'Arte Contemporanee - Ministero per i Beni e le Attività Culturali
    Maddalena Ragni
    Direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana - Ministero per i Beni e le Attività Culturali
    Francesco Carnevale
    Presidente della Fondazione Giovanni Michelucci

    Tra conoscenza e tutela
    Il censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento


    Massimo Gregorini
    Dirigente del Settore valorizzazione del patrimonio culturale della Regione Toscana
    Maria Grazia Bellisario
    Direttore Servizio Architettura Arte contemporanee della Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l'Architettura e l'Arte Contemporanee - Ministero per i Beni e le Attività Culturali
    Margherita Guccione
    Direttore Museo MAXXI Architettura - Fondazione MAXXI
    Alessandra Vittorini
    Curatore scientifico del Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento Servizio Architettura e Arte contemporanee, Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l'Architettura e l'Arte Contemporanee - Ministero per i Beni e le Attività Culturali

    Tra conoscenza e tutela
    Uno sguardo alle architetture toscane dal 1945 ad oggi
    Illustrazione della guida e del sito www.architetturatoscana.it


    Andrea Aleardi
    Curatore del volume e coordinatore del gruppo di lavoro della Fondazione Giovanni Michelucci

    Intervengono:
    Adolfo Natalini
    Architetto
    Mauro Cozzi
    Storico dell'architettura
    Rosalia Vittorini
    Presidente di DO.CO.MO.MO. Italia
    Antonello Alici
    Presidente di AAA Italia

    Sede RAI di Firenze - Studio C
    16 novembre, ore 16.30
    Largo Alcide De Gasperi 1 - Firenze
     (ingresso consentito solo su prenotazione e accreditamento) 
    enrica.buccioni@regione.toscana.it

    Intervista ai fratelli Campana di Domitilla Dardi, Auditorium MAXXI, 1 dicembre ore 21.00 RE-CICLE_strategie per l’architettura, la città, il pianeta a Roma. Il 30 novembre alle ore 19:30, al MAXXI inaugurazione della mostra RE-CYCLE, curata da Pippo Ciorra, all'interno della quale troverà spazio MALOCA, una straordinaria installazione progettata dai fratelli Campana curata da Domitilla Dardi. La mostra sarà aperta dall’1 dicembre 2011 al 29 aprile 2012.
    Il giorno dopo,  giovedì 1 dicembre alle ore 21.00 , nell'Auditorium del MAXXI Domitilla Dardi intervisterà Fernando e Humberto Campana per il ciclo MAXXInweb. L’evento potrà essere seguito in diretta via streaming.


    RE-CICLE
    1 dicembre 2011 - 29 aprile 2012
    Intervista ai fratelli Campana di Domitilla Dardi
    1 dicembre alle ore 21.00
    Auditorium del MAXXI
    maxxinweb.telecomitalia.com
    www.fondazionemaxxi.it

    Renato De Fusco, Lezioni di Design, PAN - Palazzo delle Arti NapoliSabato 26 novembre, alle ore 11, si conclude, presso la Sala Conferenze del PAN - Palazzo delle Arti Napoli, un ciclo di cinque lezioni, con cadenza settimanale, sul Design tenute dal professore Renato De Fusco. L'industrial design è una disciplina che in gran parte ha sostituito il vecchio artigianato in una società dominata dalla tecnologia. Esso non riguarda solo l'estetica dei prodotti ma l'intera loro conformazione. Donde la tesi di de Fusco che il design si fonda su quattro componenti: il progetto, la produzione, la vendita e il consumo ognuna legata indissolubilmente all'altra.
    Il calendario degli incontri Lezioni sul Design è stato articolato secondo le seguenti date:


    22 ottobre – ore 11.00
    5 novembre – ore 11.00
    12 novembre – ore 11.00
    19 novembre – ore 11.00
     26 novembre – Ore 11.00 

    PAN - Palazzo delle Arti Napoli
    22 ottobre - 26 novembre, ore 11.00
    Via dei Mille 60, 80121 Napoli
    tel.:+39 081.7958604 - 05
    fax.:+39 081.79586008
    www.palazzoartinapoli.net
    (lun.- sab. h 9.00-13.30 | 14.30-17.00)
    info@palazzoartinapoli.net

    Jean Prouvé (1901-1984) ried. by G-Star RAW, Cité - Collezione Prouvè RAW, 1930, by Vitra | «Estetica della tecnica», Selfhabitat - FirenzeDoppio appuntamento con la storia del design a Selfhabitat, lo showroom fiorentino di viale De Amicis: la presentazione, a cura di Vanni Pasca, di alcune riedizioni di Vitra di prodotti disegnati dal grande autore transalpino costituisce infatti l'occasione per annunciare l'avvio di tre grandi cicli di conferenze da gennaio 2012 al 2014, tenuti da esperti del settore e a cura di ISIA Firenze e Selfhabitat.
    Essenziale ma armonico. Progettato con amore per la forma ma sempre funzionale. Sedie, panche, tavoli, poltrone, in legno e metallo, con forme minute o strutture importanti: tutti gli oggetti targati Jean Prouvé (1901-1984) parlano di «Estetica della tecnica». E' questo anche il titolo della serata di stasera, organizzata da Selfhabitat e dedicata al grande designer e architetto francese in occasione della presentazione di nove pezzi d'arredo originali, in cui rivivono progetti di uno dei protagonisti della storia del design del XX secolo. La collezione «Prouvé Raw», edita da Vitra (con la collaborazione della famiglia Prouvé e la reinterpretazione di G-Star) è esposta dal 24 novembre, in viale De Amicis 169/175, a Firenze.

    «Non c'è differenza tra la costruzione di un mobile e quella di una casa», affermava l'artista cresciuto a contatto con i materiali così come con la filosofia dell'Art Nouveau di Nancy. Come ha raccontato nel corso della presentazione della mostra Vanni Pasca, presidente dell' A/I/S/Design - Associazione degli Storici del Design, Prouvé iniziò la sua attività come fabbro, studiò ingegneria a Nancy, fu membro della Union des Artistes Modernes (U.A.M.) con Le Corbusier e Charlotte Perriand con i quali ha anche collaborato. «Il suo nome è legato alla ricerca sui nuovi materiali industriali come base per la definizione di un’estetica della modernità (Esthétique industrielle, definizione francese per design)», spiega Vanni Pasca.
    «Ci piacciono le sfide» – dice Pierluigi Bemporad, titolare di Selfhabitat – «siamo curiosi di vedere come i fiorentini accoglieranno lo stile di Prouvé, improntato in questi oggetti, nell'edizione proposta da Vitra».

    I lavori di Jean Prouvé rappresentano un punto focale della collezione del Vitra Design Museum, ma dal 2001 Vitra è in possesso anche dei diritti esclusivi di produzione dei suoi progetti. In due anni di ricerca G-Star, la famiglia Prouvé e Vitra hanno collaborato per restituire un look contemporaneo ad alcuni progetti di Jean Prouvé, alcuni molto noti, altri molto meno conosciuti, in un'edizione limitata.
    Nel corso della stessa serata è stato presentato inoltre il ricco programma di incontri sulla storia del design e dell'architettura, a cura di Selfhabitat e dell'ISIA Firenze, che saranno tenuti da esperti del settore e che si svolgeranno a partire da gennaio. Stefano Maria Bettega, direttore dell'ISIA di Firenze, ha spiegato gli intenti del progetto che prevede tre cicli di conferenze nell'arco di tre anni, dal 2011 al 2014. Per la prima sessione si parlerà del Bahaus e del design del boom economico italiano, del Postmodern come del social design di oggi.

    ALLEGATI:
  • scarica documento .pdf Invito Mostra (.pdf)


  • Selfhabitat
    giovedì 24 novembre, ore 18.30 (vernissage)
    viale De Amicis, 169/175
    phone 055 604431
    info@selfhabitat.it

    La formazione del designer: professione/impresa/territorio è il titolo del primo dei Seminari sul design organizzati dalla Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze. A cura di Francesca Tosi, Giuseppe Lotti, con Stefano Follesa, Alessandra Rinaldi, Eleonora Trivellin, il seminario si svolgerà mercoledì 16 novembre presso l'Aula magna del Rettorato in Piazza S. Marco 4, dalle ore 9.30 alle ore 19.00.

    Il seminario ha l'obiettivo di discutere i contenuti e le prospettive della formazione in Design ponendoli a confronto con la realtà e gli obiettivi delle aziende, della professione e del territorio.
    Il seminario è articolato tre sessioni nelle quali questi temi sono discussi dai rappresentanti delle principali scuole di Design italiane.
    La sede di Firenze accoglie i partecipanti e coordina i lavori con i professori Alberto Tesi, Saverio Mecca, Paola Lucarelli, Massimo Ruffilli (in apertura) e Vincenzo Legnante, Francesca Tosi e Alessandro Ubertazzi in qualità di moderatori delle tre sessioni.
    Sono coinvolti nell'evento: Giuseppe Furlanis, ADI | ADI Toscana, CNA, Confindustria

    PROGRAMMA

    Saluti/introduzioni di apertura
    9.30 - 11.00

    Alberto Tesi, Rettore Università di Firenze
    Paola Lucarelli, Delegata Orientamento, Resp. OJP-CsaVRI, Università di Firenze
    Saverio Mecca, Preside Facoltà Architettura, Università di Firenze
    Massimo Ruffilli, Presidente CdLM Design, Università di Firenze

    Prima sessione: Design/istituzioni/territorio
    11.00-13.00

    Raimonda Riccini, Conferenza Nazionale Presidi Facoltà Design
    Arturo Dell'Acqua Bellavitis, Preside Scuola Design, Politecnico di Milano
    Antonio Paris, Presidente CdL Design, Università Firenze
    Giuseppe Furlanis, Presidente CNAM
    Pietro Bartolini, Confindustria Firenze
    Stefano Antonio Pirrone, Presidente ADI Toscana
    Coordina: Vincenzo Legnante, Presidente CdL Disegno Industriale, Università Firenze

    13.00 - 14.00 buffet

    Seconda sessione: Design/impresa
    14.00 - 16.00

    Silvia Piardi, Direttore Dipartimento INDACO, Politecnico Milano
    Benedetta Spadolini, Presidente CdL Disegno Industriale, Università Genova
    Alfonso Acocella, Presidente CdL Design, Università Ferrara
    Gigliana Orlandi, Whirlpool Europe srl
    Valerio Mazzei, Edra spa
    Coordina: Francesca Tosi, Coord. Indirizzo Design Dottorato Architettura, Università Firenze

    Terza sessione: Design/professione
    16.00 - 18.00

    Patrizia Ranzo, Presidente CdL Design e Comunicazione, 2 Università di Napoli
    Luigi Bistagnino, Presidente CdL Disegno Industriale, Politecnico Torino
    Biagio Cisotti, Designer
    Davide e Gabriele Adriano, Designer
    Coordina: Alessandro Ubertazzi, Presidente CdL Progettazione della Moda, Università Firenze

    Conclusioni e dibattito
    18.00-19.00

    Discussione
    Presentazione del progetto video per la prima edizione della Triennale Internazionale del Design di Pechino - «Creative Junctions» - a cura di the Fake Factory.

    La formazione del designer: professione/impresa/territorio
    16 novembre 2011 | 9.30 - 19.00
    Università di Firenze
    Aula Magna del Rettorato
    Piazza S. Marco 4 - Firenze

    Il 9 e 11 novembre 2011 l'Istituto Europeo di Design organizza FANTASY DAYS, due giorni di workshop ed incontri dedicati al tema della Fantasia per presentare i corsi di Visual Communication disponibili presso lo IED di Firenze. Le due giornate, organizzate in collaborazione con l'azienda WACOM e l'Editore libreriauniversitaria.it, vedranno la partecipazione di Lorenzo Colloreta che dimostrerà le potenzialità e le caratteristiche di alcuni prodotti WACOM e dello scrittore Cristiano Dalpozzo, che presenterà il suo libro «MICHEL GONDRY, Il gioco e la vertigine».

    PROGRAMMA

    Mercoledì 9 - ore 17.30
    Presentazione e dimostrazione prodotti WACOM in collaborazione con UNO
    a cura di Lorenzo Colloreta

    Venerdì 11 - ore 17.30 Presentazione del libro di Cristiano Dalpozzo
    MICHEL GONDRY, Il gioco e la vertigine

    FANTASY DAYS
    9 e 11 novembre 2011 - ore 17.30
    IED Firenze - Vicolo Santa Maria Maggiore, 1 – Firenze

    In occasione delle celebrazioni a Roma per la mostra «Unicità d’Italia» e della premiazione del XXII Compasso d’Oro, l’Associazione Italiana Storici del Design, ADI Associazione per il Disegno Industriale e ADI Lazio, propongono un ciclo di conferenze che verteranno sulla Storia del Design Italiano dalla metà del XX secolo ad oggi.

    Il programma delle Lezioni di Design vedrà interventi da parte di storici e personalità del mondo del Design, con un’alternanza di imprenditori, progettisti e critici. A questo si affiancherà la proiezione di alcune puntate, legate al tema della conferenza, del ciclo «Lezioni di Design», le interviste possibili e impossibili sul design di Ugo Gregoretti, realizzate dalla RAI.

    All’interno della lezione sarà poi indicata una serie di oggetti di riferimento che potranno essere ritrovati nella sezione della mostra «Unicità d’Italia» ospitata presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma, dove è esposta la collezione storica del premio Compasso d’Oro.

    Il dialogo proposto, aperto a esperti del settore tanto quanto a semplici appassionati della materia, sarà l’occasione per approfondire temi e questioni della storia del progetto attraverso le voci di alcuni dei suoi testimoni e protagonisti.

    PROGRAMMA
    15 giugno 2011_ore 18.00
    Presentazione: Comunicare il design
    Lezioni di design a cura di AISDesign, ADI, ADI Lazio, con RAI.
    Intervengono: Luisa Bocchietto (Presidente ADI), Stefano Casciani (autore Lezioni di design RAI), Stefano Cassio (Presidente ADI Lazio), Anna Del Gatto (autore Lezioni di design RAI), Ugo Gregoretti (conduttore e autore Lezioni di design RAI), Maurizio Malabruzzi (regista Lezioni di design RAI), Renato Parascandolo (già Direttore RAI Educational), Vanni Pasca (Presidente AISDesign)

    Anni ‘50. Design e modernizzazione in Italia
    Vanni Pasca (storico del design)
    Proiezione Lezioni di design: «La nascita del mobile italiano»

    22 giugno 2011_ore 18.30
    La generazione dei maestri
    Alberto Bassi (storico del design), Giovanna Castiglioni (curatrice Studio Museo Achille Castiglioni)
    Proiezione Lezioni di design: «L’Age d’Or del design italiano»

    6 luglio 2011_ore 18.30
    Dalla rivolta Radical al Postmodern
    Maurizio Vitta (storico del design), Piero De Rossi (architetto e designer)
    Proiezione Lezioni di design: «Postmoderno e neomoderno»

    20 luglio 2011_ore 18.30
    Un’esperienza modello: Olivetti
    Vanni Pasca (storico del design), Dario Russo (storico del design)
    Proiezione Lezioni di design: «L’industria come modello di design: Olivetti»

    8 settembre 2011_ore 18.30
    I giovani designer oggi: dal social design all’autoproduzione
    Domitilla Dardi (storico del design), Giulio Iacchetti (designer), Marinella Ferrara (storico del design)
    Proiezione Lezioni di design: «Tra Arte e Design: Il caso Munari»

    15 settembre 2011_ore 18.30
    Dove va il design italiano? Prospettive tra industrie e designer
    Eugenio Perazza (imprenditore), Pier Paolo Peruccio (storico del design), Albo Francesconi (imprenditore), Carlo Martino (docente di design)
    Proiezione Lezioni di design: «Industria senza design»

    Ingresso libero fino ad esaurimento posti, si consiglia di presentare l’invito all’entrata, per richiederlo scrivere a info@adilazio.org

    Lezioni di Design
    MACRO Testaccio, «La Pelanda»

    giugno-settembre 2011
    Piazza Orazio Giustiniani, 4 - Roma
    info@adilazio.org
    http://www.adilazio.org/it

    Si sono aperte in questi giorni e scadranno il trentuno di agosto le iscrizioni per l'Anno Accademico 2011-2012 all'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di FaenzaSi sono aperte in questi giorni – e  scadranno il 31 agosto  – le Iscrizioni per l'Anno Accademico 2011-2012 all'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di Faenza.
    L'Università del Design faentina propone dei corsi di primo e secondo livello. Per il Diploma triennale di primo livello in Design del Prodotto, possono presentare domanda tutte le persone in possesso di maturità di scuola superiore quinquennale. I candidati dovranno superare un esame di ammissione, previsto per il 7 settembre, considerato che l'iscrizione ad ogni corso è limitata a un massimo di trenta studenti ogni anno. Sul sito www.isiafaenza.it, gli aspiranti designer potranno consultare il test di ingresso assegnato lo scorso anno e appuntarsi alcuni testi consigliati per meglio prepararsi alla prova.
    Sempre  scadranno il 31 agosto  – le Iscrizioni al Corso biennale specialistico per Diploma Accademico di II livello in Design del Prodotto e Progettazione con Materiali Avanzati, ove è possibile seguire attività opzionali nel campo del Design della Comunicazione. Corso specialistico riservato ai soli studenti in possesso di un'affine laurea triennale, previo superamento di esame d'ammissione.
    L'ISIA apre così il 32° Anno Accademico. Un lungo percorso che ha portato risultati lusinghieri, collaborazioni con importanti industrie, centri di ricerca e un forte successo occupazionale con oltre l'80% degli studenti che trovano lavoro entro un anno dal conseguimento del diploma.

    ISIA di Faenza (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) è una università del design che oggi compie trentadue anni. Ha fatto della cross-road knowledge la propria filosofia didattica, con una organizzazione formativa di tipo stellare, in cui, attorno ai due tracciati storici degli istituti di design (product design e visual design) si sviluppano delle opzioni didattiche di complemento, che vanno dal packaging design al fashion design, all'automotive design, al video-making. L'ISIA di Faenza propone quindi un piano di studi corposo ed impegnativo; gli studenti passano in aula e nei laboratori molte ore la settimana, e vivono la scuola forse più alla maniera di un campus inglese che di una università italiana.
    Conoscenze teoriche e attività pratiche
    Come nella migliore tradizione delle scuole di design, teoria e prassi vanno a braccetto, si passano notti sui libri e giornate nei laboratori con la lima in mano... Il laureato ISIA avrà una forte conoscenza teorica della Chimica e della Fisica dei materiali, e conoscerà la Storia dell'Arte, del Design, della Comunicazione. E sintetizzerà in una sua personale maturazione creativa le capacità che gli consentiranno di affrontare praticamente problemi operativi, esperienze di progettazione, metodi di ingegnerizzazione, simulazioni di commessa. Trasformerà quindi le proprie idee in progetti esecutivi, modelli e prototipi, lavorando all'interno dell'Istituto dove sono attivi laboratori di formatura e modellazione (con lavorazione dei metalli e del legno), laboratori di ceramica, di computer grafica, di video-making.
    Relazioni con l'industria
    Fondamentale, in un progetto didattico come questo, risulta essere il rapporto con il mondo industriale. L'ISIA ha rapporti continuativi con molte decine di imprese di produzione, in ogni settori industriale. Nel II anno di studi del II livello, prima della tesi finale, ogni studente è tenuto a lavorare in stage presso un'impresa per un periodo di diverse settimane.
    Programma LLP-Erasmus
    Una percentuale significativa di studenti ISIA si misura con l'esperienza di studio all'estero. È possibile per i ragazzi passare da 3 a 9 mesi presso Istituzioni europee per la formazione nel campo del design. Allo stesso tempo molti studenti europei vengono a Faenza per studiare nel nostro Istituto.
    Atmosfera
    Certamente gli studenti ISIA vivono e animano la scuola, e (se ci si passa l'enfasi) possiamo dire che sono orgogliosi di essere ISIA. Hanno un ruolo importante negli organi di gestione dell'Istituto e partecipano con passione alle scelte didattiche e strategiche.Come già detto, la vita all'interno dell'ISIA sembra più vicina a quella di un campus inglese che di una università italiana.
    Occupazione
    Ogni anno l'istituto commissiona un sondaggio per conoscere le statistiche sull'occupazione dei laureati ISIA. Negli ultimi 10 anni la percentuale di diplomati occupati nel settore del design non è mai stata inferiore al 75%, con punte del 90%.

    ISIA di Faenza (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche)

    Corso Mazzini 93 - 48018 Faenza - RA
    phone 0546/22293
    www.isiafaenza.it


    Toscana architects - Massimo Mariani, Spazio Espositivo Sopra Le Logge - Pisa, 15 giugno 2011 - 15 luglio 2011A Pisa, mercoledì 15 giugno, alle ore 18,30 presso la Sala degli Stemmi - Palazzo Gambacorti (ingresso da Via Toselli) avrà luogo conferenza di inaugurazione della prima mostra del ciclo Toscana architects.
    Dal 15 giugno al 15 luglio 2011, una personale dedicata a Massimo Mariani, sarà ospitata in via degli Uffizi a Pisa nel suggestivo spazio espositivo SOPRA LE LOGGE ricavato nel nuovo collegamento che accoglie la scala di accesso al primo piano delle Logge di Banchi ed alla Sala delle Baleari.
    Toscana architects prevede un ciclo di 10 mostre tematiche dedicate al lavoro di altrettanti architetti toscani di fama nazionale.
    Un architetto al mese con l’obiettivo di indagare se esiste un linguaggio contemporaneo od modus operandi che caratterizza la creatività di chi è nato e vissuto in Toscana e quale sia il rapporto che lo lega al contesto in cui lavora.

     L'architetto (e il designer) deve essere tuttologo (Intervista a Massimo Mariani) 

    A quella dedicata a Massimo Mariani seguiranno mostre dedicate ai lavori di:
    Francesco Tomassi, Vittorio Giorgini, Studio Nocchi, Pietro Carlo Pellegrini, STUDIO ARCHEA, Augusto Mazzini, Giovanni Barsacchi, ...

    Spazio Espositivo Sopra Le Logge
    via degli Uffizi - Pisa
    15 giugno 2011 - 15 luglio 2011
    orari: 18.30 23.00
    www.massimomariani.net


    DesignTalksDesignTalks è il ciclo di incontri con designer internazionali organizzato dalla Scuola Politecnica di Design per far conoscere alcune delle direzioni di ricerca più interessanti nell'ambito del design contemporaneo. Integrazione tra media diversi, tra progetto e tecnologia, tra sperimentazione e professione saranno al centro degli incontri che si svolgeranno fino a luglio 2011.
    Il quarto ospite in calendario per la serie di incontri DesignTalks è Odoardo Fioravanti di Odoardo Fioravanti Design Studio. L'incontro è aperto al pubblico e sarà introdotto da Ali Filippini.


    Dal 1998 Odoardo Fioravanti si occupa di industrial design e nel contempo conduce sperimentazioni parallele in territori come l'exhibit e la grafica, con la ferma volontà di ricondurre i diversi ambiti del progetto ad una materia continua. I suoi lavori hanno ricevuto premi prestigiosi. Nel 2003 fonda il suo studio ed inizia a sviluppare progetti per importanti aziende come Abet Laminati, Ballarini, Casamania, COOP, Desalto, Flou, Foscarini, Incotex, Normann Copenhagen, Olivetti, Osama, Pedrali, Telecom Italia, Vibram, Victorinox Swiss Army. Ha progettato allestimenti per la Fondazione di Storia Contemporanea di Sesto San Giovanni, per l’Osservatorio Astronomico di Brera insieme agli allestimenti fieristici e agli spazi commerciali di numerose aziende. Come giornalista freelance collabora con diverse riviste di settore mosso dalla curiosità di esplorare e spostare i confini del design come disciplina.

    19 MAGGIO 2011 | h. 18.30
    Odoardo Fioravanti
    Odoardo Fioravanti Design Studio
    www.fioravanti.eu


    11 MAGGIO 2011 | h. 18.30
    Luca Nichetto
    Nichetto&Partners
    www.lucanichetto.com

    I PROSSIMI INCONTRI

    23 MAGGIO 2011 | h. 18.30
    Oliver Reichenstein
    Information Architects
    www.informationarchitects.jp/en/

    8 GIUGNO 2011 | h. 18.30
    Sam Baron
    www.sambaron.fr

    15 GIUGNO 2011 | h. 18.30
    Lizá Ramalho
    R2
    www.r2design.pt

    DesignTalks - Scuola Politecnica di Design
    www.scuoladesign.com

    Progettare la Sostenibilità - DisegnocityFirenze WSD - Riqualificazione e progettazione sostenibile dentro la città storica Progettare la Sostenibilità, il ciclo di workshop ideato dall'architetto Paolo Di Nardo, direttore editoriale di AND, giunge alla quinta edizione. L'architetto Di Nardo, coadiuvato da un team di professionisti e docenti guiderà i partecipanti in cinque giorni di pratica progettuale organizzati come in un grande studio professionale con lo scopo di aggiornare i partecipanti sui nuovi orizzonti della progettazione sostenibile integrata.
    DisegnocityFirenze WSD - Riqualificazione e progettazione sostenibile dentro la città storica. Disegnare nella città, ma soprattutto in una città come Firenze, il cui centro storico è stato dichiarato nel 1982 patrimonio dell'umanità dall'Unesco, vuol dire affrontare un tema di grande interesse per il futuro professionale dell'architetto italiano vista la complessità e la delicatezza del tema progettuale e vista l'inversione di tendenza attuale volta al recupero e non all'uso incondizionato del suolo urbano.Firenze in questo senso è sicuramente un caso difficile per i forti connotati architettonici e culturali. Obiettivo del WS quindi è di fornire, in poche giornate di studio, spunti ed argomenti di riflessione, alle varie scale di intervento, attraverso il confronto con personaggi quali Luigi Prestinenza Puglisi, David Palterer, DAP Studio, Marco Brizzi, Salvatore Re, Ulisse Tramonti, testimonianze che a pieno titolo fanno parte di questa ricerca corale di qualità architettonica e contemporaneità all'interno della città. Grazie a questi contributi e attraverso un'esperienza progettuale vera e propria, guidata e coordinata da uno staff di professionisti che su questo tema si impegnano da anni, verranno comunicate quelle metodiche progettuali spesso esplicitate solo teoricamente nelle aule universitarie italiane.
    Il caso studio e di verifica sarà la parte terminale del complesso delle Murate proprio al confine fra il Centro Storico e la cerchia dei Viali, quindi all'interno del perimetro riconosciuto dall'Unesco.
    Il workshop è aperto a 30 architetti e ingegneri (anche laureandi) su iscrizione fino ad esaurimento posti e si svolgerà a Firenze dal 26 al 31 maggio 2011. Le iscrizioni si chiuderanno il 18 maggio.


    Info
    (programma completo + moduli di pre-iscrizione e iscrizione)
    www.progettosapere.eu/workshop_prossimo.html

    Gillo Dorfles | Paolo BenevelliUn contributo sul design in generale e in particolare – anche se parzialmente – sull'opera di Paolo Benevelli, è il video della conversazione/intervista – in collaborazione con Lorenzo Bonini – realizzata con Gillo Dorfles. Il grande saggista risponde alle sollecitazioni di Bonini esponendo in modo chiaro e persuasivo le proprie opinioni sulle ragioni e le condizioni storiche che hanno portato al successo del design italiano e le prospettive operative tuttora valide per il futuro del progetto contemporaneo.
    A fianco del grande critico, Benevelli illustra sinteticamente la propria idea di design che, proprio in quanto privilegia specificità, cura e attenzione alla materia concreta con cui il prodotto viene realizzato, riesce a sorprendere e sorprendersi ogni volta.

    Gillo Dorfles e Paolo Benevelli
    Conversazione sul design
    :
    www.youtube.com/watch?v=JPtVvy7cqMU

    P&B
    Paolo Benevelli

    Viale XXV Aprile, 6
    42019 Scandiano
    Reggio Emilia Italy
    Tel. +39 360 252844
    www.paolobenevelli.com

    Contract. Per sapere ADI Veneto e Trentino Alto Adige con ADI Friuli Venezia Giulia e in collaborazione con FederlegnoArredo e Confindustria Veneto promuove per la prima volta Contract. Per sapere, un convegno formativo che intende affrontare gli interrogativi delle aziende e dei professionisti che si avvicinano a questa opportunità di business.
    Il convegno si terrà a Venezia sabato 14 maggio 2011 alle ore 10.00, presso il Terminal 103, già antico magazzino del porto, ora ristrutturato come spazio eventi nella storica area di Marittima, cui si accede prima di arrivare a Piazzale Roma.
    L’intervento speciale di Philippe Daverio aprirà il convegno in cui si confronteranno Gabriella Lojacono, docente all’Università Bocconi, Marco Piva, architetto impegnato in progetti contract di tutto il mondo, Diego Travan di Interna, imprenditore con esperienza in grandi commesse, e Fabio Bortolini di Veneto Banca,esperto in problematiche legate al credito.
    Le Delegazioni ADI Veneto e Trentino Alto Adige e ADI Friuli Venezia Giulia promuovono questo convegno come occasione di incontro con le aziende del sistema abitare e i progettisti, architetti e designer, con l’obiettivo di chiarire il significato di contract per fissare una grammatica comune.
    Contract. Per sapere è organizzato con il sostegno di Veneto Banca e con il contributo di Eurosportello e di Centro Estero Veneto.

    INFO E ISCRIZIONI:
    Chiara Pagani
    ADI Delegazione
    Veneto e Trentino Alto Adige
    info@adinordest.it

    COME ARRIVARE:
    www.vtp/azienda/mappa.jsp

    Contract. Per sapere
    14 maggio 2011 | ore 10.00-13.00
    Terminal 103 - Venezia
    info@adinordest.it
    http://www.vtp.it/azienda/mappa.jsp

    Rubelli. Tradizione e innovazione. La ricerca applicata al mondo dei tessuti, Renato Montagner con Silvia Robertazzi a colloquio con Nicolo Favaretto Rubelli e Alberto Pezzato, Creative R'Evolution 5 - Fuoribiennale / Innov(e)tion ValleyAll'interno del ciclo di Incontri di approfondimento sul Sistema Design Creative R'Evolution 5 - Fuoribiennale / Innov(e)tion Valley, presso Rubelli Spa, a Palazzo Corner Spinelli, San Marco 3877, 30124 Venezia il 12 maggio 2011 alle ore 21.00 avrà luogo l'incontro da titolo Rubelli. Tradizione e innovazione. La ricerca applicata al mondo dei tessuti.

    Renato Montagner con Silvia Robertazzi affiancheranno Nicolo Favaretto Rubelli e Alberto Pezzato in un racconto che si snoda attraverso forme, colori e materiali dei tessuti di ieri e di oggi.


    Inviti su prenotazione
    (entro le 12.00 del 11 maggio 2011)

    +39 0444 327166
    info@fuoribiennale.org
    www.fuoribiennale.org
    www.innovetionvalley.com



    Lunedì 4 aprile 2011, alle ore 15.30, nell'Aula Magna del Rettorato in piazza San Marco 4 a Firenze avrà luogo l'incontro con Gilles Clément a cura di Pino Brugellis e Sergio Risaliti.
    Sono previsti interventi di Cristina Scaletti, assessore alla cultura della Regione Toscana, Alberto Tesi, rettore dell'Università degli Studi di Firenze, Giovanni Gentile, presidente della Fondazione Florens.
    Traduzione simultanea inglese-italiano.

    Aula Magna del Rettorato
    piazza San Marco 4 - Firenze
    4 aprile 2011 | ore 15.30

    Basta. Divagazioni sul dissenso - presentazione libro a cura di Giancarlo Iliprandi con Angelo Colella, Susanna Legrenzi, Jacopo Pavesi, Danilo Seregni, e edito da Lupetti, Triennale di MilanoMartedì 22 marzo alla Triennale di Milano nella saletta Lab viale Alemagna 6 alle ore 18:00 avrà luogo la presentazione del libro Basta. Divagazioni sul dissenso - Lupetti, marzo 2011.
    Fulvio Carmagnola, Gillo Dorfles, Susanna Legrenzi, Marina Terragni ne discuteranno con i curatori del libro – Giancarlo Iliprandi con Angelo Colella, Susanna Legrenzi, Jacopo Pavesi, Danilo Seregni –

    Era novembre del 2008 quando Giancarlo Iliprandi formulò in poche righe un vero e proprio manifesto, una lettera di intenti, con cui avviare il progetto che, con questo libro, si vuole diffondere ancor più.
    Basta racchiude in sé l'intenzione di manifestare il dissenso, abbandonare il silenzioso individualismo per guardare il mondo e gridare il proprio malcontento. Che, di volta in volta, prende le più svariate forme, scritte o visive. I partecipanti al gruppo hanno proposto il tema del Basta a studenti di diverse facoltà innescando un vero e proprio dispositivo esplosivo: i visual raccolti sono potenti e pungenti, trattano i più svariati temi sociali, etici e politici usando fotografia grafica e testo. Veri e propri manifesti di protesta, di indignazione civile sui temi che più "fanno arrabbiare": la mafia e la corruzione, lo svilimento televisivo e l'ignoranza dei media, la condizione ambientale e l'inquinamento cittadino, la comatosa situazione politica, la guerra. Ma anche Basta di incoraggiamento ad abbandonare la passività e il disinteresse per quello che ci circonda: basta pensare, basta guardare, basta dire basta. L'alchimia di questi Basta unisce l'età, quella degli studenti, con le abilità, quella dei grafici, dei designer e dei futuri artisti. Immagini fresche e libere di gridare il proprio rifiuto, costringendo tutti ad aprire gli occhi. E il cuore.
    A corredo di questo corpus visivo, il libro si arricchiesce anche di parole, di giornalisti, critici e filosofi, che hanno sviscerato il significato di Basta, una "presa della parola", come dice Carmagnola in conversazione con Dorfles. La speranza di questo libro è di andare oltre alla diffusione di questi visual, di queste parole, per sollevare così i Basta di tutti gli scontenti silenziosi che aspettano solo di gridare: Basta!


    Triennale di Milano - saletta Lab
    viale Alemagna 6 - Milano
    Martedì 22 marzo 2011, ore 18:00

    L'Art History Department of the University of Illinois di Chicago lancia il Master of Arts in Museum and Exhibition Studies le iscrizioni vanno inviate on line entro il 15 marzo 2011.

    University of Illinois at Chicago Museum
    Exhibition Studies Department of Art History

    College of Architecture and the Arts
    Chicago, IL 60607
    www.uic.edu/depts/arch/ah/museology.shtm

    Ducati: una design strategy, Andrea Ferraresi - Ducati Design Director, Ducati HypermotardDucati: una design strategy è il titolo della conferenza di Andrea Ferraresi - Ducati Design Director, che giovedì 20 gennaio 2011 avrà luogo presso l'aula Magna dell'Accademia di Belle Arti di Bologna in Via Belle Arti 54 alle ore 15.00.
    Un incontro aperto al pubblico per raccontare il ruolo strategico del design nel percorso produttivo della Ducati, questo l'obiettivo della conferenza che si svolgerà sotto l'egida del corso di II livello in Design Management.
    Ducati è uno dei simboli più prestigiosi dell'industria italiana: un perfetto connubio fra performance e stile, fra passione tecnologia, fra innovazione e tradizione. Andrea Ferraresi ricompre il ruolo di Ducati Design Director: è dunque colui che, in seno all'azienda, definisce lo stile del prodotto-motocicletta e ne integra il ruolo con le altre funzioni aziendali: lo sviluppo tecnologico, il marketing, la comunicazione. Rappresenta dunque quel ruolo di gestione dell'elemento progettuale all'interno della cultura aziendale che si traduce, in termini disciplinari, con design management. Dunque, uno degli esempi migliori di come il design possa essere impiegato come strumento strategico di innovazione competitiva.

    Andrea Ferraresi. Nato a Mirandola nel 1968, laureato in ingegneria aeronautica presso l'Università di Pisa, Andrea Ferraresi arriva in Ducati nel 2000, dove ricopre fino al 2005 il ruolo di project manager, seguendo la nascita dei progetti delle superbike sportive Ducati (996R, 998, 999). Dal 2005 dirige Ducati Design Center, coordinando il lavoro che porta alla nascita di tutte le recenti moto Ducati, dal Multistrada al 1098, dall'Hypermotard al recentissimo Diavel. Il corso di Design Management dell'Accademia di Belle Arti di Bologna è il primo biennio specialistico dedicato a questo tema in Italia. Giunto al suo secondo anno di vita, vanta collaborazioni con aziende con aziende e istituzioni come Adi, Barilla, Editrice Compositori, Fondazione Valore Italia, GD, Sosushi e altre ancora. Dopo la conferenza, Ferraresi terrà un workshop con gli studenti del I anno del corso. Con Ducati, Accademia di Belle Arti e il suo Design Center hanno già organizzato il concorso Il tuo Monster, premiato nel 2010; e la mostra Ducati: design and technology, a settembre 2010, presso l'Università di Tonji a Shanghai, con workshop di Andrea Ferraresi.


    Accademia di Belle Arti - Aula Magna
    Via Belle Arti 54 - Bologna
    Giovedì 20 gennaio 2011, h 15.00
    cbranzaglia@artlab.it

    Maison & Objet: conferenza L’Italie de demainDal 21 al 25 gennaio 2005 si terrà a Parigi novembre 2010 si terrà l'edizione invernale di Maison & Objet.
    Nell'ambito delle conferenze della manifestazione segnaliamo l'incontro L’Italie de demain. L'Italia è la patria del design contemporaneo che con le aziende storiche – Cassina, Zanotta, B & B, Kartell, Driade, ... – e i maestri – Castiglioni, Zanuso, Munari, Mari, Sottsass, Mendini, Branzi, Bellini, ... – ha disegnato icone che hanno notevolmente influenzato il panorama internazionale. Una storia che oggi continua con i giovani progettisti e imprenditori che amano rischiare e innovare. L'Italia è ancora giovane (si celebra il 150° della sua unità nel 2011) e mantiene una grande varietà di linguaggi. Questa varietà è la sua ricchezza.

    All'incontro – che avverrà  DOMENICA 23 GENNAIO  nell'Espace conférences, hall 5B del Parc des Expositions di Paris Nord Villepinte dalle 14.00 alle 15.00 –, è prevista la partecipazione di:

    Vittorio Beltramelli, Chef ristorante Nolita
    Luca Bombassei, Direttore Skitsch
    Beatrice Dettori, Direttore Kook
    Marco Dolcino, presidente Eumene
    Gabriele Pezzini, designer
    Sylvia Pilcher, designer e stilista di moda, Zilla
    Cristina Morozzi, consulente di design e giornalista

    Maison & Objet 2001
    Espace conférences hall 5B
    Parc des Expositions - Paris Nord Villepinte
    www.maison-objet.com

    GianCarlo Montebello, BRADAMANTE, bracciale TORNEO I°, maglia in acciaio inox, asola in oro giallo 18k, bottoni in madreperla al centro cabochon in opale nobile, pezzo unico, design 1987 | Body Ornament: quando il design è un gioielloconferenza Aula Magna dell'Università del Design - ISIA di Faenza«Definisco ciò che faccio ornamenti, […] ovvero il monile è il risultato dell'interdipendenza tra l'artefice e il soggetto del riconoscimento, di conseguenza non sono più rappresentativi di uno status bensì la rappresentazione di chi li indossa».
    Parola di GianCarlo Montebello, studioso, editore e designer di gioielli.
    Autentico maestro del Body Ornament, dell'oggetto che diviene espressione per chi lo indossa, Montebello sarà ospite dell'ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) di Faenza.  MARTEDI' 18 GENNAIO, DALLE ORE 18.00  nell'Aula Magna dell'Università del Design, l'artista milanese terrà una conferenza, aperta a tutti, dal titolo Body Ornament: quando il design è un gioiello.

    Il giorno successivo, mercoledì 19 gennaio, sarà la volta di un workshop, per gli studenti ISIA, sui temi dell'ornamento per il corpo.
    Un'iniziativa promossa dalla professoressa Stefania Bertoni e dal professor Mirco Denicolò all'interno del corso di Fashion Design dell'istituto faentino.

    GianCarlo Montebello. Milanese, classe '41, inizia la sua attività di designer nel settore dell'arredamento e si avvicina al mondo dei gioielli a metà degli anni '60. Con Ugo Mulas e altri darà vita a GEM: editoria per gioielli d'artista. Nel corso della sua carriera ha collaborato con alcuni giganti dell'arte contemporanea, da Lucio Fontana a Man Ray che con i suoi ready-made ha influenzato la produzione artistica di Montebello. Un patrimonio di semplicità, ricerca e bellezza che sarà distillato nella due giorni dell'ISIA di Faenza.


    ISIA di Faenza
    mar. 18 gennaio, a partire dalle 18.00 (conferenza GianCarlo Montebello)
    mer. 19 gennaio (workshop studenti ISIA)
    Aula Magna dell'Università del Design
    Corso Mazzini 93 - 48018 Faenza
    phone 0546 22293

    www.isiafaenza.it
    GianCarlo Montebello
    www.bomontebello.com

    A/I/S/Design, Associazione italiana degli storici del design è una libera associazione fra studiosi, docenti e cultori della storia del design, nata nel giugno 2009 sul modello di altre iniziative analoghe da tempo attive a livello internazionale.
    L’Associazione ha come scopo quello di promuovere gli studi storici del design in Italia, di valorizzarli in ambito scientifico e accademico e di accreditare la disciplina a diversi livelli, dalle istituzioni all’ambito professionale. Obiettivi di A/I/S/Design sono inoltre mettere in relazione gli studiosi italiani fra di loro e con la comunità della ricerca internazionale; promuovere fra i giovani la ricerca sulla storia del design; affrontare i nodi teorici e metodologici della disciplina, aprendosi a rapporti con gli enti e le istituzioni che perseguono scopi analoghi.
    Strumenti essenziali di questa attività sono la pubblicazione di studi e ricerche relativi alla storia del design e l’organizzazione di appuntamenti periodici, come convegni e seminari, per fare il punto sullo stato della ricerca storica sul design in Italia.

    Nel sito www.aisdesign.it è stata inoltre costituita una sezione in cui «viene presentata una mappatura delle pubblicazioni di storia del design apparse in Italia dal 1990 al 2010.
    Il termine storia del design è qui inteso nella sua accezione più ampia: si includono quindi le storie del disegno industriale, del design della comunicazione visiva, le biografie, le storie aziendali ecc...
    Dopo gli anni settanta e ottanta, in cui sono apparse storie generali come quelle di Tomás Maldonado, Vittorio Gregotti, Renato De Fusco, Enrico Castelnuovo (l’edizione italiana del volume di John Heskett è soltanto del 1990), le storie di sintesi tendono a scomparire né vengono più tradotte storie di autori stranieri (es. Jocelyn de Noblet o Raymond Guidot) nonostante l’attivazione di corsi di laurea e facoltà del design con il conseguente aumento della domanda di strumenti storico-critici.
    La scelta delle date esprime dunque l’intenzione di registrare ciò che è stato pubblicato negli ultimi vent’anni, al fine di permettere, anche con successive ripartizioni, di far emergere le principali linee di ricerca storica in atto».
    Le bibliografie – a cura di Maddalena Dalla Mura, Ali Filippini e Paola Proverbio (disegno industriale) e Fiorella Bulegato, Rosa Chiesa, Monica Pastore, Pier Paolo Peruccio Carlo Vinti (comunicazione visiva) – sono disponibili in formato .pdf.
    Chiunque voglia contribuire alla definizione di queste bibliografie, anche in vista di un futuro Convegno (presumibilmente entro il 2011), può segnalare nuovi testi da inserire, fornire suggerimenti o proporre correzioni, scrivendo alla mail: info@aisdesign.it

    Membri Onorari. Renato De Fusco, Gillo Dorfles, Vittorio Gregotti, Tomas Maldonado
    Soci. Daniele Baroni, Alberto Bassi, Giampiero Bosoni, Fiorella Bulegato, François Burkhardt, Alba Cappellieri, Vincenzo Castellana, Rosa Chiesa, Maddalena Dalla Mura, Elda Danese, Domitilla Dardi, Philippe Daverio, Piero Derossi, Elena Formia, Enrico Morteo, Anty Pansera, Vanni Pasca, Raimonda Riccini, Maurizio Vitta

    A/I/S/Design
    Associazione italiana degli storici del design

    info@aisdesign.it
    www.aisdesign.it

    I giovedì del designPresso lo Spazio SAGSA di Milano (via Ripa di Porta Ticinese 111), a partire dal 25 ottobre ADI Dipartimento Imprese presenta Impresa Docet. Le aziende si raccontano, gli studenti domandano e scoprono, serie di incontri fra aziende e studenti.
    Creato dal Dipartimento Imprese ADI - Associazione per il Disegno Industriale, per gli studenti universitari delle facoltà di design, architettura e ingegneria, il programma di Impresa Docet prevede sette appuntamenti a scadenza mensile – da ottobre 2010 (ad esclusione di dicembre) maggio 2011 –, che vedranno impegnate altrettante imprese associate ADI in incontri con i giovani che vogliono cominciare ad avvicinarsi al mondo del lavoro.

    Nei 120 minuti messi a disposizione per i singoli incontri i giovani avranno l’opportunità di ascoltare e poi confrontarsi con imprenditori, art director, ingegneri, direttori marketing e quanti contribuiscono a fare progetto all’interno delle aziende dell’Italian design. Gli incontri si svolgeranno presso lo Spazio SAGSA di Milano (via Ripa di Porta Ticinese 111). A svolgere il ruolo di moderatore degli incontri sarà Didi Gnocchi di Ultrafragola, il canale web TV di design che curerà anche le riprese degli incontri, visibili in streaming sul web.
    Per la promozione e comunicazione di Impresa Docet il Dipartimento Imprese ADI si avvarrà del canale universitario e di Due Monete, agenzia specializzata in viral marketing che veicolerà le notizie pre e post incontri attraverso Facebook, Twitter, Flickr, YouTube, blog e siti design.

    I primi incontri nel 2010 sono:

    25 OTTOBRE: BTicino
    BTicinoBTicino è da sempre testimone dei valori del nostro paese in termini di qualità, tecnologia d’avanguardia e cultura progettuale.
    L'attenzione al design ha contribuito alla diffusione del suo marchio nel mondo consentendole di ottenere importanti riconoscimenti, tra cui due Premi Compasso d’Oro per Living (1989) e My Home (2001).
    Con soluzioni tecnologiche innovative e design ha spesso anticipato l’evoluzione e le scelte del mercato (la serie Magic e le prese modulari, il Salvavita®, ...) influenzando il gusto all’uso delle funzioni elettriche, oltre che come elementi di comfort, di sicurezza e di risparmio energetico, anche come soluzioni di arredo.


    23 NOVEMBRE: Moroso
    MorosoMoroso, fondata nel 1952 da Agostino Moroso, progetta e produce divani, poltrone e complementi d'arredo.
    Oggi Moroso è azienda leader nel suo settore, una posizione raggiunta grazie a diversi fattori quali la continua ricerca, l'innovazione delle tecnologie e nei materiali, la sapiente cura artigiana e una visione strategica e poliedrica del mercato.





    GLI ALTRI INCONTRI IN CALENDARIO SONO:

    25 GENNAIO 2011: Technogym

    22 FEBBRAIO 2011: Alessi
    22 MARZO 2011: Artemide
    19 APRILE 2011: Piaggio
    24 MAGGIO 2011: Kartell

    IMPRESA DOCET - Spazio SAGSA
    via Ripa di Porta Ticinese 111 - Milano
    ADI web: www.adi-design.org
    Blog di ADI Impresa Docet: impresadocet.wordpress.com
    Pagina Facebook: it-it.facebook.com/pages/ADI-Impresa-Docet/153515144688970
    Profilo Twitter: twitter.com/adiimpresadocet
    Canale di Youtube: www.youtube.com/user/adiimpresadocet
    Profilo Flickr: www.flickr.com/people/54599067@N06

    L'Associazione Culturale «Arte in Bottega» è la scuola – con sede a Firenze in via degli Artisti 14 – che si occupa della diffusione dell'Artigianato Artistico Tradizionale. Oltre a un piccolo museo privato l'associazione gestisce corsi personalizzati – sia per bambini che per adulti, sia individuali che di gruppo – nei laboratori attrezzati della sede – dove si trova inoltre uno spazio relax/cucina per la socializzazione nonché un giardino per le lezioni all'aperto.
    I Corsi sono tutti personalizzati, sia per bambini che per adulti, sia individuali che di gruppo.
    Le materie insegnate sono: ceramica, tornio, modellato, gesso, calco e colo, pittura, scultura.
    Direttore Artistico della scuola è il Maestro Antonio Abussi.

    Associazione Cultulturale «Arte in Bottega»
    via degli Artisti 14
    Firenze 50132
    tel. 055 0127801
    artinbottega@tiscali.it
    www.antonioabussi.it

    Il design che prima non c'era è il titolo del recente saggio scritto da Renato De Fusco in cui l'autore propone una chiave di lettura del nuovo design italiano volta – oltre a smentire «una serie di esagerazioni, luoghi comuni, congetture varie» – a realizzare una «accurata esegesi» d'impronta strutturalista di questo «nuovo genere di design». In grado cioè di definire e cogliere le invarianti di un fenomeno creativo teso ad evitare di riproporre tipologie consuete e molto più versato nella "invenzione" di nuovi prodotti e tipologie produttive.
    Il pregio del lavoro, e che giustifica la sua presenza in queste pagine, è che – come nota lo stesso autore nell'introduzione – «il design che prima non c'era, vale soprattutto appunto come fatto di scuola per essere un'esperienza concettuale, ovvero riconducibile a concetti com'è necessario per lo studio di una disciplina. Infatti, il mio saggio più che una raccolta monografica di singoli autori o descrizione storico-critica del design più recente, intende essere una messa in evidenza dei suoi lati più problematici e adatti alla funzione di insegnamento-apprendimento».
    Singolare esempio di "servizio" critico mirato ad offrire la propria competenza in un ambito assai dinamico e ricco – in cui però sovente accade di percepire più "falsi movimenti" che reali e comprensibili avanzamenti – il volume – edito da Franco Angeli nella Collana ADI - Associazione per il Design Industriale – tenta quindi «di tradurre tutta questa ricchezza di temi e problemi in concetti, categorie, famiglie morfologiche, tipologie sui generis, ecc., ossia cose che costituiscono la materia prima delle scuole di design. In altri temini lo studio del design che prima non c'era – così diverso dalla tradizione e dalle stesse teorizzazioni contemporanee, tanto povero quanto ricco di intenti e potenzialità – è stato, per così dire, concettualizzato, affinché diventasse materia d'insegnamento».
    In sintesi, dunque, un validissimo strumento per la comprensione e lo sviluppo della "consapevolezza" progettuale che, aprendo nuove ed interessanti vie e prospettive di "senso" al giovane design contemporaneo, risulterà utilissimo sia ai discenti che ai docenti delle numerose scuole presenti sul territorio nazionale.

    Il design che prima non c'era
    di Renato De Fusco
    Franco Angeli, Milano 2008
    www.renatodefusco.it
    www.francoangeli.it

    Come Munari amava dire: da cosa nasce cosa. Questo vale anche per il MunLab, nuovo spazio permanente a Milano dedicato a Bruno Munari, per conoscere e sperimentare il Metodo Bruno Munari®.
    Da gennaio 2008, in Via Sardegna 55, i bambini potranno giocare con i laboratori polisensoriali, per le scuole (la mattina) e per i privati (il pomeriggio). Appuntamenti speciali nei week-end e corsi formativi per adulti completeranno l'offerta didattica e formativa. MunLab proporrà inoltre prodotti editoriali e giochi, ideati con cura grazie alla pluriennale esperienza del team, ed una versione virtuale del MunLab: il sito www.munlab.it che applica per la prima volta il metodo al linguaggio proprio del medium digitale, mettendo in movimento intuizioni e invenzioni dell'artista e designer.

    MunLab
    via Sardegna, 55 - 20146 Milano
    www.munlab.it
    info:
    Nolabel Communications - Gianluca Cappiello
    info@no-label.it - 02 45070589

    La Regione del Veneto, la SSIS del Veneto e la Collezione Peggy Guggenheim sono lieti di annunciare l'avvio della quarta annualità del progetto A Scuola di Guggenheim. Arte e cultura contemporanea attraverso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, ideato per le scuole del Veneto allo scopo di approfondire e valorizzare temi quali l'arte del Novecento, la cultura contemporanea, il territorio. Sperimentato per la prima volta durante l'anno scolastico 2003/2004, il programma educativo e formativo ha come obiettivo principe il favorire e promuovere l'attenzione al contemporaneo attraverso l'arte, come riconoscimento di un patrimonio e di un'identità culturale, e l'approccio interdisciplinare a scuola grazie a diversi percorsi che insegnanti e studenti seguono all'interno della Collezione Peggy Guggenheim.


    L’Università di Firenze ha aderito al programma FIxO - Formazione & Innovazione per l’Occupazione promosso da Italia Lavoro SpA e, a tale scopo, ha implementato un nuovo Servizio di Placement per favorire il raccordo tra percorsi di istruzione e formazione universitari e fabbisogni professionali del sistema, attraverso la realizzazione di tirocini di inserimento lavorativo.
    Tra i servizi erogati per le imprese, vi sono: un servizio informativo dedicato, analisi dei fabbisogni professionali, job profile, informazioni sui servizi offerti dal placement, normativa sul mercato del lavoro con agevolazioni destinate alle imprese e sostegno alle varie opportunità contrattuali in caso di inserimento lavorativo, stipula e gestione della convenzione; incrocio domanda/offerta.

    Ufficio per i rapporti Università – Impresa
    Industrial Liason Office

    lunedì / venerdì - 9.30 / 12.30 phone 055/2757501 – 7250 - 7293
    fax: 055/2757570
    placement@unifi.it
    www.unifi.it/CMpro-v-p-3208.html
    Donata Paruccini. Piccoli segni nei dintorniNell’ambito della mostra Donata Paruccini. Piccoli segni nei dintorni venerdì 19 novembre 2010 alle ore 19.00 si svolgerà un incontro con Donata Paruccini presso il Teatro Agorà del Triennale Design Museum.
    Partecipano Silvana Annicchiarico, Susanna Legrenzi e Marco Romanelli.
    L’evento è organizzato in collaborazione con KLAT magazine www.klatmagazine.com

     Il senso del nuovo. Design tra intuizione ed analisi (Intervista a Donata Paruccini) 

    Triennale Design Museum | Teatro Agorà
    venerdì 19 novembre, ore 19.00

    Triennale di Milano
    viale Alemagna 6 - Milano
    phone 02 724341 / fax 02 89010693
    www.triennaledesignmuseum.it
    Perchè l'arte moderna non si capisce?, saggio di Alessandro QuerciSabato 20 novembre, alle ore 18.00 presso la Galleria Tannaz avrà luogo la presentazione di Perchè l'arte moderna non si capisce? saggio di Alessandro Querci, a cura di Massimo Innocenti e Tannaz Lahiji. La galleria Tannaz porta avanti - parallelamente alla sua normale attività espositiva - una serie di incontri e conferenze come la presentazione del saggio di Alessandro Querci, autore alla sua prima prova saggistica che vanta un ricco curriculum di collaborazioni con riviste nazionali (Flash Art) ed internazionali (ElGuja, Barcellona - BlocNotes, Parigi), istituzioni museali (Centro Pecci, Prato - Biennale di Venezia - Palazzo Reale, Milano) e gallerie private(Christian Stein, Milano e Torino - Schema, Firenze - Margiacchi, Arezzo).
    Un testo scritto per i 'non addetti ai lavori' che riesce a sciogliere molti dei nodi che ostacolano la comprensione dell'arte moderna e contemporanea. Scritto con sagacia e ironia, ma senza rinunciare ad andare in profondità sui temi affrontati, questo saggio non soltanto risponde alla domanda del titolo, ma mira a mettere in luce i fraintesi, sfatare i molti luoghi comuni intorno all'arte in generale - e a quella moderna in particolare - offrendo una prospettiva nuova e trasversale. La presentazione vedrà gli interventi di Angela Sanna, storica dell'arte e curatrice e Francesco Galluzzi storico e critico d'arte.

    Galleria Tannaz
    Sabato 20 novembre, ore 18.00
    Via dell'oche 9 - Firenze
    Infoline: +39 055 219274
    info@galleriatannaz.com
    www.galleriatannaz.com

    Crea©tivity+I.D.E.A. 2010Il 18 e il 19 novembre il Museo Piaggio torna ad accogliere la quinta edizione di Crea©tivity+I.D.E.A. 2010 evento che da cinque anni arricchisce il mondo del design e della creatività. Nella città di Pontedera, un momento di incontro tra differenti ambiti progettuali: da scuole e università nazionali ed internazionali alle aziende, dagli enti di ricerca ai professionisti di settore, studenti e ricercatori incroceranno le loro esperienze ed attitudini in due giornate di intensa partecipazione.

    Prodotto dalla Direzione Generale per l'Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica del Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca, ISIA Firenze, Fondazione Piaggio. Organizzato da MBVision. Per il quarto anno consecutivo l’evento ospiterà al suo interno I.D.E.A. - International Design Education Award - concorso di design internazionale dedicato a progetti degli studenti di Istituti universitari italiani e stranieri. È promosso dalla Direzione Generale AFAM-MIUR come parte del Premio Nazionale delle Arti. Un confronto fra realtà progettuali diverse, portatrici di differenti culture e tradizioni, finalizzato al trasferimento di competenze e un costante aggiornamento delle didattiche.

    Università e istituti europei si incontrano sul tema dell'innovazione progettuale e della sostenibilità. Il programma di Crea©tivity+I.D.E.A. ’10, che si svolgerà nei giorni 18 e 19 novembre, propone una serie di appuntamenti che avranno luogo presso il Museo Piaggio, e mostre e allestimenti che coinvolgeranno la città ospite. Presso il Museo Piaggio, il 18.11, dopo le keynote di professionisti ed esperti, si aprirà WorkOut ’10, il workshop di Crea©tivity attorno al quale si confronteranno scuole, studenti, docenti e professionisti di fama internazionale. Una full immersion dal brainstorming al progetto che ad oggi ha visto la partecipazione di oltre 800 studenti. Gli stessi locali, alle 21.00 di giovedì 18, accoglieranno il Pecha Kucha Night Vol.8, momento di confronto dedicato ai molteplici aspetti del design in cui artisti, designer, creativi, avranno a disposizione 6' minuti e 40” per farsi conoscere e 20 immagini per presentare il proprio progetto. All’interno della serata si terrà la premiazione ufficiale del concorso I.D.E.A.

    Una serie di conferenze arricchiranno l’offerta dell’evento: il 18.11 la presentazioni dei progetti Cartoon Animated Training e Design and Manifacturing Sharing System per il comparto Moda. Il 18.11, Scenari di innovazione mobile e nautica, a cura di Artex, La tutela della proprietà industriale e intellettuale nel design con Luigi Carlo Ubertazzi, Rodrigo Rodriquez, Stefano Antonio Pirrone e Dal distretto produttivo al distretto progettuale a cura di ISIA Firenze.

    Mostre e installazioni di IDEA e di Crea©tivity saranno ospitate dal Centrum Sete Sois Sete Luas, uscita stazione FS lato Piaggio, mentre al Museo Piaggio è possibile visitare la mostra La Vespa e il Cinema; In a locali della città, ospiteranno esposizioni monografiche, occasioni per mettere in discussione il design e tutte le sue applicazioni di genere, misurandolo attraverso filtri culturali diversi e scenari eterogenei.


    18 Novembre


    09.30: APERTURA LAVORI
    Interventi a cura di
    Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, sezione AFAM
    Fondazione Piaggio
    ISIA Firenze
    Comune di Pontedera

    11.00: KEYNOTE
    Un momento di incontro con professionisti e aziende del mondo del design del prodotto e della comunicazione, del marketing, delle tecnologie e dei nuovi media. Uno stimolo fatto di case history progettuali, che diventa briefing per i laboratori di Creactivity: il WorkOut.
    Ospiti
    Luca Mascaro, UX Conference
    Leandro Agrò, Frontiers of interaction
    Paolo Iabichino, Ogilvy One
    Vanni Pasca, Critico e Storico del design
    Marco Ferreri, Marco Ferreri Design Studio
    Fabrizio Boratto, Miss Sixty
    Facilitatori
    Stefano Adami, Società Italiana Marketing
    Max Pinucci, ISIA Firenze

    14.30: WORKOUT
    Il workshop di Creactivity è aperto a studenti universitari (triennio+biennio+master e dottorandi) 4° e 5° anno delle scuole superiori ad indirizzo artistico/tecnico, professionisti, appassionati.
    Temi
    Product
    Fashion
    Comunication
    Mobility
    Coordinamento workshop
    Angelo Minisci (senior)
    Area Comunicazione
    Stefano Adami (senior)
    Luca Mascaro (senior)
    Daniela Demaria (junior)
    Area Mobility
    Dania Simoncini (junior)
    Sara Bellia (senior)
    Anthony Lee (senior)
    Area Moda
    Olga Niescier (senior)
    Maddalena Mangialavori (junior)
    Area Prodotto
    Marco Ferreri (senior)
    Lucy Salamanca (senior)
    Sabina Barcucci (junior)
    Karmelina Martina (junior)

    TAVOLE ROTONDE/PRESENTATION
    15.00-17.00
    Il progetto DEMASS
    Il progetto DE.MA.S.S. (Design and Manifacturing Sharing System), capitanato da Visiant Galyleo di Roma e secondo classificato al bando Made in Italy di Industria 2015, è dedicato a nuove piattaforme di progettazione per la moda. L’incontro è dedicato ai sistemi di progettazione e di filiera di produzione del comparto moda.

    16.00-18.00
    Cartoons Animated Training
    Progetto di ricerca finanziato dalla Comunità Europea e dedicato a nuove forme di apprendimento, in particolare verso la formazione professionale e il life long learning, realizzate attraverso l’uso dei linguaggi del cartone animato e del fumetto.

    18.30
    Termine della prima giornata di lavoro

    21.00
    Museo Piaggio
    Viale Rinaldo Piaggio, 7
    Pecha Kucha Night + IDEA Award Ceremony
    A cura di ISIA Firenze e Pont-Tech
    PKN è una serata che offre 6 minuti e 40 secondi ciascuno a esperti, artisti, studenti e professionisti, dando loro la possibilità di far conoscere al pubblico le loro visioni, storie e scenari utilizzando il proprio lavoro e le proprie idee. Il format prevede una formula molto semplice: 20 immagini, 20 secondi per ogni immagine a disposizione di ogni singolo speaker in modo da tenere alto il livello di attenzione del pubblico.

    Lucy Salamanca designer
    Pon-Tech Consorzio per la ricerca industriale e il trasferimento tecnologico
    Luca Rossi Ricercatore universitario
    Maurizio Galluzzo Docente IUAV Venezia
    Vincenzo Legnante Direttore del Dip. di Tecnologie dell'Architettura e Design Azienda

    Premiazione concorso di design
    IDEA, International Design Education Award

    a cura di AFAM - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca

    Ospiti 2° parte
    Gabriele Persi Area Science Park Trieste
    Manola del Testa Ufficio design e progettazione RCR-Calp
    Marco Paolieri Docente di yacht design
    Azienda WIN Srl _Speaker TBD
    Luca Mascaro UX Conference


    19 Novembre

    09.00: WORKOUT
    Seconda sessione del workshop di Creactivity

    TAVOLE ROTONDE/PRESENTATION
    10.00 - 12.00
    Scenari di innovazione Mobile e Nautica
    Iniziativa promossa dalla Provincia di Pisa e dal Tavolo Provinciale del Mobile.
    A cura di
    Artex Centro per l’Artiginato Artistico e Tradizionale della Toscana

    11.00 - 13.00
    La tutela della proprietà industriale e intellettuale, in particolare del design
    A cura di ISIA Firenze
    Interventi a cura di
    Luigi Carlo Ubertazzi
    Rodrigo Rodriquez
    Stefano Antonio Pirrone
    Fabrizio Sanna

    14.30 - 16.30
    Dal distretto produttivo al distretto progettuale
    Interventi a cura di
    ISIA Firenze
    MAD Faculty Genk (Belgio)
    Municipalità di Genk
    Comune di Pontedera

    17.00: PREMIAZIONE WORKOUT
    Premiazione dei lavori del WorkOut

    18.00
    Chiusura dei lavori


    MOSTRE

    Centrum Sete Sóis Sete Luas
    Viale Rinaldo Piaggio 94 (uscita staz. FS lato Piaggio)
    A cura di
    AFAM-MIUR, ISIA Firenze
    IDEA2010
    International Design Education Award

    Partecipano ISIA Faenza, ISIA Firenze, ISIA Roma, LABA, NABA, IUAV, Corso di Laurea in Disegno Industriale Firenze. PHL University College of Limburg, Hasselt, (Belgio), Sichuan Accademy of Fine Arts (Cina), Chongqing Universities College of Art (Cina), MAD Faculty Genk (Belgio).


    MOSTRE COLLATERALI

    A cura di
    ISIA Firenze
    Scenari domestici
    Innovazione e ricerca nel vivere quotidiano

    In collaborazione con Ariete

    A cura di
    Angelo Minisci, Studio Blam
    Tavola di Alice
    In viaggio con le diversità del gusto

    In collaborazione con Consorzio Cristallo di Colle Val d’Elsa
    A cura di
    Bettina Pelz, Narracjie, Gdansk
    NARRACJE Gdansk

    Progetti di luce per la città

    A cura di
    Pierpaolo Magnani
    MoonLanding
    Videoinstallazione interattiva


    A cura di
    3logic, MBVision
    Innovation on the Fly
    Interattività e formazione

    In collaborazione con Pipistrel Light Aircraft doo

    A cura di
    ISIA Roma
    Design for complexity, la cura delle cose

    Presso il Museo Piaggio
    Viale Rinaldo Piaggio, 7
    A cura di
    Fondazione Piaggio e il Centro Multimediale del Cinema
    La Vespa e il Cinema
    Fotografie, riviste, documenti storici e una sezione dedicata alla collezione di 150 locandine di film cult


    MOSTRE IN CITTA’

    Bar L‘Angolo
    Corso Matteotti 2, Pontedera
    A cura di
    ISIA Firenze
    Le Mani sulla Città
    13 riflessioni su Piazza Santissima Annunziata, in omaggio al grande artista Mario Mariotti

    La Caffetteria del Corso
    Corso Matteotti 74, Pontedera
    A cura di
    Angelo Minisci, Studio Blam
    Wine Design
    Mostra-degustazione con articoli del Consorzio Cristallo di Colle Val d’Elsa

    Beat
    Corso Matteotti 39, Pontedera
    A cura di
    Laba Firenze, in collaborazione con PartyLife Pontedera
    Basic Design
    fondamento del progetto

    Esposizione oggetti di design realizzati durante il workshop Not Ordinary= Extraordinary in occasione del Florence - Design Week


    CREDITS

    Un evento prodotto da
    Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, AFAM Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica
    ISIA Firenze
    Fondazione Piaggio

    Curatore/Coordinatore
    Massimiliano Pinucci

    Con il patrocinio di
    Regione Toscana
    Provincia di Pisa
    Comune di Pontedera ADI Toscana Comitato scientifico
    Giuseppe Furlanis
    Tommaso Fanfani
    Massimiliano Pinucci
    Stefano Maria Bettega
    Angelo Minisci
    Stefano Adami

    Museo Piaggio - Crea©tivity + IDEA 2010
    18-19 novembre 2010 (workshop & meeting)
    fino al 15 gennaio 2011
    (mostra La Vespa e il Cinema)
    viale Rinaldo Piaggio, 23 - 56025 Pontedera (PI)
    info@progettocreactivity.com
    http://www.progettocreactivity.com


    Chris Bangle, Il design è difficile, Florens 2010 Dal 12 al 20 novembre avrà luogo Florens 2010 la settimana dedicata ai Beni Culturali e Ambientali e che veedrà Firenze, laboratorio globale di arte, cultura ed economia, ospitare un Forum Internazionale – organizzato in collaborazione con The European House - Ambrosetti, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio di: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero degli Affari Esteri, Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e mare, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Firenze e Unesco –, 30 convegni, 10 mostre e 150 eventi.
    La manifestazione è stata ideata da Giovanni Gentile, Presidente di Confindustria Firenze e dal Comitato Promotore di Florens 2010 composto da: Intesa Sanpaolo, Banca Cassa di Risparmio di Firenze, Confindustria Firenze, Confederazione Nazionale Artigianato Piccola e Media Impresa Firenze (CNA Firenze).
    La direzione artistica della prima edizione è a cura di Davide Rampello.

    L’iniziativa mira a promuovere il patrimonio culturale e ambientale quale volano di sviluppo economico e sociale, proponendo un modello innovativo di golden economy, per la valorizzazione industriale del giacimento di beni culturali e ambientali. Firenze e la Toscana rappresentano la sede ideale per la nascita di un laboratorio globale di arte, cultura ed economia, esportabile a livello internazionale e capace di formulare azioni concrete in chiave innovativa.

    «La valorizzazione è reinterpretazione», questo il tema guida della manifestazione, che vuole indurre ad una riflessione sulle ragioni e necessità del cambiamento, non solo nell'ambito culturale, ma anche presso i sistemi di produzione e le istituzioni, a favore del miglioramento della qualità della vita, dell’aumento della competitività intellettuale ed imprenditoriale. Partendo da questo concetto la manifestazione proporrà 150 eventi tra workshop, mostre, lectio, dialoghi, convegni, percorsi e riflessioni scientifico-culturali rivolti sia ad un pubblico di addetti ai lavori sia a studenti, cittadini e turisti.

    Florens 2010 ospiterà personalità ed esperienze di rilevanza mondiale ed al contempo le eccellenze culturali, artistiche ed economiche del territorio. L’intera città di Firenze sarà coinvolta: dai luoghi del sacro (Cattedrale, Battistero) a quelli delle istituzioni civiche (Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Palazzo Sacrati Strozzi), dai palazzi privati alle piazze, dai musei alle università, dagli ‘spedali’ alle biblioteche, dai teatri alle librerie, fino ai comuni limitrofi di Scandicci, Fiesole, Campi Bisenzio e Bagno a Ripoli.

    Il design a Firenze. Il design per Firenze, Florens 2010A Palazzo Vecchio da giovedì 18 a sabato 20 novembre si svolgerà il Forum Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali, che vedrà riuniti esperti, rappresentanti dei più importanti musei del mondo, organizzazioni e istituzioni internazionali. Affronteranno temi relativi al futuro dei beni culturali e ambientali in Italia e nel mondo, con focus sull’evoluzione economica delle città d’arte, sulla gestione del patrimonio e sulle nuove tecnologie per costruire innovazione. Oltre 70 relatori provenienti da 20 paesi e 4 continenti si confronteranno in un dialogo tra il mondo dell’impresa e della cultura, al fine di valorizzare i beni culturali ed ambientali quali paradigma produttivo vincente e nuovo motore dello sviluppo industriale. Saranno presentate alcune tra le principali esperienze mondiali di successo. Sono attesi 300 partecipanti, provenienti da 27 paesi, che avranno occasione di contribuire attivamente ai dibattiti nel corso delle tre giornate.

    Tra i protagonisti internazionali:
    Jean Paul Fitoussi, Presidente dell’Observatoire Français des Conjonctures Économiques; Alan Latourelle, Amministratore Delegato della Parks Canada Agency; Marc Olivier Wahler, Direttore del Museo di Arte Contemporanea Palais de Tokyo di Parigi; Patrick Blanc, ideatore dei giardini verticali; Edward Dolman, Amministratore Delegato, Christie’s; Terry Garcia, Vice Presidente Esecutivo, National Geographic Society; Laurent Fabius, già Primo Ministro francese, Presidente del Rouen District Council; Michael Govan, Direttore, Los Angeles County Museum of Art; Charles Leadbeater, esperto di innovazione e scrittore; Jeffrey H. Patchen, Presidente e Amministratore Delegato del Museo dei Bambini di Indianapolis; Glenn Adamson, Vice Direttore della Ricerca del Victoria and Albert Museum; Mikhail Borisovich Piotrovsky, Direttore del Museo Hermitage di S. Pietroburgo; Philippe de Montebello, Direttore Emerito del Metropolitan Museum di New York; Peter Reed, Senior Deputy Director for Curatorial Affairs del MoMA di New York; Wafaa el Saddik, Direttrice del Museo Egizio del Cairo; Zahi Hawass, Segretario Generale del Consiglio Supremo delle Antichità Egizie.

    Il Forum proporrà i risultati dello Studio Strategico L’economia dei beni culturali e ambientali, realizzato nell’ultimo anno appositamente per Florens 2010 da The European House - Ambrosetti nelle venti regioni Italiane ed in Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.
    Lo studio ha utilizzato uno strumento di analisi innovativo, il Florens Index, che permette di realizzare confronti su base nazionale ed internazionale rispetto al potenziale espresso dal settore culturale e creativo di ciascuna regione o paese studiato.
    Lo studio strategico include anche un’indagine sulla cultura (campione 4.000 individui in Italia e 1.000 in ciascuno dei seguenti paesi: Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti, stratificati per sesso, età, livello di istruzione e macro-area di residenza). L’indagine è focalizzata sulla conoscenza dell’offerta e l’interesse verso i beni culturali; sui comportamenti, le esigenze e le scelte degli individui; sull’utilizzo delle nuove tecnologie; sull’attitudine al mecenatismo e sulle donazioni nei confronti di attività culturali. A livello italiano i risultati sono stati segmentati per regione.

    Tra gli eventi di maggior richiamo Piazza del Duomo sarà protagonista di un’installazione d’arte urbana di grande impatto visivo: la sua pavimentazione sarà trasformata in un immenso prato fiorito come avvenne nel famoso Miracolo di San Zanobi. E ancora David, la forza della bellezza, omaggio al capolavoro di Michelangelo, con una riproduzione a grandezza naturale della statua che verrà alloggiata sugli sproni della Cattedrale, sul sagrato di S. Maria del Fiore e nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio per ripercorrere virtualmente la disputa che la sua collocazione scatenò nel ‘500.

    In calendario le lectio magistralis con:
    l’architetto Rem Koolhaas, il designer Chris Bangle, il critico Achille Bonito Oliva; e i dialoghi fra Mons. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze e l’artista Mimmo Paladino; fra il filosofo Sergio Givone e l’architetto Richard Rogers; fra l’architetto Elisabetta Susani e il professor Gianfranco Gensini.

    Dal 12 al 17 novembre si svolgeranno workshop tematici in città e nei comuni limitrofi:
  • A Scandicci l’architetto Mario Botta, l’urbanista Alberto Magnaghi e il docente di Economia Antonio Calafati parleranno de La città come bene culturale;
  • A Fiesole il Presidente del Consiglio Superiore dei BBCC Andrea Carandini, il professore di culture arboree Giuseppe Barbera e il commissario all’emergenza dei siti archeologici vesuviani Marcello Fiori parleranno de Il passato e presente, un incontro per affrontare il grande tema dell’archeologia come possibile museo della memoria;
  • A Bagno a Ripoli Peppino Ortoleva dell’Università di Torino parlerà di Beni culturali viventi nel workshop La sapienza delle mani, con l’architetto Alessandro Mendini, il regista Franco Piavoli, la neuroscienziata Cinzia Di Dio, il compositore e musicista Riccardo Tesi, gli imprenditori Maurizio Riva e Walter Filiputti.


  • Due i workshop cittadini: il primo sul tema
  • Il Patrimonio contemporaneo e il paesaggio in un mondo sostenibile, curato da Brunswick Arts, con l’architetto del paesaggio Bas Smets, l’Head of Design & Creativity del King Abdul Aziz Center for World Culture dell’Arabia Saudita Fatmah Rashid, Gail Dexter Lord, Co-president di Lord Cultural Resources di Toronto;
  • il secondo sul tema Restaurare il paesaggio con il Segretario generale del MiBAC Roberto Cecchi, l’ex Presidente della Regione Sardegna Renato Soru, il docente di restauro Francesco Gurrieri, il Direttore del LandMark Trust di Londra Peter Pearce e il paesaggista e architetto di giardini Paolo Pejrone.


  • Tra i convegni:
  • Sopravvivere al digitale;
  • Le riviste italiane di cultura e il loro ruolo nel XXI secolo;
  • Parole e immagini dei mestieri e delle arti. Dalle parole di Crusca al Novecento;
  • Le pagine dell’arte: Vasari e le vite dei più eccellenti architetti, pittori e scultori italiani;
  • Il design a Firenze. Il design per Firenze.


  • Tra le mostre:
  • Le stanze della meraviglia. Mirabilia, curiosità e rarità, cinquanta capolavori dell’artigianato fiorentino;
  • Oltre il corpo, l’uomo, la collezione di cere del museo di Anatomia Patologica dell’Università di Firenze;
  • Pasolini: dal laboratorio con materiali inediti del Fondo Pasolini, esposti per la prima volta al pubblico;
  • A regola d’arte, storia dell’azienda Salvatore Ferragamo.


  • 17 Novembre, 2010 | 18.00
    Il design è difficile | Design is difficult
    Salone dei Cinquecento - Palazzo Vecchio - Firenze
    a cura di Pino Brugellis Direttore Osservatorio sull’Architettura
    Il design è difficile | Design is difficultIncontro con Chris Bangle
    relatori:
    Dario Nardella, vicesindaco di Firenze
    Davide Rampello, direttore artistico Florens 2010
    Lorenzo Targetti, presidente Gruppo Targetti Poulsen
    Joseph Grima, direttore Domus Web
    Anniina Koivu, redattrice Abitare


    17-20 Novembre, 2010 | 10.00-18.00
    A regola d’arte
    Palazzo Spini Feroni, Museo Salvatore Ferragamo - Firenze
    a cura di Tommaso Fanfani e Stefania Ricci
    A regola d’arte, Salvatore FerragamoSalvatore Ferragamo: la storia dell’azienda.
    E’ ora di restituire valore al lavoro fatto con le mani o con il cervello, ma sempre con perizia artigianale e di guardare al passato per ricostruire il nuovo su basi solide. L’uomo artigiano non è solo chi lavora con le mani, ma colui che svolge bene il proprio mestiere, a «regola d’arte», che ci mette impegno, che pensa a quanto può crescere migliorando le sue abilità, ma soprattutto che è appagato da quello che fa. Da questo messaggio del sociologo americano Richard Sennett prende ispirazione la mostra. Ripercorrendo la storia dell’azienda Salvatore Ferragamo, la mostra vuole proporre una riflessione sui valori che hanno permesso a un’impresa radicata nella tradizione artigianale e artistica di Firenze di mantenerne il DNA delle origini.


    18 Novembre, 2010 | 15.00-18.30
    Il design a Firenze. il design per Firenze
    Sala Convegni di DADA, Piazza Annigoni 9/b - Firenze
    a cura di Vanni Pasca
    Il design a Firenze. il design per FirenzeIntroduce e coordina Vanni Pasca
    relatori:
    Stefano Bettega, direttore ISIA
    Franco Ceccotti, Ceccotti Collezioni
    Biagio Cisotti, designer
    Riccardo Monni, direttore di Doc
    Paolo di Nardo, architetto
    Alessandro Ricceri, direttore di Artex
    Massimo Ruffilli, presidente del Corso di Laurea Magistrale in Design - Università di Firenze
    Carlo Vannicola, designer

    19.00
    Cocktail c/o Selfhabitat
    viale De Amicis, 1975 - Firenze


    Florens 2010
    Firenze e comuni limitrofi: varie sedi
    12-20 novembre 2010
    www.florens2010.com

    Gabriele Pezzini, METEORITE, looking far-watching closely, Galerie Alain GutharcPragmatico e concreto, il lavoro di Gabriele Pezzini si basa su un metodo, una teoria permanentemente alla ricerca di senso e verità possibili.
    Il 26 ottobre, presenterà una storia altrettanto sorprendente e poetica che metterà in evidenza, attraverso connessioni lontane e vicine, la sua definizione di "Alchimia del Progetto".
    Una presentazione / performance del lavoro METEORITE, looking far-watching closely, una riflessione di Gabriele Pezzini, da non perdere presso la Galerie Gutharc.


    Galerie Alain Gutharc
    Presentazione del libro, lettura e performance
    Martedì 26 ottobre 2010
    A partire dalle 18.30 | Sarà presente l'autore
    7 rue Saint-Claude
    75003 PARIS
    +33 (0)1 47 00 32 10
    www.alaingutharc.com

    BID | Biennale Internazionale del Design - EDIZIONE n. 0, 21 aprile - 15 luglio 2010, Ascoli Piceno e San Benedetto del TrontoIl 21 aprile 2010 alle ore 10 presso la Sala Marco Scatasta in Piazza Roma, 6 ad Ascoli Piceno verrà inaugurata l'Edizione «0» della Biennale Internazionale del Design che si terrà nel 2012.
    L'edizione 0 ha l'obiettivo di approfondire ed esplorare le diverse dimensioni del design come fattore strategico di innovazione e come componente significativa dello sviluppo socio-economico.
    Il programma prevede mostre, tavole rotonde, incontri, conferenze, workshop, proiezioni che si terranno tra Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto.
    La «Biennale Internazionale del Design - EDIZIONE n. 0» è un programma di eventi sul design, che avvia il progetto «Biennale Internazionale del Design» ed è, pertanto, un evento culturale esemplificativo dei contenuti e del significato della più ampia e articolata manifestazione sul design che si terrà, ogni due anni, a partire dal 2012.


    23 aprile-15 maggio 2010 | 9.00-19.00

    MOSTRA - RADICAL MEMORIES
    Palazzo dei Capitani | Piazza del Popolo, Ascoli Piceno
    a cura di C. Toraldo di Francia
    RADICAL MEMORIESLa mostra intende documentare la nascita del fenomeno del Design radicale attraverso la ricostruzione degli elementi della prima mostra della Superarchitettura del Dicembre 1966 e l’esposizione dei primi oggetti di design che da tale mostra furono ispirati.
    Il percorso espositivo, oltre a raccontare come tale eventò segnò la nascita dei due gruppi Archizoom e Superstudio, seguiti poi da altri gruppi come gli UFO, documenta anche il lavoro sperimentale di singoli operatori quali Ettore Sottsass, Ugo La Pietra e Riccardo Dalisi, ognuno con una propria strategia di ricerca orientata alla messa in discussione dell’eredità modernista e la convinzione del potere del progetto come strumento conoscitivo, volto a smascherare le contraddizioni di un sistema sociale in rapido cambiamento.

    24 aprile-28 giugno 2010
    TAVOLE ROTONDE | 4 «APERITIVI CON IL DESIGN»
    Ascoli Piceno | San Benedetto del Tronto
    Le 4 tavole rotonde denominate “Aperitivi con il Design – seconda edizione” sono occasioni di approfondimento dei temi di design “messi in mostra” e di argomenti nodali per la cultura del design contemporaneo: riflessioni sul design radicale e le sue influenze sulla cultura del progetto; approfondimenti sul design sostenibile e le sue prospettive di sviluppo; dibattiti sul design della comunicazione; confronti tra designer della nuova generazione sui differenti approcci al progetto.

    24 aprile 2010 | 9.00-13.00
    «APERITIVO CON IL DESIGN» | TAVOLA ROTONDA - RADICAL MEMORIES
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di C. Toraldo di Francia
    La tavola rotonda prevede 5 brevi presentazioni con proiezione, di 15 minuti, di ognuno dei protagonisti, cui seguiranno interventi delle aziende coinvolte nel cambiamento culturale e produttrici dei primi oggetti di serie.

    29 aprile 2010 | 15.30 PROIEZIONI - FILM DOCUMENTARI SUI TEMI DELLA MOSTRA RADICAL MEMORIES
    Sala dei Savi | Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    La giornata prevede la proiezione dei tre film documentario recentemente realizzati da Matteo Giacomelli e già proiettati al Festival dei Popoli a Firenze e alla Triennale di Milano. Sarà presente l'autore per un'introduzione e per un dibattito.
    Le proiezioni saranno:
    -Ugo La Pietra il disequilibrista (Italia, 2007,col, 30’)
    -Superstudio o la mossa del cavallo (Italia,2008,col, 50’)
    -Riccardo Dalisi le regole della libertà(Italia,2009,col,26’)
    Produzione Emmegiprod | www.emmegiprod.it

    6-21 maggio 2010 | 9.00-19.00
    MOSTRA - NORWEGIAN TALKS
    Knut Hjeltnes, Carl-Viggo Holmebakk, Jensen&Skodvin
    Chiostro Polo S.Agostino, Corso Mazzini,90 | Ascoli Piceno
    a cura di N. Flora e G. Postiglione
    NORWEGIAN TALKSLa mostra ha la finalità di esporre, sedici anni dopo la venuta del maestro norvegese Sverre Fehn (kongsberg 1924- oslo 2009, Pritzker price 1998) ad Ascoli nel 1994, tre degli architetti norvegesi della nuova generazione che ne hanno saputo sviluppare, reinterpretandoli, temi e modalità di approccio al progetto, con una particolare attenzione al rapporto natura-artificio. Oltre 200 m di foto e disegni saranno in mostra per due settimane nel chiostro del Polo S.Agostino ad Ascoli, ed una conferenza dei tre autori (Skodvin&Jensen, Holmebakk, Hjeltnes) introdotta dai curatori (Nicola Flora e Gennaro Postiglione) oltre che dal professor Pippo Ciorra che si svolgerà nell'auditorium dello stesso complesso, permetterà di entrare in contatto con sorprendenti interpreti della modernità quasi assolutamente assenti dalla pubblicistica di settore nazionale. La mostra-convegno sarà itinerante (Macerata, Milano, Oslo). l'intero evento, prodotto in collaborazione dalla SAD (Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno-Università di Camerino) e dalla Facoltà di Architettura e Società oltre che dal DPA del Politecnico di Milano, ha visto la partecipazione dell’Ambasciata di Norvegia a Roma, del Norsk Form (l'istituzione norvegese di promozione della cultura del progetto norvegese), oltre che degli ordini degli Architetti di Ascoli Piceno e Macerata.

    6 maggio 2010 | 16.30-18.30
    PRESENTAZIONE LIBRO - “IL SENSO DELLA MISURA. PAOLA PALMA E CARLO VANNICOLA. VENTI ANNI DI DESIGN”
    di Vincenzo Cristallo
    Libreria Rinascita, Piazza Roma, 7 | Ascoli Piceno
    presentazione di Cristiano Toraldo di Francia
    Saranno presenti l’autore Vincenzo Cristallo e i progettisti Carlo Vannicola e Paola Palma. Il libro è edito dalla casa editrice Pigreco Systems.

    GILLO DORFLES «Discussione sul design e sull'arte oggi»7 maggio 2010 | 10.00-13.00
    CONFERENZA - GILLO DORFLES «Discussione sul design e sull'arte oggi»
    Palazzo dei Capitani | Sala della Ragione, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    introduce Vanni Pasca

    8 maggio 2010 | 10.00-13.00
    WORKSHOP - «Il design per...»
    Palazzo dei Capitani, Sala dei Savi, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    moderatore Vanni Pasca
    Confronto tra imprese di differenti settori sulla loro visione e il significato di design.

    20 maggio-3 giugno 2010 | 9.00-19.00
    MOSTRA - ECO-DESIGN & ECO-INNOVAZIONE
    Nuovi scenari del design sostenibile
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di L. Pietroni, M. Capellini e EcodesignLab
    ECO-DESIGN & ECO-INNOVAZIONELa mostra intende indagare gli sviluppi e i nuovi scenari del design sostenibile evidenziando le punte di innovazione nel campo della formazione, della ricerca e della produzione.
    La mostra comprenderà:
    - progetti e prototipi della seconda edizione del master in Eco-design & Eco-innovazione;
    - sezione multimediale di video sul design sostenibile;
    - selezione di prodotti eco-sostenibili di aziende italiane ed internazionali;
    - selezione di prodotti realizzati in materiali riciclati presenti nella materioteca Matrec;
    - progetto “Progettare con l’aria per nuovi stili di vita sostenibili” realizzato in collaborazione con Elica, azienda leader nel settore delle cappe aspiranti.

    20 maggio 2010 | 15.00-18.00
    “APERITIVO CON IL DESIGN” | TAVOLA ROTONDA - ECO-DESIGN & ECO-INNOVAZIONE
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di L. Pietroni, M. Capellini, EcodesignLab
    La tavola rotonda si propone di discutere il contributo del design verso la sostenibilità ambientale con particolare attenzione alle strategie delle imprese. Verranno presentati alcuni casi di aziende che hanno attivato...

    26-28 maggio 2010 | 9.30-21.00
    CONFERENZA - INCONTRI DELL'ANNUNZIATA
    Giornate di studio sull'innovazione tecnologica Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” | sede dell'Annunziata
    Viale della Rimembranza | Ascoli Piceno
    Gli Incontri dell’Annunziata giungono quest’anno alla VIII edizione e cambiano formula; le giornate di studio, infatti, da due, diventano tre e si propongono, oltre che come tradizionale momento di riflessione sui temi legati all’innovazione tecnologica ed alla sperimentazione progettuale, anche come una tappa dell’offerta formativa intersede, nell’ambito delle attività previste dalla rete OSDOTTA per il XXV ciclo del Dottorato di Ricerca in “Tecnologia dell’Architettura”.
    Le tre giornate hanno come filo conduttore il tema della ricerca operativa in campo tecnologico, colto nelle sue complesse e controverse relazioni con le istanze, le ragioni e le aspettative della committenza, rappresentata dal mondo della produzione, delle imprese e delle istituzioni.
    26 maggio: Il “pensiero tecnico” di Eduardo Vittoria. Immaginare, sperimentare, innovare.
    27 maggio: Lo spazio della Ricerca tra Innovazione e Sostenibilità.
    28 maggio: Le relazioni virtuose: esempi di ricerca applicata per la costruzione dell’ambiente L’obiettivo della I giornata di studio è di avviare una riflessione sull’attività teorica di Eduardo Vittoria, al fine di coglierne ed evidenziarne gli elementi di attualità e le forme di possibile attualizzazione nel campo della ricerca tecnologica ed ambientale. Prendendo spunto da alcune sue posizioni culturali sul rapporto tra architettura e tecnologia, tra immaginazione e produzione, tra creatività e utilità, i dottorandi di ricerca in Tecnologia dell’Architettura all’ultimo anno di corso e i dottori di ricerca iscritti alla SITdA possono presentare, sotto forma di paper, brevi contributi teorici su tre parole-chiave, immaginare, sperimentare, innovare, che hanno caratterizzato il “pensiero tecnico” di Vittoria.
    Nella seconda giornata, studiosi, ricercatori, industriali ed esperti di varia provenienza si confronteranno sul tema del trasferimento della ricerca tecnologica al mondo della produzione, delle imprese e degli enti che governano le trasformazioni dell’ambiente costruito.
    La terza ed ultima giornata prevede la presentazione di ricerche nel campo della TdA, svolte all’interno di dipartimenti universitari, che hanno trovato applicazione nella produzione industriale e nei processi di trasformazione dell’ambiente, generando percorsi “virtuosi” che possano costituire un valido riferimento per la definizione di metodologie operative più efficaci ed in sintonia con la “domanda di ricerca”.

    GABRIELE PEZZINI «Intuizione,Visione, Progetto e Coraggio»28 maggio 2010 | 17.30-19.30
    CONFERENZA - GABRIELE PEZZINI «Intuizione,Visione, Progetto e Coraggio»
    Palazzo dei Capitani | Sala dei Savi, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno

    29 maggio 2010 | 15.00-18.00
    WORKSHOP - Sostenibilità ambientale e innovazione
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    moderatore Marco Capellini
    Confronto con e tra imprese su sostenibilità, design, innovazione ed efficienza energetica.

    3-4 giugno 2010 | 9.00-18.00
    CONVEGNO - DESIGN DELLA COMUNICAZIONE
    Palazzo dei Capitani, Sala dei Savi, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di F.O. Oppedisano, P. Perini, C. Muscelli
    Il linguaggio audiovisivo riveste un ruolo centrale per la sua costante presenza nella vita sociale e soprattutto per la sua capacità di “generare valore”, influenzare modelli comportamentali, fornire informazioni e sollecitare interessi.
    I settori industriali delle comunicazioni - cinema, Tv, telefonia, informatica - cresciuti in maniera indipendente, convergono oggi sulle piattaforme digitali: sono strategicamente capaci di integrare modelli comunicativi eterogenei. Con il moltiplicarsi dei processi e delle piattaforme comunicative, si assiste oggi ad una estensione dei territori del linguaggio audiovisivo che coinvolge figure professionali di natura diversa e amplia il quadro di competenze e conoscenze necessarie ai progettisti. Il designer, oltre a definire le modalità di fruizione del prodotto e formalizzare linguaggi visuali, è chiamato a relazionarsi con principi di varie discipline, a comprendere le nuove complessità e a sviluppare ipotesi di strategie comunicative.
    Le due tavole rotonde si propongono di di riflettere sulla progressiva estensione degli orizzonti del linguaggio audiovisivo, soprattutto in riferimento alla convergenza crossmediale digitale: l’azione progettuale è più incerta, ma anche più consapevole circa l’importanza di elaborare la comunicazione in modo responsabile, pensando a suoi effetti nella società e nella cultura.

    3-4 giugno 2010 | 9.00-18.00
    “APERITIVO CON IL DESIGN” | TAVOLA ROTONDA - DESIGN DELLA COMUNICAZIONE
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di F.O. Oppedisano, P. Perini, C. Muscelli
    Due giorni di dibattito sul design della comunicazione audiovisiva. Negli incontri si propone di discutere, attraverso le testimonianze e le riflessioni di protagonisti del mondo della comunicazione, l’estendersi degli orizzonti del linguaggio audiovisivo nella convergenza crossmediale digitale...

    ALBERTO MEDA «Design e tecnologia»16 giugno 2010 | 17.30-19.30
    CONFERENZA - ALBERTO MEDA «Design e tecnologia»
    Palazzo dei Capitani | Sala dei Savi, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    introduce Vanni Pasca

    17-26 giugno 2010 | 9.00-19.00
    MOSTRA - EMIDIO ANGELINI «NARRATORE PER IMMAGINI»
    Palazzo dei Capitani, Piazza del Popolo | Ascoli Piceno
    a cura di Silk Screen Studio
    EMIDIO ANGELINI «NARRATORE PER IMMAGINI»La mostra ha l'obiettivo di offrire un significativo spaccato del percorso artistico di Emidio Angelini, ripercorrendo attraverso la sua esemplare e particolare ottica intellettuale, un lungo viaggio caratterizzato dalla costante ricerca e sperimentazione della tecnica fotografica e dalla capacità di ridurre le immagini alla voluta funzione narrativa.
    Dalle prime immagini degli anni '60, alle sequenze in fotomeccanica, molte delle quali rimaste ancora inedite, dalle diverse opere premiate e selezionate in concorsi nazionali e internazionali degli anni 60' - 70', tra cui il Premio NIEPCE Italiano 1965 per la fotografia assegnatogli da una giuria composta fra gli altri da Elio Vittorini, Umberto Eco, Bruno Munari, Cesare Zavattini, Alvaro Valentini, Luigi Crocenzi, all'illuminata attività didattica durata 40 anni, in cui ha trasferito e insegnato con passione e determinazione, la conoscenza, gli strumenti e il lavoro sperimentale frutto della propria esperienza artistica, fino alla collaborazione con i principali Enti ed Istituzioni per la promozione del patrimonio artistico e culturale del territorio.
    L'esposizione vuole essere non solo un omaggio al fotografo che la critica italiana ha collocato tra i migliori assegnandogli, insieme ai maestri della fotografia italiana quali Lisetta Carmi, Mimmo Castellano, Lanfranco Colombo, Mario Giacomelli, Pepi Merisio, Toni Nicolini, Piero Raffaelli e Ferdinando Scianna, la qualifica di "narratore per immagini", ma anche un viaggio fotografico alla scoperta di Emidio Angelini che "con la sua opera" - scrive Luigi Crocenzi - "realizza quell'insegnamento illuministico secondo il quale non conosce l'umanità chi non conosce prima il suo vicino di casa".

    PHILIPPE DAVERIO «Design, arte e futuro del bel paese»18 giugno 2010 | 17.30
    CONFERENZA - PHILIPPE DAVERIO «Design, arte e futuro del bel paese»
    Auditorium “G. Tebaldini”, Viale de Gasperi, 124 | San Benedetto del Tronto
    introduce Vanni Pasca

    25 giugno 2010 | 18.00
    WORKSHOP - La qualità ambientale dell’ufficio. Incontro con Giorgio Dal Fabbro
    Showroom Eusebi Arredamenti, Via Pasubio, 10 | S.Benedetto del Tronto
    L’incontro ha la finalità di presentare un primo studio organico sulla qualità degli ambienti di lavoro nell'ufficio, con lo scopo di individuare le componenti basilari nella progettazione di un buon ambiente di lavoro, ma anche di verificarne l'impatto sulla produttività e sulla capacità innovativa delle aziende.

    26 giugno-14 luglio 2010 | 9.00-20.00
    MOSTRA - DOVE VA IL DESIGN? IL POPOLO DEL DESIGN
    Palazzina Azzurra, Viale delle Palme | San Benedetto del Tronto
    a cura di V. Pasca e L. Pietroni
    DOVE VA IL DESIGN? IL POPOLO DEL DESIGN, Palazzina Azzurra, Viale delle Palme | San Benedetto del TrontoLa mostra intende costruire una mappa dei nuovi territori e approcci del design contemporaneo, attraverso l’esposizione di prodotti e prototipi dei designer della nuova generazione, organizzati per temi e percorsi concettuali. Esempi dei differenti modi di intendere e praticare una professione, quella del designer, ormai multiforme e in continua evoluzione (dal product design alla grafica, dall’interior design all’eco-design, ecc.). Un’esposizione che esplora le diverse dimensioni del design emergente e del ruolo dei designer nella società contemporanea. Ad ogni designer/gruppo selezionato per l’esposizione è stato chiesto di segnalare il proprio prodotto/progetto più significativo per descrivere la sua attività e il suo approccio al design.
    La mostra dei prodotti dei designer sarà allestita in uno scenario particolare: una selezione delle fotografie di Fabio Gambina dalla collezione “Il popolo del design”, un racconto antropologico per immagini su coloro che frequentano le design week, gli eventi di design, il Salone del Mobile di Milano, il Fuori Salone.

    27-28 giugno 2010 | 18.30-21.00
    CONVEGNO - DOVE VA IL DESIGN?
    Palazzina Azzurra, Viale delle Palme | San Benedetto del Tronto
    a cura di V. Pasca e L. Pietroni
    Una due giorni di dibattito sul design contemporaneo.
    La tavola rotonda si propone come una conversazione tra diversi designer italiani e stranieri della nuova generazione che operano in Italia, per riflettere sui diversi approcci progettuali e i nuovi profili professionali del design contemporaneo. Partendo da un progetto/prodotto da loro scelto, i designer invitati racconteranno la loro storia, la loro filosofia e le loro esperienze progettuali nel contesto italiano. Dopo la generazione dei grandi “maestri del design italiano”, finalmente emerge una nuova generazione di progettisti, plurima e multiforme, con tante anime e diversi modi di concepire e praticare il design. Attraverso le loro storie si cercherà di mappare i nuovi territori del design contemporaneo.
    La tavola rotonda sarà articolata in due incontri consecutivi (27 e 28 giugno 2010) nei quali differenti designer racconteranno e dibatteranno il loro modo di interpretare il design.

    27-28 giugno 2010 | 18.30-21.00
    “APERITIVO CON IL DESIGN” | TAVOLA ROTONDA - DOVE VA IL DESIGN?
    Palazzina Azzurra, Viale delle Palme | S. Benedetto del Tronto
    a cura di V. Pasca e L. Pietroni
    Una due giorni di dibattito sul design contemporaneo. La Tavola rotonda si propone come una conversazione tra diversi designer italiani e stranieri della nuova generazione che operano in Italia, per riflettere sui diversi approcci progettuali e i nuovi profili...

    2 luglio 2010 | 17.00
    WORKSHOP - Design d’impresa. ADI-Associazione per il Disegno Industriale: mission, attività e prospettive
    Confindustria, Via Mazzini, 151 | Ascoli Piceno
    moderatore Enrico Tonucci
    Workshop con le imprese del Piceno e presentazione istituzionale dell’ADI e delle sue attività pregresse e in sviluppo. Introduce e modera: Enrico Tonucci – Presidente ADI Delegazione Marche Abruzzo Molise.

    Biennale Internazionale del Design - Edizione «0»
    «Laboratorio d'idee per l'innovazione ed il futuro»

    21 aprile | 15 luglio
    Ascoli Piceno | S. Benedetto del Tronto
    Varie sedi
    www.biennaledeldesign.it

    Galleria TannazGiovedì 3 giugno 2010, alle ore 18,00 presso il Museo Marino Marini in Piazza San Pancrazio a Firenze verrà presentato L'invisibile linea rossa.
    Il volume curato da Pino Brugellis contiene testi di vari autori: Acconci, Diller e Scofidio, Eisenman, Friedman, Lynn, Mayne, Tschumi, Zenghelis, Aureli, Bonino, Brizzi, Damiani, Giometti, Mastrigli, Mello, Negri, Orazi, Ricchi.
    Alla presenazione è prevista la partecipazione di Joseph Grima, Alberto Salvadori, Pino Brugellis

    A partire dal 2004 l’Osservatorio sull’architettura della Fondazione Targetti ha invitato a Firenze progettisti del tutto eterogenei fra loro, da Yona Friedman a Thom Mayne, da Eisenman ad Acconci, Tschumi, Zenghelis, Lynn, Diller e Scofidio. Nonostante le evidenti differenze tutti sono accomunati dall’essere dei «coltivatori di idee» utili per una necessaria trasformazione della città e in particolare dello spazio pubblico. È questo infatti il tema unificante di tutti gli incontri fiorentini i cui esiti sono gli otto saggi inediti degli autori suddetti qui riuniti (più un’appendice di Antonio Negri su Rem Koolhaas) e introdotti da altrettanti critici (Aureli, Bonino, Brizzi, Damiani, Giometti, Mastrigli, Mello, Orazi, Ricchi) preoccupati di portare il tema degli spazi comuni al centro dell’inaridita discussione architettonica (e politica) italiana. Il volume è dunque un ricettacolo di fonti e commenti dell’architettura contemporanea che, se pur molto diversi per linguaggio, ispirazione e ambizioni, sembrano tutti essere legati da una linea talmente sottile da risultare quasi invisibile, un filo rosso che riporta l’architettura alla sua essenza più profonda, quella che Edoardo Persico definiva «sostanza di cose sperate».
    Anita Silva, Abitare.it

    Museo Marino Marini
    Piazza San Pancrazio - Firenze
    3 giugno 2010, ore 18.00

    Galleria TannazIn occasione di Florence Design Week 2010, Laba Libera Accademia di Belle Arti Firenze & Galleria Tannaz presentano Cambia-Laba-menti Incontro con gli autori.
    Questo gli incontri in programma:

    Lunedì 24 maggio ore 18,30
    Serena Bedini, Stelle cadenti

    Martedi 25 maggio ore 18,30
    Francesco Galluzzi, "Rigadin peintre cubiste", 1912, regia di Georges Monca. Ricostruzione dell’universo. Una presenza precoce dell’arte contemporanea nel cinema delle origini

    Mercoledì 26 maggio ore 19,00
    Angelo Minisci- Massimo Innocenti, Sentire più che un giornale. Nuove espressioni dalla Laba

    Giovedì 27 maggio ore 18,30
    Ubaldo Fadini, La Vita Eccentrica. Soggetti e saperi nel mondo della rete

    Venerdì 28 maggio ore 18,30
    Alessandra Scappini, Macchine e macchinismo nell’arte contemporanea

    Galleria Tannaz
    24 | 28 maggio
    Via dell'oche 9 - Firenze
    Mercoledì 26 maggio ore 10,00-13,00/14,00- 17,00
    Venerdì 28 maggio ore 10,00 – 13,00
    Sabato 29 maggio ore 18,00 mostra finale
    Infoline: +39 055 219274
    info@galleriatannaz.com
    www.galleriatannaz.com

    I giovedì del designPer il 2010 la Lighting Academy della Fondazione Targetti ha in programma due opportunità formative in lingua italiana destinate agli architetti e agli interior designer e finalizzate all’apprendimento delle nozioni fondamentali per imparare a utilizzare la luce come elemento integrante della progettazione dello spazio.
    Nel corso di due fine settimana lunghi a fine inverno – 11-13 marzo – e in autunno inoltrato – 18-20 novembre –, docenti universitari, ricercatori dell’Istituto Nazionale di Ottica e affermati lighting designer guideranno i partecipanti alla scoperta delle valenze scientifiche, tecnologiche, culturali, psicologiche e progettuali della luce, dedicando un particolare approfondimento alle applicazioni pratiche della disciplina illuminotecnica, interpretata come un formidabile strumento per plasmare lo spazio e come una grande opportunità per valorizzare al meglio l’architettura.
    Il piano didattico, articolato in 20 ore di lezioni, prevede 3 moduli formativi intensivi: il primo sarà dedicato alla scienza della visione e all’analisi dei processi percettivi; il secondo si focalizzerà sugli aspetti fotometrici, sulle sorgenti luminose e sulle principali tipologie di apparecchi di illuminazione; il terzo sarà infine rivolto a fornire un approccio metodologico alla progettazione della luce e si concluderà con un laboratorio pratico.
    I corsi si svolgeranno a Villa La Sfacciata, il magnifico edificio rinascimentale sulle colline di Firenze in cui ha sede la Fondazione Targetti.

    Lighting Academy - Villa La Sfacciata
    via Volterrana 82 - 50124 Firenze
    11-13 marzo 2010 | 18-20 novembre 2010
    phone +39 055 3791285 | fax +39 347 0722868
    lightingacademy@targetti.it
    www.lightingacademy.org

    Paolo Benevelli, Retstalb, Il germinare del design. Lo scopo e la meta, Triennale di MilanoIl prototipo come forma-matrice, fonte di un processo di germinazione stilistica che ha qualcosa di biologico e immediato, in cui i bozzoli di idee si fanno forme e le forme materia, per poi riversarsi e infondersi in altre linee, altri piani, altri colori. Fino a tratteggiare un vero e proprio racconto creativo, che fa rivivere ogni volta, nel «corpo» dell'oggetto, la storia stessa del design: la sua origine, evoluzione e destinazione.
    Sarà questo fil rouge a tenere insieme le diverse voci e prospettive che animeranno, il prossimo 30 aprile, negli spazi della Triennale di Milano, l'evento-dibattito Il germinare del design. Lo scopo e la meta. Un appuntamento che trae spunto e motivazione dalle creazioni di Paolo Benevelli: una produzione innovativa e originale, che predilige la duttilità del metallo, coniugando, con grande leggerezza e naturalezza, vocazione artistica e ispirazione industriale. Fino a delineare, nella sua ricerca di equilibrio stilistico, una sorta di minimalismo ludico, ricercato ma anche ironico, essenziale ma mai asettico.
    Nel corso dell'evento interverranno, tra gli altri, il professor Gillo Dorfles, il più noto storico e teorico del design in Italia, e gli architetti Angelo Cortesi, past president ADI e regional member ICSID, Valeria Armani, docente presso il Politecnico di Milano e l'Istituto IED, e Lorenzo Bonini, professore, critico affermato e direttore della rivista Art Leader.
    Verrà inoltre presentata in anteprima una pubblicazione illustrata, interamente dedicata al lavoro di Benevelli, che raccoglie disegni di idee e percezione, prototipi originali e oggetti d'uso, tappe di un percorso che si pone, innanzitutto, come "un laboratorio creativo aperto" (progetto grafico di Mario Benelli e testi di Daniela Panosetti).
    L'evento è curato da AB Studio Architettura di Milano in collaborazione con Atelier P&B. L'invito è aperto al pubblico, con particolare riferimento a docenti e studenti del Politecnico, giornalisti specializzati, esperti del settore.

    Triennale di Milano
    Venerdì 30 aprile 2010, ore 18:00
    Viale Alemagna, 6 - Milano
    www.triennale.it
    info: phone +39 360 252844
    info: info@paolobenevelli.com

    Lino Centi, Mitobiografia Scientifica / in memoria di Alan Turing, Seminario L'inatteso quotidiano, a cura di Angelo MinisciL'11 marzo 2010 la Libera Accademia di Belle Arti (LABA) organizza il seminario L'inatteso quotidiano a cura di Angelo Minisci. Mitobiografia Scientifica / in memoria di Alan Turing è il titolo dell'intervento che Lino Centi proporrà ai partecipanti.
    L'idea del seminario (anche se con il titolo leggermente diverso ovvero L'inaspettato quotidiano) è proposta anche sul sito della LABA con il breve testo che di seguito riportiamo:
    «Oggetti che comunicano valori ed emozioni, oggetti che sono sintesi di tecnologia, creatività e cultura, oggetti che coniugano tradizione e innovazione. La cosa, solitamente intesa come oggetto del pensiero, diviene soggetto.
    Per apprezzare il pensiero delle cose non è possibile squadernare una ragione che sistematizzi la cosa pensante, occorre procedere per suggestioni, allusioni, spunti e intuizioni; occorre affondare la propria solida nave, lasciarsi cullare naufragi dalle onde, per approdare su un'isola sconosciuta fatta di cose che parlano e che pensano. Gli incontri e gli eventi di seguito,si pongono alla riscoperta di quelle "piccole cose" che nella maggior parte dei casi sono dimenticate dalla filosofia (e non solo). Le cose materiali, che tutti i giorni ci circondano, che sono alla base della nostra vita e del nostro linguaggio (dato che anche nella terminologia filosofica si ritrovano parole che hanno la loro origine in fatti semplici, materiali). Ed ecco le cose. Le cose pensano, dunque. Dice infatti la lingua latina res ipsa loquitur: le cose, i fatti, parlano da sé. La cosa parla quando si manifesta palesemente in tutta la sua insopprimibile evidenza: così è, così stanno le cose e non potrebbe essere altrimenti. Acquisito – o quasi – che le cose parlano, possiamo però altrettanto facilmente asserire che le cose pensano? Pensa la cosa, cogitat res

    Libera Accademia di Belle Arti (LABA)
    50126 Firenze - Piazza di Badia a Ripoli, 1/A
    11 marzo 2010, ore 11.30
    phone 055 6530786 | fax 055 6530787
    www.laba.biz/seminario_inaspettatoquotidiano.php

    Paolo Ulian, Tra gioco e discarica, MINI&Triennale CreativeSetNel corso di Pubblicamente_09. Ritorno al futuro. Due giorni di eventi, incontri e visioni sul mondo che verrà – avvenuto il 17 e 18 dicembre 2009 –, l'Istituto Europeo di Design di Roma ha presentato Servizio al pubblico, esperimento di progettazione non mediata, che realizza cose offerte direttamente al pubblico da parte di designer che le hanno ideate per migliorare la fruizione di alcuni spazi pubblici spesso degradati.
    Il progetto risponde al tema del futuro del design dell'edizione 2009 di Pubblicamente non più con una riflessione proiettata nella dimensione fantascientifica o con una progettazione ex-novo del luogo pubblico, ma attraverso un dialogo tra gli oggetti e la situazione preesistente in cui progettisti e fruitori sono gli attori principali.

    L’ipotesi di Servizio al pubblico è quella di ripensare la rivoluzione dello spazio esistente condotta a partire dalle piccole cose di tutti i giorni. Il futuro del design è quello di utilizzare l’oggetto come veicolo per migliorare la vivibilità degli spazi, la quotidianità delle azioni, anche denunciando con svelata ironia l’assuefazione alle coazioni comportamentali quotidiane e gli abusi estetico-ambientali ai quali la dimensione pubblica sottopone gli utenti dei servizi urbani.
    L’evento ha previsto che per un giorno alcuni luoghi pubblici (bagni delle stazioni metropolitane, mezzi di trasporto quali autobus e metropolitane, parchi pubblici, strade) fossero rivisitati attraverso 5 proposte per divenire spazi più civili e frequentabili attraverso oggetti di conforto funzionale e psicologico, performances, situazioni artistiche.
    L’intenzione è quella di dimostrare la differenza tra un servizio pubblico «progettato» – e quindi più umano – e quello di fronte al quale siamo tristemente rassegnati come utenti o critici spesso impotenti come esperti di settore.
    Ideazione di Servizio al pubblico è stata di Domitilla Dardi; la cura e coordinamento di Domitilla Dardi e Patrizia Di Costanzo: la direzione artistica e supervisione progettuale di Paolo Ulian. Produzione, riprese e montaggio video: Roberta Lo Porto.

    Il progetto Servizio al pubblico è visibile anche on line: www.youtube.com/user/servizioalpubblico

    I PROGETTI
    Permesso di sosta – seduta/piano d'appoggio da palo – di Alecci e Di Paola
    Superigienica – dispenser per carta da utilizzare in luoghi pubblici – di Di Salvo e Mazzone
    Urbano – supporto per scopa, paletta e sacchetti di libero consumo pubblico – di na3 - Nicola Auciello con Guido Lombardo
    Curatori della realtà – museo di arte spontanea a cielo aperto – di Resign
    Morbidezze al pubblico – cuscini polimaterici – di Giovanna Zinghi

    Pubblicamente_09
    Ritorno al futuro
    Due giorni di eventi, incontri e visioni sul mondo che verrà

    Servizio al pubblico
    17 / 18 dicembre 2009
    www.youtube.com/user/servizioalpubblico
    BBPR 100Lodovico Barbiano di Belgiojoso ed Ernesto Nathan Rogers furono non solo studenti, ma anche docenti del Politecnico di Milano.
    A cent'anni dalla nascita dei componenti del gruppo BBPR, l'Ateneo celebra i due architetti con BBPR 100 una «cinque giorni» da non perdere.
    Noto in tutto il mondo, l'acronimo BBPR indica il gruppo di progettisti costituito nel 1932 da Gian Luigi Banfi (Milano 1910 - Mauthausen 1945), Lodovico Barbiano di Belgiojoso (Milano 1909 - 2004), Enrico Peressutti (Pinzano al Tagliamento, - Pordenone, 1908 - Milano 1976) ed Ernesto Nathan Rogers (Trieste 1909 - Gardone, 1969).
    Appena laureati al Politecnico di Milano, i quattro architetti fondarono il loro Studio nel capoluogo lombardo iniziando quel percorso di ricerca architettonica che li renderà celebri e porterà alla realizzazione della loro opera più nota: la Torre Velasca di Milano. Questi gli appuntamenti in programma:

    30 NOVEMBRE 2009
    Ricordo dello Studio BBPR a Palazzo Reale
    Ore 15 - Palazzo Reale, Sala delle Otto Colonne, Piazza Duomo, Milano

    BBPR 100 prende avvio a Palazzo Reale dove Gillo Dorfles, Vittorio Gregotti e Giuliano Banfi daranno vita a un ricordo dello Studio con una lettura critica della sua attività arricchita da esperienze e ricordi personali. Introdurrà il Rettore del Politecnico Giulio Ballio.

    1 DICEMBRE 2009
    Convegno «Lodovico Belgiojoso architetto. Per un'Italia altra»
    Ore 9.30 - Aula Rogers, Politecnico di Milano, Via Bonardi 3

    La Facoltà di Architettura e Società rende omaggio a Lodovico Belgiojoso con una giornata di studi che vuole dare risalto al suo contributo personale all'interno della produzione complessiva dello Studio. Due i temi in evidenza.
    Il primo è l'impegno civile e politico di Belgiojoso volto alla ricerca di un'Italia altra che, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, lo portò a unirsi alla Resistenza cui farà seguito la deportazione in Germania.
    Il secondo riguarda le differenze tra le forti personalità dei quattro architetti, che trasformarono lo Studio in un laboratorio culturale di grande attualità.

    1-11 DICEMBRE 2009
    Mostra dedicata a Belgiojoso
    Atrio Facoltà di Architettura e Società, Politecnico di Milano, Via Bonardi 3

    A margine del Convegno sarà allestita una mostra che completerà i temi trattati con immagini, disegni, poesie e scritti di Belgiojoso.

    2-4 DICEMBRE 2009
    Convegno internazionale «Esperienza dell'Architettura. Ernesto Nathan Rogers»
    Ore 9.30 - Aula De Carli, Politecnico di Milano, Campus Bovisa, Via Durando 10

    Per celebrare la figura e l'opera di Ernesto Nathan Rogers, la Facoltà di Architettura Civile organizza un convegno con l'obiettivo di attualizzare il concetto, caro all'architetto, di «continuità».
    Essa è per Rogers una forma possibile del tempo presente, il riconoscimento di una tradizione entro cui l'artista innesta le sue invenzioni originali, nate dall'interpretazione critica del passato. Il convegno internazionale, risultato di una call for papers cui hanno partecipato più di ottanta studiosi da tutto il mondo, si pone l'obiettivo di attualizzare il concetto di «continuità» attraverso il confronto di differenti punti di vista storico-critici, volti a ricostruire la lezione rogersiana, i suoi motivi e le sue influenze sulla cultura architettonica italiana e internazionale.

    BBPR 100 - Politecnico di Milano
    30 NOVEMBRE 2009 | Palazzo Reale, Sala delle Otto Colonne, Piazza Duomo - Milano
    1-11 DICEMBRE 2009 | Via Bonardi 3 - Milano
    2-4 DICEMBRE 2009 | Campus Bovisa, Via Durando 10 - Milano

    Less is Next. Dal cucchiaio alla realtà. Design e sicurezza alimentare nell'epoca della crisi / Logo dell'eventoLess is Next. Dal cucchiaio alla realtà. Design e sicurezza alimentare nell'epoca della crisi è il titolo della conferenza-tavola rotonda che avrà luogo il 6 novembre 2009 dalle ore 9.00 alle 18.30 presso la Sala Affreschi della Regione Toscana in via Cavour, 4 a Firenze.
    L'evento è promosso e organizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione dell'Università e della Ricerca Direzione Generale per l'Alta Formazione Artistica, Musicale e coreutica in collaborazione con ISIA Firenze e seguirà il seguente ordine dei lavori.

    Saluti
    Stefano M. BETTEGA / Direttore ISIA Firenze
    Fabio ROGGIOLANI / Presidente IV Commissione Sanità, Regione Toscana
    Gianfranco SIMONCINI / Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Regione Toscana

    ORE 9.00
    INIZIO LAVORI

    Modera
    Giuseppe FURLANIS / Presidente CNAM, Ministero dell’Università e della Ricerca

    Relatori
    ORE 9.00
    PRESENTAZIONE DEL LIBRO
    “LESS IS NEXT, PER UN DESIGN SOLIDALE E SOSTENIBILE 2008”
    Giuseppe FURLANIS / Presidente CNAM

    ORE 9.30
    IL CONSUMATORE CRITICO. SIGNIFICATI, PRATICHE E CONTRADDIZIONE
    Roberta SASSATELLI / Sociologa

    ORE 10.00
    IL CIBO ITALIANO E L’EQUILIBRIO IMPOSSIBILE FRA TECNOLOGIA E TRADIZIONE
    Paolo CONTI / Giornalista

    ORE 10.30
    LA JAK BANK SVEDESE: UNA POSSIBILE CURA CONTRO LA CRISI DI VALORI DEL MONDO OCCIDENTALE
    Giorgio SIMONETTI / Jak Bank

    ORE 11.30
    LA RIVOLUZIONE OFF-GRID
    La Fabbrica del Sole / Società Cooperativa

    ORE 12.00
    DESIGN FINANZIARIO E MICROCREDITO. IL CASO FIORENTINO DELLE PIAGGE
    Cristiano LUCCHI / Giornalista

    ORE 12.30
    PREMIO TOSCANA ECOEFFICIENTE 2009
    Sergio VENTRELLA / Regione Toscana

    ORE 14.30
    INIZIO LAVORI

    Modera
    Rodrigo RODRIQUEZ / Presidente ISIA Firenze

    Relatori
    ORE 15.00
    NORTH SOUTH PROJECT
    Patty JOHNSON / Designer, North South Project, Toronto, Canada

    ORE 15.30
    TAVOLA ROTONDA
    Paolo DEGANELLO / Univ. Studi di Alghero e ISIA Firenze
    Gaddo MORPURGO / IUAV di Venezia
    Maria A.SBORDONE / II Università di Napoli
    Giuseppe LOTTI / Università degli Studi di Firenze
    Luigi CUPPONE / ISIA Roma
    Giovanni LEVANTI / ISIA Faenza
    Alex RIVOLI / ISIA Faenza
    Edoardo MALAGIGI / Accademia Belle Arti di Firenze
    Raffaella FAGNONI / Università di Genova, ISIA Firenze
    Loredana DI LUCCHIO / Università La Sapienza di Roma
    Lorenzo IMBESI / Università La Sapienza di Roma, ISIA Firenze

    ORE 18.30
    CHIUSURA DEI LAVORI
    Rodrigo RODRIQUEZ / Presidente ISIA Firenze

    Sala Affreschi della Regione Toscana in
    via Cavour, 4 - Firenze
    6 novembre 2009 | 9.00 - 18.30
    lessisnext@isiadesign.fi.it

    Master in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale edizione 2009-2010Il Politecnico di Milano, in collaborazione con il Consorzio POLI.design, organizza un Master in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale edizione 2009-2010
    Questo master universitario, attivo dal 2004 e diretto dal professor Francesco Trabucco, nasce per formare designer esperti, capaci di gestire lo sviluppo di un nuovo prodotto dall'ideazione fino alla produzione, con specifica attenzione agli aspetti tecnologici, produttivi e di costo.
    Tutti i partecipanti delle passate edizioni del master lavorano in aziende appartenenti a settori produttivi del design. Ariete, Whirlpool Europe, LG Electronics, Luceplan e Polti sono solo alcuni nomi di aziende leader nel settore della produzione design oriented che si rivolgono al Master in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale per trovare giovani designer da inserire nel loro organico.

    E' possibile scaricare la presentazione in formato .pdf

    Durata
    Data inizio prevista: 2 Novembre 2009
    Data termine prevista: Novembre 2010

    Scadenza per l'iscrizione

    26 ottobre 2009

    Quota di partecipazione
    10.000 euro (9500 euro costo del master + 500 euro di tasse d'iscrizione al Politecnico di Milano). Tassa e quota di iscrizione possono essere rateizzate.

    Borse di Studio
    Sono previste 4 borse di studio parziali (25%) assegnate su base curriculare e motivazionale. La Commissione di valutazione si riserva comunque il diritto di non assegnare tali borse di studio se, a suo insindacabile giudizio, il livello delle candidature presentate non dovesse raggiungere degli standards qualitativi adeguati.La direzione del master mette a disposizione una borsa di studio del 50% per un candidato straniero particolarmente meritevole, che abbia un'ottima conoscenza della lingua italiana.

    Ufficio Coordinamento Formazione
    POLI.Design (Consorzio del Politecnico di Milano)

    POLI.design - Consorzio del Politecnico di Milano
    via Durando 38/A - V Piano 20158 Milano
    tel. 02.2399.7248
    fax. 02.2399.7217
    www.polidesign.net/mdspi

    Ritorno alla CittàRitorno alla Città è il titolo del convegno organizzato da StudiumCity il 16 settembre 2009 sul tema della rigenerazione urbana nelle città storiche ed europee.
    Il convegno – che si svolgerà a Firenze presso il Salone de' Dugento di Palazzo Vecchio – è inserito nel programma della Triennale Architetti Firenze 09 e prevede gli interventi di:

    Sergio Los, Franco Purini, Marco Romano, Gabriele Tagliaventi.

    Ritorno alla Città. Rigenerazione urbana nelle città storiche ed europee: ipotesi a confronto
    16 settembre 2009
    Salone de' Dugento di Palazzo Vecchio - Firenze
    orario: 9.30-13.30

    Radio cubo Brionvega. Corso di Formazione avanzata Brand Design CommunicationNon basta realizzare un ottimo progetto per farne un prodotto di successo. Presentare, comunicare, divulgare un prodotto è uno step fondamentale.
    A maggio l'Istituto Europeo di Design di Roma inaugura la prima edizione del Corso di Formazione avanzata Brand Design Communication, un corso esclusivo di 240 ore dedicato alla promozione e comunicazione dei marchi di Design, dalla comunicazione dei prodotti ai modelli di marketing, il cui piano di studi è stato sviluppato con noti giornalisti e marchi del design italiano.
    Il corso si avvale della collaborazione di professionisti e aziende del settore design, sia attraverso la presentazione di case history che nell'affiancamento per la realizzazione del progetto, con possibilità di proporre successivi stage. Giornalisti di settore, editoria di settore, designer completano il quadro: tra questi Stefano Gangli, direttore creativo della SignDesign e di LivingRoome, Virginio Briatore, noto critico di design, Giorgio Tartaro, giornalista e direttore del canale Leonardo di Sky, Giovanna Talocci, affermata designer, Evelina Bazzo dell'ufficio stampa Umbrella, Giò Pagani, innovativo architetto di interior, Roberto Berghenti, esperto di marketing e consulente strategico aziendale, Valerio Di Bussolo, responsabile delle relazioni esterne di Ikea.
    Tante le aziende di alto livello già coinvolte: Casamania, Frezza, Vistosi, Valcucine, Sitland, Eform, solo per citarne alcune.

    Partenza: Maggio 2009
    Durata: 240 ore
    Frequenza: Venerdì e Sabato consecutivi per due sessioni al mese
    Ammissione: Riservata ad un massimo di 20 candidati. E' prevista una selezione basata su un colloquio motivazionale, valutazione del Curriculum Vitae.
    Profilo candidati: Addetti all'area comunicazione e marketing, staff di aziende, responsabili marketing e
    comunicazione, addetti di uffici stampa, architetti, giovani designer, art director e graphic designer.

    Corso di Formazione avanzata Brand Design Communication
    IED Master Roma - Via Alcamo, 11
    phone +39 06 7024025
    master@roma.ied.it

    Master universitario in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale del Politecnico di Milano. Master universitario di primo livello sull’industrial designSono aperte le selezioni per la terza edizione del Master universitario in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale del Politecnico di Milano. Master universitario di primo livello sull’industrial design che inizierà a novembre 2009.
    L’obiettivo del master è quello di formare designer esperti, capaci di gestire lo sviluppo di un nuovo prodotto dall’ideazione fino alla produzione, con specifica attenzione agli aspetti tecnologici, produttivi e di costo.
    Tutti i partecipanti delle prime due edizioni del master lavorano in aziende appartenenti a settori produttivi del design. Ariete, Whirlpool Europe, LG Electronics, Luceplan e Polti sono solo alcuni nomi di aziende leader nel settore della produzione design oriented che si rivolgono al Master in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale per trovare giovani designer da inserire nel loro organico.
    Queste grandi aziende di anno in anno rinnovano la loro fiducia verso il master perché ritengono che gli studenti che escono da questo percorso formativo abbiano una preparazione di altissimo livello.
    La didattica del Master prevede lo svolgimento di lezioni frontali, seminari, esercitazioni e workshop.
    Il programma si articola in quattro macro-temi di approfondimento:
  • Strumenti per il progetto;
  • Tecnologie e produzione;
  • Mercato e innovazione;
  • Strumenti per la professione.
  • Particolare attenzione è data all’apprendimento dei metodi teorici e delle tecniche alla base dell’utilizzo dei software dedicati alla modellazione digitale tridimensionale.
    Il percorso formativo del master si articola in 11 moduli tematici più un workshop di progettazione e un tirocinio per raggiungimento di un totale di 60 CFU. Il master inizierà a novembre 2009, la frequenza è di 3 giorni alla settimana.

    Chi voglia concorrere all’assegnazione delle borse di studio di merito per frequentare il master invii il proprio cv a formazione@polidesign.net o contatti il numero 02 23997248
    Le lezioni si terranno a Milano presso POLI.design Consorzio del Politecnico di Milano.

    Master universitario in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale del Politecnico di Milano. Master universitario di primo livello sull’industrial design
    POLI.design Consorzio del Politecnico di Milano
    www.polidesign.net/mdspi (sito internet del master)

    Il design (d)e(l)la città. Torino 2008 World Design Capital si racconta a BolognaA Giussano nell'ambito de Il buono, il brutto e il cattivo. Il good design tra storia e futuro (in corso fino al 29 marzo 2009), alle ore 21.00 di giovedì 19 marzo a Villa Sartirana si svolgerà una conferenza che vedrà la partecipazione di Richard Sapper, Carlo Olmo, Ennio Brion e Silvia Robertazzi.
    L'incontro è a ingresso libero.
    E' previsto un servizio navetta con prenotazione obbligatoria al numero 800.090536.

    PARTECIPANO
    Richard Sapper
    designer e architetto

    Carlo Olmo
    direttore Il Giornale dell'Architettura

    Ennio Brion
    imprenditore

    Silvia Robertazzi
    direttrice AtCasa.it

    Villa Sartirana
    via Carroccio 2 - Giussano - Milano

    Il 28 aprile 2009 alle ore 15 presso Palazzo degli Affari - Camera di Commercio di Bologna avrà luogo I diritti del design. Progetto, impresa e legislazione, incontro organizzato da Design Center Bologna in collaborazione con Camera di Commercio di Bologna dedicato alle questioni di tutela legale in materia di design. L’incontro è destinato a fornire le linee guida nel settore, con specifici approfondimenti delle problematiche legate alla tutela del diritto d’autore, alla sua estensione al design, alle procedure di contratto, ed alla tutela processuale.
    L'incontro avrà una durata di circa due ore e vedrà nella prima parte la presentazione delle differenti problematiche da parte degi avvocati mentre la seconda parte dell'incontro sarà invece dedicata ad un dibattito libero sul tema.

    Avv. Sarah Mosole (Studio Legale Associato Bernardoni Bovina)
    La tutela del design: modelli e diritto d’autore.

    Avv. Lavinia Savini (Idealex), Avv. Anna Ardito (Studio Legale Ardito)
    Problematiche applicative della protezione autoriale e introduzione alla contrattualistica.

    Avv. Anna Ardito (Studio Legale Ardito)
    La tutela processuale del design: marchi, modelli e repressione della concorrenza sleale.

    Palazzo degli Affari - Camera di Commercio di Bologna
    Piazza Costituzione, 8 - Bologna
    28 aprile 2009
    phone +39 051 4226417
    www.design-center.it

    In occasione della Prima Settimana Europea delle PMI '09 (SME week '09), il giorno 8 maggio 2009 presso l' Aula Magna - Accademia di Belle Arti di Bologna avrà luogo Design e PMI. Progettare per le Piccole e Medie Imprese, giornata di incontri e workshop organizzati dal Design Center Bologna volti a dimostrare come il design, inteso come metodologia per l’individuazione e risoluzione dei problemi, possa rappresentare una leva strategica per lo sviluppo e l’innovazione di processo, ancor prima che di prodotto, per le piccole e medie imprese.
    Parteciperanno i rappresentanti di alcuni design center europei con particolare attenzione verso le PMI: Toby Scott (Ex managing director / Center for Design Innovation Ireland; Associato / Pentacle), Miguel Angel Mila (Direttore / Centro De Diseño Castilla La Mancha), Tiziana Zamponi (Organizzazione e coordinamento progetti / Design Center Stuttgart) e Marie Marguerite Gabillard (Direttrice del dipartimento / Centre du Design Rhône-Alpes). La seconda sessione dedicata alle opportunità offerte alle PMI dalla Commissione Europea, viste ancora una volta dal punto di vista del design, vedrà la partecipazione di Etienne Sanz de Acedo (Vice direttore dipartimento affari genarali e relazioni esterne / Office of Harmonization for the Internal Market), di un rappresentante del DG Impresa e Industria di Bruxelless, moderati da Pete Kercher (Ambasciatore / EIDD Design for All Europe).

    Il pomeriggio sarà dedicato allo sviluppo di workshop in collaborazione con piccole e medie imprese del territorio emiliano-romagnolo che, tramite il coinvolgimento di gruppi di studenti, progettisti e dei vari rappresentati dei design center, esemplifichino l'approccio corretto per lo sviluppo di una buona strategia volta all'innovazione. Per ora la conferma è arrivata da MEC - Moduli Elettronici e Componenti S.p.A. (azienda distributrice di componenti elettronici ad alte prestazioni) e da AltaVia srl (società per la produzione industriale di software e per l’erogazione di servizi informatici).

    Accademia di Belle Arti - Aula Magna
    via Belle Arti, 54 - 40126 Bologna
    8 maggio 2009
    phone +39 051 4226417
    www.design-center.it

    Civic Space in Scattered Cities. Lo spazio pubblico nella città diffusaIl 25 marzo 2009 alle ore 15.30, il Salone Brunelleschi dell'Istituto degli Innocenti in Piazza Santissima Annunziata a Firenze, ospita Civic Space in Scattered Cities. Lo spazio pubblico nella città diffusa, simposio internazionale – a cura di Pino Brugellis, Lawrence Davis, Richard Ingersoll – che avrà come relatori Margaret Crawford, Teddy Cruz e Winy Maas.
    Il Simposio – organizzato da School of Architecture della Syracuse University in Florence e l’Osservatorio sull’Architettura della Fondazione Targetti, in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti e l’Osservatorio Arte Contemporanea Ente CRF – intende fare il punto sulle vie percorribili perché un’identità pubblica nello sprawl della città contemporanea possa effettivamente generarsi. Tre architetti e urbanisti presenteranno progetti e strategie per lo spazio pubblico, con speciale attenzione a quelle aree dove questo genere di spazio è di fatto assente. Il dibattito su questi interventi e la successiva tavola rotonda riguarderanno in particolare le strategie per affrontare questa sfida con ottimismo, guardando alla città diffusa come a un’opportunità sotto il profilo architettonico, urbano e filosofico.

    Welcome | Saluti
    Mark Robbins | Dean, School of Architecture, Syracuse University
    Paolo Targetti | Presidente Fondazione Targetti
    Lawrence Davis | Coordinator, School of Architecture, Syracuse University in Florence
    Pino Brugellis | Direttore Osservatorio sull'Architettura, Fondazione Targetti

    Speakers | Relatori
    Margaret Crawford | Professor, Harvard University, Graduate School of Design
    Teddy Cruz | Estudio Teddy Cruz | Architect, La Jolla, California
    Winy Maas | MVRDV | Architect, Rotterdam, Netherlands

    Round table | Tavola rotonda
    Chairman: Richard Ingersoll | Professor, Syracuse University in Florence

    Istituto degli Innocenti - Salone Brunelleschi
    Piazza Santissima Annunziata - Firenze
    phone + 39 055 3791285 – fax +39 055 3791394
    osservatorioarchitettura@targetti.it

    Giulio Iacchetti: Italianità, un percorso tra le icone della quotidianita italianaMercoledi 25 febbraio, ore 18.00, DesignLibrary di Milano ospiterà la presentazione del libro, a cura di Giulio Iacchetti, Italianità, un percorso tra le icone della quotidianita italiana.
    La Vespa, il Bacio Perugina, la sigla del Tg1 o la Gazzetta dello Sport. Trenta icone memorabili della piu recente storia italiana raccontate in Italianita, un libro progettato da Giulio Iacchetti e scritto dalla mano di trenta diversi autori. Un'Italia vista dal basso, nelle cose semplici di ogni giorno, un'Italia della nostalgia e della memoria, quella che ha cementato la nazione.
    30 icone, 30 autori e 30 illustrazioni. Italianità vuole essere un percorso tra gli oggetti più rappresentativi della storia italiana che alimentano l'immaginario del condiviso e che hanno contribuito a formare la coscienza visiva del Paese. Un libro che osserva gli oggetti di qualità che hanno formato la nostra coscienza visiva da un punto di vista grafico ed emozionale al tempo stesso. Ognuno dei testimoni interpellati nel libro ricorda e celebra una propria Italia, sia quella della bicicletta Graziella o quella del doppio brodo Star, quella della Coppa del nonno o quella del ragionier Fantozzi.
    A presentare Italianità sara Stefano Salis, giornalista de Il Sole 24 Ore, che dibatterà con Giulio Iacchetti, designer e curatore del progetti, Ale + Ale, illustratori del volume e molti degli autori dei testi del libro. Ogni oggetto sarà presentato da un breve testo, leggero e personale di un autore ogni volta diverso e da un'illustrazione liberamente ispirata allo stesso oggetto e realizzata da Ale + Ale per creare un percorso attraverso il tempo dal punto di vista privilegiato del progettista e del designer.
    Alla presentazione del libro, seguirà alle 19.30, l'inaugurazione della mostra Italianità, presso lo spazio Corraini Montevideo nei pressi della DesignLibrary, in cui saranno esposte le 30 illustrazioni di Ale + Ale presenti nel volume.

    DesignLibrary
    Via Savona 11 - 20144 Milano
    phone 02 89421225
    www.designlibrary.it
    Spazio Corraini
    via Montevideo 5 - Milano / accanto a DesignLibrary

    Ritratti d'Autore: Maddalena De Padova, Vico MagistrettiL'Ordine e la Fondazione dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Milano organizzano un ciclo di proiezioni video dedicate a ritratti di grandi architetti dal titolo Ritratti d'Autore. Quest'anno saranno presentati anche i documentari prodotti da Ultrafragola (www.ultrafragola.com), che da alcuni anni realizza una collana dedicata ai ritratti dei maestri del design e dell'architettura italiani: Maestri del Design e dell'Architettura.
    Lunedì sera 23 febbraio 2009, alle ore 21.15, avverrà la proiezione di 2 cortometraggi preceduti da una veloce introduzione e seguiti da un breve dibattito ai quali prenderanno parte Didi Gnocchi e Franco Raggi.

    I Video

    Maddalena De Padova La storia di una donna instancabile nel cercare idee, nello schivare la soluzione più banale, nel trovare le connessioni in campi diversissimi tra loro. Maddalena De Padova, con le vetrine dello showroom di Corso Venezia, ha contribuito a formare lo stile e il gusto della nuova borghesia del Dopoguerra.

    Vico Magistretti La vita, la formazione, le passioni, le idee di uno dei maestri dell'Italian design. Vico Magistretti si racconta: l’infanzia a Milano, la guerra, i primi lavori nello studio del padre, i viaggi e le persone che hanno cambiato la vita. Una storia che ricorda la stagione in cui architetti e designer italiani incontrarono imprenditori illuminati. E fu subito Italian Design.

    Fondazione dell'Ordine degli Architetti PPC
    Via Solferino 19 - 20121 Milano
    phone: +39 0262534390
    fondazione@ordinearchitetti.mi.it
    www.ordinearchitetti.mi.it
    www.ultrafragola.com

    Due corsi di alta formazione e un master sono previsti nei prossimi mesi presso la facoltà del Design del Politecnico di Milano

    Corso Alta Formazione in Design del gioiello – III edizione Design del gioiello – III edizione
    Inizio: 2 febbraio 2009
    Il gioiello dal punto di vista del design: materiali, tecniche, cultura, trend, mercato, retail, comunicazione, progetto, modellazione, prototipazione.
    I partner del corso mettono a disposizione molte borse di studio per i candidati maggiormente meritevoli (i partner sono: Damiani, Breil, Chimento, Fiera di Vicenza, Roberto Giannotti, Vogue Gioiello e molti altri)
    Sito internet: www.polidesign.net/ddg

    Corso Alta Formazione in Design for Plastics – III edizione Design for Plastics – III edizione
    Inizio: 9 gennaio 2009
    LO SVILUPPO PROGETTUALE DELL'OGGETTO DA PRODURRE IN PLASTICA
    con il patrocinio di ASSOCOMAPLAST
    Il design manager che verrà formato sarà in grado di gestire autonomamente le fasi di progettazione e di sviluppo del prodotto in materiale polimerico, sia sul piano culturale che tecnico-scientifico, nonché di seguirne i processi di prototipazione e di fabbricazione.
    Sito internet: www.polidesign.net/dfp

    Master universitario in Yacht Design – VIII edizione Master universitario in Yacht Design – VIII edizione
    Inizio: 2 marzo 2009
    È un Master universitario in Yacht Design, promosso dalla Facoltà del Design del Politecnico di Milano in collaborazione con l'Università degli Studi di Genova e POLI.design.
    Il Master nasce per dare risposta a una intensa domanda di formazione nel settore della nautica da diporto. Il mercato della nautica necessita infatti di professionisti con una formazione post universitaria specialistica.
    Sito internet: www.polidesign.net/myd

    POLI.design
    Consorzio del Politecnico di Milano
    Via Durando 38/a - 20158 Milano
    phone (+39) 02 2399 7242
    www.polidesign.net

    Sono aperte le selezioni per il Master universitario di 1° livello in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale del Politecnico di Milano, che si propone di formare Designer dotati di una sperimentata capacità di gestire l'intero processo di sviluppo di un nuovo prodotto, dall'ideazione fino alla produzione, con specifica attenzione agli aspetti tecnologici e produttivi.
    Prerogativa del master sarà l'interazione con il patrimonio sperimentale fornito dai laboratori del Politecnico di Milano, in particolare con il Laboratorio Modelli e il Laboratorio Materiali e Design.
    Particolare attenzione verrà data all'apprendimento dei metodi teorici e delle tecniche alla base dell'utilizzo dei software dedicati alla modellazione digitale tridimensionale, infatti il master rilascia certificati che attestano la partecipazione degli studenti ai corsi di Rhinoceros e ProE, riconosciuti dalle casi madri dei software (McNeel e PTC). Il Master ha la durata di 12 mesi per un totale di 430 ore di lezione, 50 di project work e 320 di stage presso aziende del settore. Si rivolge a laureati di primo o secondo livello in Architettura, Disegno Industriale e Ingegneria. Il programma didattico si articola in lezioni frontali, seminari, esercitazioni e workshop, sviluppando quattro macro-temi di approfondimento: grandi elettrodomestici, piccoli elettrodomestici, domotica, elettronica di consumo e prodotti per l'informatica.
    L'inizio è previsto per il 4 novembre 2008. Le domande di ammissione dovranno essere presentate entro il 27 ottobre 2008.
    Le lezioni si svolgeranno a Milano presso il Consorzio Universitario POLI.design

    Consorzio Universitario POLI.design
    phone +39 02 2399 5864
    formazione@polidesign.net
    www.polidesign.net/mdspi
    L'University of Gothenburg Faculty of Fine, Applied and Performing Arts School of Photography offre un ambiente di ricerca ed educazione dove si esaminano criticamente le prospettive e le possibilità delle funzioni della fotografia. Le iscrizioni scadono il 1° agosto 2008.
    Per tutte le informazioni inviare una e-mail a: Lasse Lindkvist (Head of School); Lasse.Lindkvist@hff.gu.se
    Per essere inseriti in una mailing list sulle attività della scuola: Anna Frisk, anna.frisk@konst.gu.se.

    University of Gothenburg Faculty of Fine, Applied and Performing Arts
    Lasse.Lindkvist@hff.gu.se
    anna.frisk@konst.gu.se

    Master universitari del Politecnico di Milano:

    MDS - Master in Strategic Design. Design of the value offering. In lingua inglese. Durata 13 mesi. Design, management, tecnologia ed empowerment.
    Data inizio: novembre 2008 - Data fine: novembre 2009
    Costo: 12.000 euro di cui 500 euro di tassa di iscrizione al Politecnico.
    www.polidesign.net/mds

    MBC - Master in Brand Communication, il progetto, la costruzione e la gestione della marca. Durata 12 mesi. Per gestire il pensiero strategico della marca come Strategic Planner, Product Manager e Account e o Media manager.
    Data inizio: 27 ottobre 2008 - Data fine: ottobre 2009
    Costo: 10.000 euro di cui 500 euro di tassa di iscrizione al Politecnico.
    www.polidesign.net/mbc

    MA&C - Master in Art Direction e Copywriting. Le coppie creative del futuro. Durata 12 mesi. Dall'advertising alla comunicazione globale, con 11 direttori creativi di importanti agenzie, per la comunicazione del brand del futuro.
    Data inizio: settembre 2008 - Data fine: settembre 2009
    Costo: 13.000 euro di cui 500 euro di tassa di iscrizione al Politecnico.
    www.polidesign.net/mac

    MDSPI - Master in Design per lo Sviluppo del Prodotto Industriale. Per gli specialisti del Product Design, per gestire l'intero iter di realizzazione dei prodotti industriali, dall'ideazione alla produzione.
    Data inizio: ottobre 2008 - Data fine: ottobre 2009
    Costo: 10.000 euro di cui 500 euro di tassa di iscrizione al Politecnico.
    www.polidesign.net/mdspi

    Corsi di alta formazione:

    DSBI - Design Strategico e brand identità. Design, comunicazione e innovazione per la Puglia
    Il corso di alta formazione è orientato a potenziare le competenze di giovani laureati che intendono operare per lo sviluppo competitivo e sostenibile del territorio Pugliese attraverso il design, la comunicazione e l'approccio strategico all'innovazione.
    Data inizio: ottobre 2008 - data fine: settembre 2009
    (per un totale di 500 ore di lezione e 300 ore di stage).
    www.polidesign.net/dsbi

    TD - Type Design Obiettivo del corso è di far acquisire ai partecipanti capacità finalizzate al corretto progetto del carattere tipografico digitale, in modo da poter gestire adeguatamente e in autonomia non solo un progetto di famiglie di caratteri ma quello di comunicazione più in generale.
    Data inizio:15 settembre 2008- data fine: 10 ottobre 2008 (80 ore)
    www.polidesign.net/type

    ARCHITECTURAL DESIGN CON RHINOCEROS Nel corso verranno affrontati i metodi e le tecniche utilizzate nelle varie fasi del progetto, dal concept al disegno definitivo. Verrà trattata sia la modellazione solida, utile nelle prime fasi del progetto, che la modellazione di superfici, per la creazione di forme organiche complesse.
    Data inizio: luglio 2008
    www.polidesign.net/rhino

    Politecnico di Milano
    www.polidesign.net

    A Milano, dal 27 giugno al 24 luglio 2008, Scuola Politecnica di Design - SPD propone un intenso programma di workshop per progettare con Ross Lovegrove, Fernando e Humberto Campana, Matali Crasset e Martí Guixé.
    La Summer School è coordinata da Cristina Morozzi; ogni workshop è realizzato in collaborazione con aziende – da 3M ad Alessi, da Microsoft a Serralunga – che condivideranno con i partecipanti visioni e sfide per il futuro.
    I contenuti dei workshop scaturiscono dalla riflessione sui temi emergenti nella società contemporanea e sono inquadrati dal punto di vista di ciascun progettista con il proprio metodo e sensibilità.
    I workshop sono aperti a studenti di design, architettura e comunicazione, a professionisti o docenti che desiderano prendere parte a questo percorso intensivo di formazione. Ogni corso ha un numero limitato di posti. Per informazioni si può contattare la Segreteria Studenti SPD o visitare il sito: www.scuoladesign.com
    Chi è interessato a iscriversi può spedire il proprio cv e un portfolio digitale alla Segreteria Studenti: summerschool@scuoladesign.com


    I 4 WORKSHOP

    La ricerca di Ross Lovegrove abbraccia la tecnologia per generare nuove forme che, nella loro articolata completezza, simulano la natura. Anche il workshop Supernatural si muove all’interno di questa dicotomia solo apparente tra artificiale e naturale. A partire dalla tecnologia si metteranno a fuoco oggetti o sistemi, creature quasi animate al confine tra fuori e dentro, forma e funzione.

    Il lavoro dei fratelli Campana utilizza materiali alternativi in modo formalmente nuovo, regalando dignità estetica a prodotti di recupero. Durante il workshop Reprocessing, i partecipanti trasferiranno materiali funzionali fuori dal contesto originario. Grazie all’intervento manuale, prenderanno vita oggetti di seconda generazione - installazioni, ambienti o prodotti - che rivelano la bellezza e il lusso delle commodity di ogni giorno.

    Con PinkTek Matali Crasset esplorerà il tema della tecnologia accessibile e quotidiana che ci accompagna e semplifica la vita. È una visione ottimista e positiva: oggetti intelligenti per comunicare, hardware ed interfacce intuitive dedicate alle donne in particolare o al lato femminile e pragmatico di ognuno. Dopo l’high tech, ecco quindi il low tech: la tecnologia complice e confortevole che ci aiuti a condividere relazioni più gradevoli con le persone.

    Martí Guixé affronterà il tema del nomadismo e dei suoi effetti sulla nostra vita come la moltiplicazione degli accessori elettronici che ogni giorno vivono in simbiosi con il nostro corpo. Sono vere e proprie estensioni che amplificano le nostre sensibilità e possibilità prefigurando nuove estetiche. Durante il workshop Prosthesis i partecipanti immagineranno protesi per un corpo che oggi diventa casa, sempre in viaggio da un mondo, da un ruolo all’altro.

    Scuola Politecnica di Design SPD
    via Ventura 15 - 20134 Milano
    T. 02 21597590 - F. 02 21597613
    www.scuoladesign.com
    summerschool@scuoladesign.com
    info@scuoladesign.com

    La Provincia di Milano, la Fondazione Antonio Ratti di Como e la Rappresentanza a Milano della Commissione europea promuovono la seconda edizione del Corso Europeo per Curatori di Arte Contemporanea (CECAC) , che si terrà a Milano dal 9 al 19 ottobre 2008 con Visiting Professor Charles Esche e Visiting Artist Nedko Solakov.
    Il bando di concorso è aperto dal 2 aprile al 16 giugno 2008. Le domande di iscrizione - indirizzate a CECAC (Corso Europeo per Curatori di Arte Contemporanea), Ufficio Arti Visive - Settore Beni Culturali Arti Visive e Musei - Provincia di Milano, Via Vittorio Veneto 2, 20124 Milano, Italia - dovranno essere inviate entro il 16 giugno (fa fede il timbro postale) per il bando consultare il sito www.fondazioneratti.org e www.provincia.milano.it/cultura.

    Sede del corso: Spazio Guicciardini, Via Guicciardini 6, 20129 Milano
    Domande di iscrizione - Indirizzare a CECAC, Ufficio Arti Visive - Settore Beni Culturali Arti Visive e Musei - Provincia di Milano, Viale Vittorio Veneto 2, 20124 Milano, Italia.

    Fondazione Antonio Ratti
    + 39 031 233111
    www.fondazioneratti.org/eventi/eventi.php?id=21

    Provincia di Milano
    +39 02 77406341
    www.provincia.milano.it/cultura

    Da dieci anni punto di riferimento internazionale per tutti gli studenti e i professionisti che a diverso titolo desiderano acquisire le conoscenze necessarie per usare correttamente ed efficacemente la luce, i programmi formativi della Lighting Academy offrono anche nel 2008 interessanti opportunità di formazione illuminotecnica:
    Corso Base di Illuminazione Architettonica (in italiano): 15-10 Ottobre.
    Corso Avanzato "Luce e Paesaggio" (in italiano): 14-16 Maggio
    Workshop "Light and Landscape" (tenuto in inglese da Louis Clair): 10-14 Giugno
    Workshop "Light and Retail" (tenuto in inglese da Paul Gregory): 3-6 Dicembre

    Targetti
    Press Office Firenze
    Tel. +39 3207159863
    maria.virginia.marta@gmail.com

    Il San Francisco Art Institute ha in programma per l'autunno 2008 un corso avanzato sulla ceramica, il Ceramics Program. Il Dipartimento di Scultura dell'Institute studia ed approfondisce questa disciplina fin dagli anni'60.

    San Francisco Art Institute
    800 Chestnut Street - San Francisco, CA 94133
    Tel. +1 800 345 SFAI/415 749 4500
    www.sfai.edu
    admissions@sfai.edu

    L'International Sculpture Center (ISC), organizzazione internazionale per la creazione e la comprensione della scultura, lancia il XII concorso Outstanding Student Achievement in Contemporary Sculpture Award.
    Per informazioni visitare il sito web o telefonare.


    International Sculpture Center (ISC)
    www.sculpture.org
    studentawards@sculpture.org
    Tel. +1 609 689 1051 x 307.

    MAHKU, Graduate School for Visual Art and Design di Utrecht, in Olanda propone una serie di Master interdisciplinari della durata di un anno in Editorial Design, Fashion Design, Interior Design, Urban Interior Design.
    Per tutte le informazioni visitare il sito www.mahku.nl


    MAHKU, Graduate School for Visual Art and Design
    www.mahku.nl
    Sono aperte le iscrizioni per i programmi di residenza artistica in Florida. L'Atlantic Center's residency program, che ha sede in una zona verde a pochi chilometri dalla costa, mette a disposizione laboratori, teatri, biblioteche e molto altro ad artisti di varie discipline.
    Per informazioni telefonare o visitare il sito.


    Atlantic Center for the Arts
    Tel. +1 (386) 427-6975 o (800) 393-6975 (domestic US only)
    www.atlanticcenterforthearts.org
    program@atlanticcenterforthearts.org

    Memphis College of Art è dedicato all'eccellenza nell'educazione all'arte ed al design. Come un programma intensivo di studio, offre un catalitico ambiente con l'obiettivo di sviluppare le pratiche artistiche che contribuiscono significativamente alla cultura contemporanea.
    Il programma accentua un approccio interdisciplinare al fare arte sia in canali tradizionali che in quelli nuovi. Durante il corso di studio, gli studenti sono incoraggiati a considerare il contesto sociale, culturale e fisico del loro lavoro come fulcro centrale di questa interpretazione.
    I corsi sono Masters of Art in Teaching o Master of Art in Education.


    Memphis College of Art
    1930 Poplar Avenue Overton Park
    Memphis, TN 38104-2764
    tel. 901-272-6851
    www.mca.edu

    Al Center for Curatorial Studies si tengono una serie di mostre ed incontri a tema realizzati dagli studenti. Le mostre si terranno, oltre che al Center for Curatorial Studies, a Newburgh, New York City, e Woodstock.
    Per tutte le informazioni chiamare il numero verde +1 845-758-7598 oppure visitare il sito web.

    ccs@bard.edu
    www.bard.edu/ccs

    Disegno Industriale DIID, la rivista bimestrale diretta da Tonino Paris - direttore del Corso di Laurea in Disegno Industriale dell'Università La Sapienza di Roma - è stata selezionata dall'Osservatorio permanente del design per la pubblicazione nel volume ADI Design Index 2004. Una giuria internazionale sceglierà tra tutti i prodotti pubblicati negli ADI Design Index 2002-2004, ed esclusivamente tra questi, quelli che parteciperanno nel prossimo settembre al XX Premio Compasso d'Oro ADI.


    L'Istituto Quasar, fondato a Roma nel 1987 come struttura di ricerca, formazione e comunicazione nell'ambito dell'architettura, organizza una serie di corsi avanzati che spaziano dall'architettura al web design:
    -Master in Architettura Virtuale con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, dedicato alla rappresentazione complessa di progetti architettonici e CAD, attraverso gli ultimi e più avanzati software ed hardware nel campo della computer grafica.
    -Yacht Design, corso avanzato per la progettazione di imbarcazioni da diporto a vela ed a motore, dalle linee d'acqua agli arredi interni.
    -Hypergraphics, corso avanzato di modellazione, texturing e animazione 3D complessa basato su Maya e Softimage XSI. Questo corso intende formare animatori professionisti in grado di supervisionare e approcciare direttamente e praticamente tutte le fasi di una produzione 3D, grazie a materie basilari come la comunicazione grafica, il disegno anatomico e la scultura, la fotografia, l'illuminotecnica e la regia, la sonorizzazione.
    -Multimedia Web Design per la progettazione del cd multimediale, creazione di siti web dinamici, montaggio video, animazione 3D, musica digital e web mastering.
    Rivolto agli aspiranti progettisti multimediali che non si accontentano delle competenze di base. Non sono richieste particolari conoscenze tecniche, fatta eccezione per la solida base informatica generale, ma è necessario possedere un forte spirito creativo e una forte passione per il mezzo informatico come strumento espressivo privilegiato.

    Franca Angelici / Istituto Quasar
    Via Nizza, 152 - 00198 Roma
    Tel. +39 06 855.70.78 - 85.30.14.87 Fax +39 06 858.311.48
    www.istitutoquasar.com
    stampa@istitutoquasar.com

    La School of the Art Institute of Chicago, una prestigiosa scuola professionale per l'arte ed il design che collabora con il museo dell'Art Institute of Chicago, propone una serie di corsi, dalle arti visuali, al design ed alla comunicazione. Nel contempo la School of the Art Institute crede che tutti abbiano diritto alle stesse opportunità di lavoro senza discriminazioni di razza, sesso, religione o altro, e quindi invita stranieri, donne, ed appartenenti a minoranze ad iscriversi.

    The School of the Art Institute of Chicago
    Dean's Office
    37 S Wabash Ave - Chicago, IL 60603

    Il college danese per la specializzazione in arte, architettura e design Krabbesholmha aperto il suo nuovo sito web. I corsi del Krabbesholm che spaziano dall'Interior design ai video, sono pensati per studenti danesi o stranieri che vogliano costruirsi un bagaglio di esperienze formative avvalendosi anche della presenza di artisti ed architetti come visiting professor.

    Krabbesholm Højskole Art Architecture Design
    Krabbesholm Allé 15 - Dk 7800 Skive
    Tel.+45 9752 0227
    www.krabbesholm.dk
    Post@Krabbesholm.Dk
    L'Istituto Callegari presenta un nuovo corso di Progettista in architettura d'interni, per fornire tutti gli strumenti per accrescere la propria preparazione teorico-pratica, partendo dalle basi per raggiungere il livello di specializzazione che consente di iniziare o approfondire il profilo dell'arredatore.

    Info: ISTITUTI CALLEGARI - FIRENZE
    Borgo degli Albizi, 16 - 50122 - Firenze
    Tel. +39/055-2340705 - 2349376 Fax +39/055-2349377
    e-mail : info@florenceacademy.com

    Il Corso Europeo di Formazione in Progettazione sostenibile dell'ambiente costruito, nasce in accordo alle direttive dell'Unione Europea - come risposta all'elevato interesse espresso sia delle pubbliche amministrazioni che dalle aziende e dalle imprese verso le nuove tecnologie a basso consumo energetico: la ricerca di una maggiore sostenibilità su tutto il territorio antropizzato nel rispetto dell'ambiente, anche attraverso una elevata qualità del processo di realizzazione delle opere.

    Per eventuali ulteriori informazioni, visitare il Website Abita al seguente indirizzo:
    http://unifi.it/unifi/abita/corso.htm
    Centro Interuniversitario per l'Architettura Bioecologica e l'Innovazione Tecnologica
    Via S.Niccolò 89/a, 50125 Firenze
    Tel. +39 55 5048394, Fax +39 55 504839448
    E-mail:abita@dpmpe.unifi.it oppure marco_sala@unifi.it

    L'ACMA Centro italiano di Architettura di Milano propone il workshop Feng Shui, una bioarchitettura cinese per l'Occidente. Il corso si prefigge di tradurre in termini pratici il Feng Shui, disciplina orientale che consente di progettare i luoghi in cui si vive o si lavora secondo le armonie vitali delle persone. Iscrizioni aperte.

    ACMA Centro italiano di Architettura
    Via Antonio Grossich 16 - Milano
    Tel. +39/02 70639293
    Fax +39/02 70639761
    E-mail: acma@acmaweb.com
    www.acmaweb.com

    Sono stati avviati i Diplomi Universitari in Disegno Industriale dal Consorzio Universitario Trevigiano e dall'Istituto Universitario di Architettura di Venezia.

    Nelle strutture messe a disposizione dalla Olivetti, riprogettate ed attrezzate dallo Studio Sottsass, nascerà ad Ivrea l'Interaction Design Institute con l'obiettivo di sviluppare profonde conoscenze tecniche e culturali nel settore dei servizi di comunicazione e promuovere attività manageriali e innovazione.

    Interaction Ivrea Project Office
    Simona Audisio
    Tel. +39/0125 627426
    E-mail: simona.audisio@interaction-ivrea.it
    www.interaction-ivrea.it

    La Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino ha avviato una interessante collaborazione con la Ilti Luce organizzando stage, seminari, momenti di formazione. Nello show-room dell'azienda si tengono settimanalmente corsi di illuminotecnica specializzata per studenti e tecnici del settore. Inoltre in occasione del decimo anniversario della fondazione è stata creato Pure Light Laboratory una nuova entità didattica per una formazione di tipo innovativo nel campo illuminotecnico.

    Ilti Luce
    Tel. +39-011 2482291/9412/7286
    Fax +39-011 8538555
    www.iltiluce.it

    L'Istituto Nazionale di Bioarchitettura ® ha sviluppato un corso per la formazione a distanza sulle tematiche ambientali, il Corso Nazionale di Base di Bioarchitettura on line.

    Bioarchitettura on line
    www.bioarchitettura.it
    A Sesto Fiorentino il Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia Gruppo Ligresti, organizza mensilmente Corsi di Pittura su Porcellana. I corsi prevedono 15 ore di lezione e sono indicati sia per principianti che per chi vuole perfezionare la propria tecnica.

    Museo Richard-Ginori
    Viale Pratese, 31
    50019 Sesto Fiorentino (Firenze)
    Tel. +39/055 4207767
    Fax +39/055 4205655
    E-mail: Museo.dpd@iol.it

    a cura di: 
    Gabriella Masiello 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    TOP